L’ELEZZIONE DER PRESIDENTE di Antonino5.rm

Carissimi vorrei proporvi la lettura di questo sonetto di Trilussa, poeta Romano, scritto nel 1930.

Leggendolo mi ha fatto pensare che era un chiaroveggente per quei tempi, perché le cose che dice sul sonetto sotto metafora sono cose realmente accadute. Penso che leggerlo sia utile ai più giovani, a secondo della storia che hanno studiato a scuola faranno molte riflessioni e diventeranno più saggi.

Io lo scrivo poi giudicate voi.

 

 

 

L'ELEZZIONE DER PRESIDENTE

(1930)

L'eterna realtà del potere:

ignorante e imbroglione

. .

Un giorno tutti quanti l'animali

Sottomessi ar lavoro

Decisero d'elegge' un Presidente

Che je guardasse l'interessi loro.

  . .

C'era la Societa de li Majali,

La Societa der Toro,

Er Circolo der Basto e de la Soma,

La Lega indipendente

  . .  

 

Fra li Somari residenti a Roma,

C'era la Fratellanza

De li Gatti soriani, de li Cani,

De li Cavalli senza vetturini,

La Lega fra le Vacche, Bovi e affini...

Tutti pijorno parte a l'adunanza.

  .

Un Somarello, che pe' l'ambizzione

De fasse elegge' s'era messo addosso

La pelle d'un leone,

 

 

Disse: - Bestie elettore, io so' commosso:

La civirtà, la libbertà, er progresso...

Ecco er vero programma che ciò io,

Ch'è l'istesso der popolo! Per cui

Voterete compatti er nome mio... -

  .

.  

Defatti venne eletto propio lui.

Er Somaro, contento, fece un rajo,

E allora solo er popolo bestione

S'accorse de lo sbajo

D'ave' pijato un ciuccio p'un leone!

  .

.

- Miffarolo!... Imbrojone!... Buvattaro!...

- Ho pijato possesso,

- Disse allora er Somaro - e nu' la pianto

Nemmanco si morite d'accidente;

Silenzio! e rispettate er Presidente!

  .

 

 

   

   


COMMENTI

  1. il 03 giugno, 2018 lorenzo12.rm dice:

    Er sonetto de Trilussa è delizzioso, Antonino. L’asini so’ tanti anche ora e quarche vorta so’ i leoni a trasformasse in pecorelle. Pe’ magnasse mejo er popolo. Che Dio ce la manni bbona! Ciao e grazzie.

  2. il 03 giugno, 2018 antonino dice:

    Grazie Lorenz0 sono contento che ti è piaciuta e speriamo che con la nuova situazione del governo nuovo ci convien dire CHE DIO CE LA MANDI BUONA un saluto affettuoso.

  3. il 03 giugno, 2018 antonino dice:

    Grazie Giuseppe per il sonetto di TRILUSSA spero che piacerà a tutti ti ringrazio per la magnifica coreografia, ti auguro buona domenica a te e famiglia.

  4. il 03 giugno, 2018 giuseppe3ca dice:

    Grazie a te Antonino, sei stato bravo, hai trovato il momento giusto per presentarci questo sonetto e pare che Trilussa sia stato veramente lungimirante e abbia fotografato la situazione. Ma è stato sempre così, leoni al potere e popolo pecorone che pensano debba sempre obbedire e tacere. Dicono che le cose stanno cambiando, stiamo a vedere come cambieranno e non ci resta che dire: Speriamo bene. Ciao, Buona Domenica.

  5. il 03 giugno, 2018 Gianna.vr dice:

    Ebbravo Trilussa! È un poeta molto sagace e sempre divertente: anche nel descrivere le elezioni del Presidente degli animali, con molta verve, ha saputo smascherare la sete di potere che possono avere gi asini (oltre alla loro nota cocciutaggine…).
    Che questa sia metafora della nostra storia???!! 🙁
    Comunque, Buon lavoro al nostro governo ed al Parlamento!

  6. il 03 giugno, 2018 gianna dice:

    Antonino, dopo parecchi giorni di prove su prove, chissa’ come mai sono riusciti a fare il Governo prima della Festa della Repubblica,il 2 giugno.Io mi auguro che non siano solamente chiacchiere e pochi fatti. Mio nonno diceva la politica è la cosa piu’ sporca che esista,qualsiasi colore sia. Auguro a tutte le persone che hanno avuto delle promesse che vengono risolte almeno in parte.Ma tutti sappiamo che sono bravi a fare promesse e tanti debiti tanto c’è chi li paga… noi Italiani, a reddito fisso, Io non sono molto fiduciosa,basterebbe il lavoro per quelle famiglie sull’orlo del precipizio, la sanita’ che dobbiamo aspettare 1 anno per fare una radiografia, non c’è posto ma se lo chiedi in privato domani potrai controllare il tuo stato di salute tanto atteso.Questi sono i Governi che abbiamo provato.Tanto fumo e poco arrosto.Bella la coreografia di Giuseppe come sempre bravissimo, Antonino il tuo post, è giusto solo che non si comprende molte parole dialettali,comunque bravo Antonino almeno hai avuto il coraggio di parlare del nuovo governo. Un saluto e un grazie a Antonino ma al nostro bravo Giuseppe.
    Un saluto di cuore a voi.

  7. il 03 giugno, 2018 sandra.VI dice:

    bello, questo sonetto di TRILUSSA, mi piace moltissimo ANTONINO, la sete di potere non ha limiti, come la dabbenaggine anche tra gli animali. Metto un detto di SHAKESPEARE “CHE EPOCA TERRIBILE E’QUELLA IN CUI DEGLI IDIOTI GOVERNANO DEI CIECHI” Un ringraziamento a GIUSEPPE per la bellissima coreografia e il bellissimo video coi più cari saluti, ciao buona domenica

  8. il 03 giugno, 2018 franco dice:

    Quel somaro mi ricorda qualcuno ! Quelle bestie votanti mi ricordano altre persone. Vuoi vedere che Trilussa prevedeva il futuro.

  9. il 05 giugno, 2018 giuseppe3ca dice:

    Che vorresti dire Franco, che anche te, come Trilussa, hai doti da veggente? Sono cose successe e succedono in tutti i tempi, gli uomini non cambiano mai. Comunque ogni riferimento a fatti o cose della realtà, è frutto di fantasia ed è puramente casuale. Un saluto in piena sincerità, ciao.

  10. il 05 giugno, 2018 giuseppe3ca dice:

    Un ringraziamento per tutti/e, per Gianna3 e Sandra in particolare.

  11. il 05 giugno, 2018 tonia.fi dice:

    ciao Antonino non potevo mancare ai tuoi sonetti divertenti del bravo Trilussa. Infatti leggo che sto sonetto rispecchia la realtà cioè i leoni sempre pronti e le pecorelle ubbidiscono, sempre stato così. Ben venga il nuovo, ci speriamo. Antonino sempre gentile e affettuoso, felice giornata.

  12. il 06 giugno, 2018 gabriella.bz dice:

    Ho letto Trilussa, mi aveva incuriosito alcuni anni fa, ma non mi ricordavo questo sonetto. Per il perido che viviamo hai scelto bene, non mi metto a discutere sui vari animali. Posso però dire che Giuseppe ha fatto un vero capolavoro. Bravi a entrambi ciao

  13. il 06 giugno, 2018 giuseppe3ca dice:

    Un capolavoro mi sembra un pò esagerato, grazie Gabriella per la tua benevolenza, ho solo adattato le figure al contesto del sonetto di Trulussa ed è stato bravo Antonino a tirarlo fuori al omento opportuno. Ciao


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE