Archive for maggio 24th, 2018

SORRIDERE SEMPRE

 

RACCOLTE QUA E LÀ

UN POVER’UOMO

 

Un poveretto è stato dominato tutta la vita dalle donne. Da piccolo aveva una madre possessiva e autoritaria. Sua moglie lo faceva rigar dritto, per non parlare del dispotismo della suocera e delle bizzarrie della figlia. Al lavoro aveva una direttrice comandante e pretestuosa. Dopo la sua morte, alla presenza del notaio, viene aperto il suo testamento che comincia così:

“Ecco le mie prime volontà…”

 

IL PADRE “ONOREVOLE”

Il figlio di un deputato, sorpreso in autostrada ad oltre 200 km dice al poliziotto che gli contesta l’infrazione: “Lei lo sa chi è mio padre?” L’agente risponde, senza scomporti: “ Io no e lei?”

INGENUITÀ

Una signora che sta leggendo un libro, ad un tratto dice al marito: “Caro, qui c’è un certo Leopardi che ha copiato i tuoi versi, quelli che mi mandavi quando eravamo fidanzati.

 

GENEROSITÀ

Confidenze tra amiche:

- “Stamattina ho dato cento euro ad un poveraccio.”

- “Ah si? E tuo marito che ha detto?

- “Grazie.”

DOMANDA BREVE

Qual è il femminile di «Seduto davanti alla TV?»

- «In piedi in cucina»

PREOCCUPAZIONI FUTURE

Una ragazza dice con tenerezza al suo fidanzato:

  • Vedrai tesoro, quando saremo sposati, condividerò con te tutti i tuoi problemi e le tue preoccupazioni.

  • Sei dolcissima, cara, ma io non ho né problemi né preoccupazioni.

  • Beh, è perché non siamo ancora sposati.

 

LE FASI DELLA VITA

Un uomo ha quattro fasi nella vita:

  • Quella in cui crede a Babbo Natale;

  • Quella in cui non crede più a Babbo Natale;

  • Quella in cui è lui Babbo Natale;

  • Quella in cui somiglia a Babbo Natale.

L’ULTIMO DESIDERIO

Un Direttore e due impiegati escono dall’ufficio per la pausa pranzo e per strada trovano una vecchia lampada. Sfregatala ne esce un genio che promette di esaudire un desiderio a ciascuno.

  • Voglio essere in vacanza su un’isola tropicale! Esclama il primo impiegato, e immediatamente sparisce.

  • Voglio essere su una spider con la ragazza dei miei sogni – fa il secondo, e anche lui viene accontentato.

 

E ora è la volta del Direttore:

  • Voglio che quei due fannulloni ritornino subito in ufficio!

 

Bene, io ho detto le mie, ora voi dite la vostra.