RACCONTI di NATALE 2 – di Sandra.vi

   

RACCONTO DI NATALE

 

Io ho sempre amato quella particolare atmosfera che precedeva l'arrivo del Natale, i preparativi, le luci, le strade tutte decorate. Da quando era nata mia figlia, i preparativi per gli addobbi natalizi poi man mano cresceva, i doni per lei, la sua felicità nell'aprire i pacchi che trovava sotto l'albero la mattina di Natale, la sua prima letterina di auguri nascosta sotto il tovagliolo del suo papà.

   

Quell'anno sarebbe stato un triste giorno, mio marito era morto da qualche mese e io ne sentivo tremendamente la mancanza, avevo rifiutato inviti di parenti e amici, volevo andarmene da qualche parte sola con mia figlia.

Una telefonata pose fine ai miei tristi pensieri, era il più caro amico di mio marito “signora Sandra, ho finito, chiudo, partiamo per CESUNA, lei e Laura venite con noi, prepari maglioni e gli sci, niente scuse”. Non potei rifiutare nel modo più assoluto e il mattino dopo ero in macchina con loro. Il silenzio fu presto rotto da Sergio, il figlio dei miei amici, un vero mattacchione, finì per coinvolgere anche Laura, e con mia sorpresa la sentii scoppiare a ridere e capii di aver preso la decisione giusta. Quando raggiungemmo l'altipiano, una bella sorpresa ci aspettava, non c'era neve, i prati erano tutti verdi.

CESUNA - Panorama

Arrivati a CESUNA, alla casetta dei miei amici scaricammo i bagagli e visto che non c'era neve, decidemmo di fare una passeggiata nel bosco alle nostre spalle mentre la mia amica si dava da fare adornare la casa. Per rialzare il morale dei ragazzi, decidemmo nel pomeriggio di andare ad ASIAGO, io dovevo fare qualche acquisto, cenare e sentire la Messa. Non si poteva dire che Asiago non sentisse le festività; la cittadina era uno sfavillare di luce, motivi diversi s'intrecciavano ovunque. Incrociammo degli zampognari coi loro melodiosi suoni contribuivano a rallegrare le vie.

Sembrava respirare una atmosfera particolare, fu come uno scossone per me, il dolore era mio, lo potevo chiudere nel mio cuore, non farlo pesare agli altri.... Battei le mani “Gente, abbiamo fatto tardi, i ragazzi avranno fame, cerchiamo un posto dove cenare poi andremo a Messa.”

Mentre ci avviavamo alla chiesa i primi fiocchi di neve cominciavano a cadere lenti, lenti. Fu una Messa molto sentita, un alpino suonò il silenzio, mentre la messa continuava infine un coro intonò “tu scendi dalle stelle.....” mi sentivo serena come non lo ero da tempo e, mentre abbracciavo Laura, avevo l'impressione che fossimo abbracciate a nostra volta. Come la MESSA finì, i BUON NATALE si persero nell'aria fu un fuggi, fuggi, stava nevicando sul serio, corremmo alla macchina anche noi e prendemmo il viale per CESUNA, i fari illuminavano gli abeti ai lati della strada, i fiocchi di neve li aveva tutti decorati e resi brillanti.

 

Eccoci finalmente a casa, tutta decorata dalla padrona di casa, con quella neve sembra una casa delle fate. BUON NATALE, ci scambiamo i doni, sono tutti contenti, soddisfatti di quanto hanno ricevuto. Io ricordo una frase captata a caso “vorrei mettere lo spirito di questo NATALE in un barattolo e tirarlo fuori mese per mese poco alla volta”…

 

 

 


COMMENTI

  1. il 19 dicembre, 2017 lorenzo12.rm dice:

    Lo dico e lo ripeterò sempre: Sandra, sei fantastica. Ci hai coinvolto in un’atmosfera fatata, consona al Natale che conta e che ci riempie il cuore di affetto e gratitudine, per tutte le cose belle che ci dà. Ti abbraccio, amica mia, come abbraccio l’impareggiabile amico Giuseppe. Buon Natale a tutte le nostre amiche e a tutti i nostri amici.

  2. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    Grazie Lorenzo,amico caro del tuo commento,sarebbe stato un triste NATALE ,senza la vicinanza dei miei amici,ti ringrazio della tua comprensione ,con un caro saluto auguro anche te,, buon NATALE,ricambio l’abbraccio

  3. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    Un ringraziamento al caro amico GIUSEPPE per tutto il lavoro fatto per postare il mio pezzo coi piu cari saluti ,BUON NATALE

  4. il 19 dicembre, 2017 gabriella.bz dice:

    Sandra cara vedi che alle volte il Bambino Gesu’ si accorge che avevi bisogno di compagnia, oltre che per te anche per tua figlia ancora tanto giovane. Molto bello il tuo racconto, ed il pensiero che proprio la notte di Natale abbia cominciato a nevicare deve aver rallegrato tutti. Mi piace in modo incredibile la tua ultima frase…. tiriamo fuori i barattoli mese per mese. Ti abbraccio ciao

  5. il 19 dicembre, 2017 anna b. dice:

    Cara Sandra,con delicatezza e sensibilità che ti contraddistinguono,ci hai fatto entrare in punta di piedi nell’atmosfera natalizia descrivendo in tuo bellissimo ricordo personale.Un bacio

  6. il 19 dicembre, 2017 Antonino dice:

    CAra SAndra un racconto di Natale molto toccante purtroppo nella vita queste cose succedono e ognuno di noi si chiude nel proprio dolore però abbiamo tutti un angelo che nei momenti piu tristi ci viene in aiuto e ti ha dimostrato che ti era vicino grazie deltuo racconto. ti auguro un Felice NATALE A TE E LA TUA FIGLIOLA:

  7. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    una grande verità,chiudermi in me stessa nn aiutavo certo la mia LAURA e nemmmeno me stessa,ti ringrazio GABRIELLA cara ti ho sentita vicina con tanta comprensione nel tuo commento con un abbraccio ,un caro saluto ciaoooo, bello poter togliere mese x mese dal barattolo………..

  8. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    Un ringraziamento anche te ANNA cara per la sensibilità che mi hai esternato nel tuo commento e che ho molto gradito un abbraccio con un caro saluto

  9. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    Un ringraziamento anche te ANTONINO hai fatto un commento che ho gradito molto ,contiene tante verità ci chiudiamo nel nostro dolore ,ma fortuna abbiamo un angelo che ci aiuta a ritrovare una certa serenità .Anche te tanti cari saluti e auguri di un sereno NATALE anche da parte di mia figlia

  10. il 19 dicembre, 2017 alba morsilli dice:

    Quante di noi ci ritroviamo a raccontarci queste storie di malinconia nei giorni dove tutti hanno il diritto di essere felici.
    è vero solo l’amore per i nostri figli ci fa ingoiare bocconi amari, solo per loro noi mamme sappiamo annularsi, tu Sandra con la tua piccola hai avuto una mano tesa da un amico a voi caro, e forse Lui di lassù ha visto chiaro come aiutarti te e la sua piccina.
    Che possa esserti di sereno anche questo Natale anche a distanza di anni Lui è sempre vicino a voi Buon Natale

  11. il 19 dicembre, 2017 gianna dice:

    Cara Sandra, bello il tuo post, e capisco bene che ti piaceva fare addobbi Natalizi e non solo, bello il tuo racconto in parte lo conoscevo, ma comunque capisco che i preparativi Natalizie ti piacevano a tutti penso, Certo bella la tua scielta visto che eri rimasta sola con la tua Amata fglia Laura, forse era piu’ picccola della mia. ma se conosci bene queste persone ai fatto benissimo per svagarvi e cacciare i pensieri a volte negativi di quei tempi. Mi sono commossa nel leggere che la tua bambina era riuscita fare una letterina per il Papa’,Poi purtroppo le cose erano cambiate,ai pensato bene andare fare il Natale con i vostri amici,la neve si è fatta desiderare ma alla notte di Natale la sorprese fiocchi d neve in abbondanza.Conosco quella zona di Asiago erano paesini molto belli, bravissimi questi amici, sono stati molto carini,vi portavano a sciare i ragazzi cosi si divertivano Il silenzio fu presto finito i giovani che hanno l’argento vivo avete possato un bel Natale con amici in dolce compagnia. Ma quando sentivi le risate di figlia, ai subito pensato la mia decisione e stata giusta.Avete potuto fare divertire i vostri ragazzini,Sono belli questi ricordi, anche per laura sara’ stato molto difficile.Il padre è una figura importante in famiglia,Bella la coreografia e bravissima per ricordare quel periodo che penso non si possa dimenticare mai. Bravissima Sandra . Giuseppe per la sua coreografia,è Complimenti a Sandra per questa grande memoria.Auguro e felice Natale per tutti !!!

  12. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    grazie ALBA cara per il tuo gradito commento ,verissimo per i nostri figli ingoiamo tanti bocconi amari ,provvidenziale l’aiuto di un amico.anche i nostri cari sono sempre con noi ,un caro saluto un abbraccio

  13. il 19 dicembre, 2017 sandra.VI dice:

    SEIsempre cara GIANNA,grazie del tuo bel commento,certo che vedere felice mia figlia ,mi ha resa serena e ho passato un NATALE RILASSATA COI MIEI CARI AMICI ,UN CAOSALUTO UN ABBRACCIO DI CUORE BUO NATALE ANCHE TE


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE