UN QUADRO, UNA STORIA

 

Il quadro di Rubens ritrae la contesa mitologica tra le Dee Minerva, Giunone e Venere che, nell’Olimpo, ciascuna riteneva di essere la più bella.

Peter Paul Rubens – Il giudizio di Paride

   

Da sempre le donne sono state rivali tra loro, e le Dee dell’Olimpo lo erano ancora di più.

Pare che la storia abbia avuto inizio durante i festeggiamenti per il matrimonio tra Teti, dea del mare, e il bellissimo Perseo. Da questa unione nacque poi il guerriero Piè veloce Achille.

 

Ma veniamo al dunque: a questa festa, per ovvie ragioni, non era stata invitata Eris, la dea della discordia. Ma costei, saputa la cosa, piombò nel bel mezzo della festa e lanciò sul tavolo dei commensali una mela d’oro… sulla quale c’era scritto:

Alla più bella

Atena, Era e Afrodite (appunto Minerva, Giunone e Venere, per i Romani) si buttarono sulla mela, ciascuna ritenendosi la più bella e quindi di avere diritto al trofeo, scatenando una tremenda lite tra loro.

Le tre contendenti si rivolsero a Zeus, padre degli dei, perché fosse lui a designare la più bella.

Il Mirigliani di allora, non se la sentì di fare una scelta personale e pensò bene di organizzare l’elezione della miss Olimpo, facendo in modo che fosse Paride, il più bello dei mortali, ad essere incaricato come giudice unico per effettuare la scelta.

Il giovane principe troiano, ignaro di tutto, allora viveva con i pastori e portava al pascolo pecore e buoi però pare che fosse un buon intenditore di bellezza femminile per cui la decisione di Zeus non era del tutto sbagliata.

 

Le tre dee, nell’intento di accaparrarsi la mela d’oro, provarono a circuire il bel principe.

  • ATENA gli promise che lo avrebbe reso sapiente e imbattibile in guerra in modo da poter superare ogni guerriero;

  • ERA promise ricchezza, poteri e gloria tanto che interi popoli si sarebbero sottomessi ad un solo suo gesto;

  • AFRODITE disse che gli avrebbe concesso l’amore della donna più bella del mondo.

 

L’ingenuo Paride scelse quest’ultima scatenando l’invidia e le ire delle altre due che comunque sono rimaste ai posti d’onore.

 

Come sappiamo Paride, con l'aiuto di Afrodite, conquistò la bellissima Elena, moglie di Menelao e da questo fatto ebbe origine la Guerra di Troia, con le conseguenze che tutti conosciamo.

Il seguito alla prossima volta…

 

 

P.S. – Questo episodio mitologico ha ispirato moltissimi artisti che hanno realizzato innumerevoli e pregevoli opere sul soggetto.

       

Micene, gli Achei e la guerra di Troia  - Contesto storico

 

Ernesto Cortazar - Concerto de aranjuez  

 


COMMENTI

  1. il 05 agosto, 2018 lorenzo12.rm dice:

    Dal che ebbe inizio la guerra di Troia, e anche il famoso cavallo, insomma tanti lutti per l’umanità di una volta. Ma non prendiamocela con la bellezza, per carità. Ringraziamo Giuseppe e via….

  2. il 05 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Certo Lorenzo, il mondo non è cambiato, ieri come oggi onoriamo la bellezza ma non lasciamoci ingannare dalle lusinghe di facili promesse di qualsiasi natura esse siano. Impariamo dalla storia! Grazie, Buona Domenica, ciao.

  3. il 05 agosto, 2018 carlina dice:

    e si Giuseppe, da una mela è nato un poema senza fine di Omero, l’Iliade. Da allora quanta acqua è passata sotto i ponti, ma non è cambiato nulla, qualsiasi o qualunque occasione è buona, x scatenare, guerre e disgrazie senza fine

  4. il 05 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Verissimo Carlina, la storia insegna ma nessuno vuole capire, uomini e donne non cambiano e quindi tutto rimane invariato e tutto si ripete. Continuano i conflitti, le guerre e le disgrazie per l’umanità. Speriamo bene e si salvi chi può. Grazie, un saluto sincero, ciao.

  5. il 05 agosto, 2018 giannina dice:

    Bello ,Giuseppe questo post “UN QUADRO. UNA STORIA” Ci sono grandi artisti del’opera: Lorenzo Lotto .L’artista che amava le donne vere, anneddoti ,persone, amori, tragedie: Dietro ogni dipinto, ci sono sempre cose vere che proviamo a raccontare, prendendo uno spunto un volta in volta, da un opera d’arte in mostra cominciamo con ” Cristo e L’adulterio di . Lorenzo Lotto. dietro i suoi dipinti sono meravigliosi, anche chi non conosce bene l’arte, Osservando i suoi quadri si è gia’ innamorato. Bella la tua carellata. Giuseppe complimenti per la tua pazienza e passione. Un saluto ciao.

  6. il 05 agosto, 2018 gabriella2.bz dice:

    Giuseppe, sempre bene ripassare la storia di Paride, e tu ne hai fatto un post molto bello. Quando ci si mettono le donne è sempre un guaio se sono più di una, è ben vero che così conquistò la bellissima Elena, ma senza fare i conti con Menelao. Bella coreografia e video. Ciao

  7. il 05 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Vero Giannina, ho preso spunto da un quadro artistico per raccontare una storia tra le storie. Non intendevo concentrarmi sull’arte ma solo ricordare la storia, tra l’altro molto nota e che il quadro mi ha riportato alle mente. Tu hai voluto citare Lorenzo Lotto, un artista rinascimentale italiano del 15/16° secolo, molto attivo e sul quale si potrebbe tessere una storia: ma non basta la fantasia, ci vorrebbero anche le conoscenze artistiche, ti invito a provarci. Grazie per i complimenti, sempre graditi, un saluto, ciao.

  8. il 05 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Infatti Gabriella, abbiamo ripassato un pò di storia mitologica e forse no, che avevamo studiato già nel nostro periodo scolatico. Nel bene e nel male le donne sono state sempre protagoniste nella storia dell’umanità e l’esempio riportato nel post ne è una ulteriore prova. Onoriamo la memoria di Omero che ha saputo tessere tutto un poema partendo da uno spunto apparentemente insignificante ma che ha avuto la sua grande importanza in tutta la storia. Sono contento che ti sia piaciuto, grazie per l’elogio, ciao.

  9. il 06 agosto, 2018 franco dice:

    Come solito i maschi (io compreso !) non capiscono nulla , con i “regali” di Era avrebbe avuto ricchezza , potere e gloria e con un sol gesto avrebbe potuto assoggettare il mondo, quindi avrebbe avuto anche tutte le donne che voleva, compresa la più bella . Ma si sa il maschio è vanesio , stupidotto ed egocentrico e voleva subito la più bella. Ha fatto scoppiare una guerra, si è giocata la pelle , insomma il solito cog….

  10. il 06 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Trascorrono i millenni e la storia non cambia Franco. La donna è dotata di quelle qualità di arguzia (e tutto il resto) che le consentono di dominare il pover’uomo illuso di essere sovrano e padrone del mondo. In realtà la donna è sempre stata l’ago della bilancia in tutte le vicende dell’Humanae Vitae. Hai detto la verità e penso che il tuo non sia uno sfogo ma solo l’analisi della realtà… la vita continua… ciao.

  11. il 08 agosto, 2018 sandra.VI dice:

    MI scuso GIUSEPPPE.ieri ho già fatto un commento ,ma è sparito ,nn ho campo e internet nn sempre funziona ,mi spiace perchè hai fatto un bellissimo ,interessante post. IO adoro veramente tutta la mitologia GRECA. Ora vivo dove la leggenda vuole nacque il “PIE VELOCE ACHILLE” molti si chiamano cosi. In questa terra faro di civiltò eppure oppressa per secoli, ma sempre fiera e indomita, la storia nn insegna nulla, complmenti per la coreografia e per il bellisimo video

  12. il 08 agosto, 2018 giuseppe3ca dice:

    Ti ringrazio Sandra e son contento che il post ti sia piaciuto. Mi rallegro che te abbia avuto modo di conoscere i luoghi dove la leggenda vuole che siano avvenuti gli avvenimenti mitologici raccontati da Omero che poi, da recenti ricerche archeologiche, pare che tanto mitologci non siano ma che, invece, abbiano un fondo di verità e che sia vera storia. mi dispiace per il mancato funzionamento di internet e speriamo che tutto si rimetta a posto. Un caro saluto e a presto, ciao.


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE