REPORT DALLE VACANZE

   

FIORI

 

E’ ben difficile scrivere mentre i ponti crollano, la terra trema in diverse zone, nel Molise in particolare. In certe regioni l’acqua scroscia da far paura, ed in certe la siccità grida per i terreni arsi. Nella mia terra il caldo è ancora molto forte e le nuvole non si aprono da tanto, sembra giochino a rimpiattino, la sera si rincorrono e diventano nere, poi fulmini, tuoni, ma al mattino è sempre asciutto, l’acqua non vuol bagnare la campagna i boschi e le strade, alcune piante dove i corsi d’acqua son lontani si stanno seccando. Cerco di chiudere gli occhi di fronte al dolore e ascolto quello che mi dicono degli amici ritornati da una vacanza, che il caso vuole, anche nell’isola dove sono andati ci fossero terremoti, ma hanno cercato di dimenticare i momenti di panico fotografando i bellissimi fiori che hanno trovato.

 

Delle buganvillee alte che si aggrappavano a reti o ad alberi, Ibisco alti come persone e fiori che non conosco ma belli da averne gli occhi pieni di stupore anche se visti solo in foto. Dopo pochi giorni hanno potuto lasciare quell’isola che tremava troppo per andare a Singapore.

 

Lì hanno trovato grattaceli e giardini, tra i tanti hanno trovato il giardino botanico, con aiuole colme di ogni tipo di fiore ma chi vi regnava sovrana era l’ orchidea. Copiose, colorate, attaccate ad archi per far si che la gente ne ammirasse il fiore ma avesse una leggera ombra, gli archi erano a breve distanza, davano così l’idea di essere in una galleria fiorita. Finiti gli archi eccoci in un mondo meraviglioso dove gruppi di orchidee, alte, basse, nascoste da alberi e cespugli si mostravano per sbalordire di tanta bellezza. Camminando hanno trovato una fontana con solo due zampilli ma dava la sensazione ve ne fossero tanti, per come l’acqua cadeva a flotti piccoli ma vicini, attorniata da orchidee favolose.

Poco lontane delle rose sempre deliziose con un profumo inebriante. Continuando lentamente il loro percorso si son trovati dove una specie di tunnel in una rete metallica elegante nel suo essere cerchiava un pezzo di giardino e da lì in alto cadevano delle bellissime orchidee, ai lati vi erano attaccati dei vasi contenenti le regine del giardino, poteva essere solo un sogno meraviglioso ma era realtà.

 

Come i miei amici avevano vissuto dei giorni terribili, ora avevano la ricompensa di vedere giardini mai visti, pensando che la nostra città non ne è di certo sprovvista di bellezze floreali, ma forse alle nostre ci siamo abituati. Durante il lungo percorso avevano trovato delle panchine, ma il pensiero di ammirare ancora fiori di incantevole bellezza, non le avevano prese in considerazione.

Sebbene le orchidee non abbiano profumo, c’era nell’aria un forte olezzo, ed il respiro di così dolce profumo aveva dato loro la forza di continuare quel giro, ora il giardino lo avevano visitato quasi tutto, era l’ora di rincasare.

Il giorno dopo i ragazzi hanno voluto andare a vedere da presso la ruota panoramica più grande del mondo, vedendola in foto mi meraviglio di tanta grandezza e penso a chi ha tanto coraggio di salirci, dentro di me dico, bravi. Altra tappa importante i grattacieli, tanti e dove risiedono i più lussuosi hotel.

Dopo alcuni giorni di mare, hanno voluto ritornare per rivedere qualche pezzo non fotografato, ma anche il tempo è tiranno, bisognava cominciare a preparare bagagli, sono ritornati il giorno che è caduto il Ponte mai rientro fu più triste perché a Genova hanno parecchi amici, per fortuna abitano lontani dalla tragedia.

 

Vi saluto amici

 

Ernesto Cortazar – Orchidea

   

     


COMMENTI

  1. il 26 agosto, 2018 lorenzo12.rm dice:

    Mi sono inebriato con te, Gabriella, e certamente lo hanno fatto le amiche e gli amici, dei colori e dei profumi dei fiori che ci hai descritto. I tuo servizi sono meravigliosi. Al solito, mi sno nascosto nelle pieghe del racconto e ho visto e sentito tutto. E tu, come al solito, hai fatto finta di non vedermi. Va bene così. Grazie Gabriella. Grazie Giuseppe.

  2. il 26 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Bene Gabriella, con la tua eloquente descrizione ci hai fatto fare un viaggio quasi reale in posti meravigliosi con una fantasia floreale che non ha uguale, quasi si sentiva il profumo di questi splendidi fiori. Grazie, brava, complimenti… Alla prossima.

  3. il 26 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Lorenzo, quanto sarebbe stato bello esserci con i miei amici, ma a me son bastate le foto che che mi hanno spedito, una meraviglia. Che dici ce ne andiamo in quel giardino a sentire il loro profumo? Ti saluto con un abbraccio

  4. il 26 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Giuseppe il giro quasi reale è stato anche facile farlo, ho avuto le foto, ed è venuto a farmi compagnia un bambino dei miei amici mi ha parlato di tante cose viste, così mi sono fatta l’idea di come erano vissuti, prima in Indonesia poi a Singapore. Non mi hanno portato il profumo di quei giardini. ma la loro gioia. Ora se permetti ti ringrazio del lavoro che hai fatto, una bella coreografia e un magnifico video, dove le orchidee la fanno veramente da regine!

  5. il 26 agosto, 2018 giannina dice:

    Gabriella bello questo ( Report di Viaggio) ma molto toccante difficile scivere mentre crollano ponti la terra trema nel Molise.in certi Regione l’acqua scroscia da far paura ,la potenza dell’acqua porta via quanto trova.poi arrivano le bellezze dei luoghi,la passione di tante donne, fiori meravigliosi, una carellata di fiori orchidee basse alte nascoste tra gli alberi,che dire Gabriella questo post, porta molte disgrazie, ma tante bellezze della natura.brava Gabriella è bravo Giuseppe , il nostro coreografo,il video è bellissimo.Un saluto a voi, grazie,ciaoo

  6. il 26 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Gianna hai detto giusto, difficile scrivere di cose belle mentre succedono disastri, ma bisogna continuare a vivere, e cercare di accettare l’uno e l’altra. Sono contenta che ti sia piaciuto. Un saluto ciao

  7. il 27 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Un post così meritava un video di pari importanza. Grazie Gabriella con questo tuo report ci hai dimostrato che fiori non significano solo Olanda o Sanremo ma la bellezza floreale fa la sua parte importante in tutti gli angoli del Mondo. Un saluto con profumo di rose, ciao.

  8. il 27 agosto, 2018 sandra.VI dice:

    ciao GABRIELLA,dopo parecchi tentativi spero riuscire a fare il commento al tuo post. Penso che sia stato poco piacevole, per i tuoi amici sentire la terra muoversi sotto i piedi, però ricompensati da quel meraviglioso giro tra quel fantastico mondo di orchidee. Chiudo gli occhi per cercare di vedere quel che tu descrivi,stupendo!!!!!!!!!!!!, peccato che al ritorno abbiano trovato….. tante tragiche notizie UN caro saluto, complimenti a GIUSEPPE per la coreografia e il bel video, un saluto

  9. il 27 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Mentre scrivevo dei fiori pensavo a te Sandra a quanto ti sarebbe piaciuto vederli e sentire il loro profumo. (come a me) Ricordo le loro telefonate piene di gioia mentre fotografavano quelle orchidee. Peccato per il loro rientro, hanno sobbalzato alla brutta notizia. Ti saluto e abbraccio ciao.

  10. il 27 agosto, 2018 carlina dice:

    sembra tutto un magnifico sogno quanto hai scritto del giro dei tuoi amici,da un lato hanno visto delle cose meravigliose (fiori soprattutto) mentre dall’altro hanno corso seri pericoli, però tutto è bene quel che finisce bene. Grazie al bravissimo Giuseppe x le strardinarie coreografie

  11. il 28 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Carlina, per me è solo un magnifico sogno come dici tu, ma sono contenta per i miei amici, che dopo la paura hanno visto dei fiori in abbondanza lo possiamo dire. Un saluto ciao

  12. il 28 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Ti ringrazio Carlina, testo e immagini è tutta opera di Gabriella, io ho solo messo le cose al posto giusto e ho inserito il video che mi è sembrato più adatto, ciao.

    Un sincero ringraziamento per Lorenzo, Sandra e Giannina per il gradimento della coreografia, un saluto per tutte/i.

  13. il 28 agosto, 2018 antonino dice:

    Gentilissima Gabriella, ci ricordi delle varie sciagure che si stanno verificando nella nostra povera ITALIA,ma sempre tanto amata da noi Italiani.Peccato che si fanno dei grandi capolavori e poi nel tempo non si segue il deterioramento nel tempo che passa. si arriva sempre in ritardo dopo che sono successe disgrazie con tanti morti, sono sciagure che ticcano il cuore,ognuno di noi pensa che non dovrebbero succedere ma succedono. Poi cisi mettono anche i terremoti a far soffrire altre persone. Poi ci sono altre vittime della gola,mi domando e dico, ma possigile che a delle persone, che piace fare queste esperienze, non prendono precauzioni per la loro incolumità, prima, prima di accingersi a essere esposti ai pericoli della natura? Ma anche ai responsabili di quei posti mettessero dei cartelli indicando ai pericoli che possono incombere. Ci parli delle vacanze dei tuoi amici, col pensiero vedendo le foto di quella magnificenza di fiori e colori, ci sentiamo partecipi e contenti del piacere vissuto dagli altri. Sarebbe molto bello se ognuno di noi avesse la possibilità di girare un p’ò per il mondo e gustare le meraviglie che ha fatte l’uomo, ma non ci dimentichiamo le meraviglie che ci ha dato di vedere il BUON DIO .Nella natura e tutte le altre cose esistenti,fiori piante animali il sole la luna le stelle il firmamento.Se ti fermi e pensi un momento ti seti parte di questo universo, e ringrazi sempre DIO.Anche se purtroppo per negligenza di qualche responsabile dobbiamo piangere la morte di persone innocenti. Ora ti lascio augurandoti tanta salute e tanto amore dai tuoi figlioli e nipotine con tanto affetto ANTONINO 5

  14. il 28 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Antonino, è vero ho ricordato le varie sciagure, ma ho scritto anche il rovescio della medaglia, perchè se pensi solo a disgrazie, specie se uno è solo entra in depressione. Perciò ho cercato di girare con i miei amici, è vero io ero a casa ma se ti spediscono foto, se ti telefonano sembra quasi che tu sia al loro fianco e se possono andare fortunati loro! Un saluto e grazie per aver ricordato i miei figli e nipoti. Ciao


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE