IL CANE ALLO SPECCHIO proposto da Gianna.vr

     

L’Amica Gianna.vr ci ha inviato questa breve storiella molto significativa e, con il dovuto ringraziamento per l’autore, la pubblichiamo volentieri perché contiene una morale altamente educativa che aiuta a riflettere sui nostri comportamenti nei confronti del prossimo.

 

 

IL CANE ALO SPECCHIO

Vagabondando qua e là, un grosso cane finì in una stanza in cui le pareti erano dei grandi specchi.

Così si vide improvvisamente circondato da cani. Si infuriò, cominciò a digrignare i denti e a ringhiare. Tutti i cani delle pareti, naturalmente, fecero altrettanto, scoprendo le loro minacciose zanne.

Il cane cominciò a girare vorticosamente su se stesso per difendersi contro gli attaccanti, poi abbaiando rabbiosamente si scagliò contro uno dei suoi presunti assalitori.

Finì a terra tramortito e sanguinante per il tremendo urto contro lo specchio.

Avesse scodinzolato in modo amichevole una sola volta, tutti i cani degli specchi l'avrebbero ricambiato. E sarebbe stato un incontro festoso.

Bruno Ferrero (1)

   

 (1) - Bruno Ferrero (5 maggio 1946) è presbitero e scrittore italiano appartenente ai Salesiani. Esperto di catechetica con una licenza in Teologia, è stato direttore editoriale della casa editrice salesiana. Come scrittore tratta temi di natura etica e religiosa.

         


COMMENTI

  1. il 09 novembre, 2017 lorenzo12.rm dice:

    Morale della favola: mostriamoci sempre amichevoli perché ci conviene. Ma chi ha messo tutti gli specchi è un vero sadico. Grazie, Gianna e Giuseppe.

  2. il 09 novembre, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    Prezioso consiglio il tuo Lorenzo ma sai bene che la vita è come una sala degli specchi e purtroppo si incontrano molte persone che reagiscono come il cane rabbioso procurando danno a sé stessi. Noi siamo dalla parte del cane che scodinzola, ovvero siamo quelli che sappiamo sorridere e stringere la mano in qualsiasi circostanza. Grazie, un abbraccio, ciao.

  3. il 09 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    Lorenzo io non credo che chi ha messo gli specchi sia un sadico… Forse voleva solo farci.. riflettere!! Non è poi vero che la nostra vita si attua in mezzo agli altri, che, spesso sono lo specchio dei nostri atteggiamenti verso di loro?
    Grazie, comunque, del tuo commento, che arricchisce la riflessione..

  4. il 09 novembre, 2017 anna b. dice:

    Concordo con il pensiero di Lorenzo, il morale della favola è proprio mostriamoci amichevoli perchè ci conviene. Lo specchio rappresenta le altre sfaccettature.

  5. il 09 novembre, 2017 franco dice:

    Bella storiella/metafora, in realtà da non molto hanno scoperto i “neutoni specchio” ,che sono quelli che permettono ai bimbi piccoli di imparare per empatia , vedono fare una cosa e la ripetono, questo avviene anche con gli animali. Comunque c’è una massima che dice ” incontra la vita con un sorriso e riceverai un sorriso”.

  6. il 09 novembre, 2017 gianna dice:

    Gianna,vr; Molto bella questa Storia(IL CANE ALLO SPECCHIO)il rifresso di sè,La storia narra di un Transfert ed è molto piena di risvolti Psicologici..Il cane allo specchio, vagabondando qua e là un grosso cane fini in una stanza dove le pareti erano di grandi specchi, cosi si improvvisamente circondato da cani.Si infuriò cominciando a digrignare i denti a ringhiare .tutti fecero altrettanto scoprendo le loro minacciose zanne. il cane cominciò a girare vorticosamente su se stesso per diffendersi agli attacchi,poi latrando rabbiosamente si scagliò contro uno uno dei presunti assalitori.fini a terra trasmortito e sanguinante per quel tremendo urto contro lo specchio…Avesse scodinzolato una sola volta, tutti i cani l’avebbero ricambiato. E sarebbe stato in incontro festoso.In psicologia il Transsfert è un meccanismo inconscio che tende a spostare alcuni schermi di pensiero di situazione significative vissute in passato e traslarle in situazioni attuali. questo cane ostile perche’ in passato era stato coinvolto in uma situazione di conflitto.é solo una colpevolezza di questo gli avrebbe evitato di combattere contro i fantasmi presenti,nella sua mente ed evitare di farsi male. Questa parabola spiega come un preconcetto definiscono il mondo che ci circonda.Noi vediamo, ciò che crediamo.una bella storia di Psicologia molto bella.Gianna,vr e Giuseppe.Un saluto

  7. il 09 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    Anna, è proprio così: essere amichevoli non solo fa bene agli altri ma, prima ancora, fa bene a noi stessi!

  8. il 09 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    Franco… sei avanti!! Io non sapevo di questi neuroni-specchio… Mi conforta però sapere che le scoperte scientifiche, spesso, confermano quello che è raccolto e raccontato nelle massime e nelle storie.
    Sorridiamo quindi alla vita!

  9. il 09 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    E’ proprio vero, Gianna3: uno tende a riproporre schemi di atteggiamento e comportamento che, per primi, sono stati usati verso di lui per cui, se una persona è stata amata più facilmente sarà disposta ad amare mentre se ha percepito indifferenza o abbandono, più difficilmente sarà aperto e disponibile verso gli altri.
    Ma, io credo, non tutto è così già determinato per cui, come dici bene tu, con la consapevolezza del proprio passato, è possibile modificare questo meccanismo e liberarci dai nostri fantasmi. Il futuro è nelle nostre mani.

  10. il 09 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    Grazie a Giuseppe per l’azzeccatissima regia! Il video musicale, come succede da un po’ di tempo, io riesco a visualizzarlo solo passando da internet (eldy il bosco).

  11. il 10 novembre, 2017 gabriella.bz dice:

    Gianna.vr io ti posso dire che lo specchio è un amico, non ti racconta le bugie. Se sei triste ti riflette triste ,se sorridi ti vedi sorridente e se invece piangi, vedi le tue lacrime che sembrano scorrere sullo specchio. Un saluto ciao

  12. il 10 novembre, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    Grazie a te GiannaVR, bellissima la favoletta di Bruno Ferrero, hai fatto bene a presentarla. Per me è sempre un piacere collaborare alle belle iniziative utili per tutti i Boscaioli. Relativamente al problema dei video ne ha conoscenza anche la Direzione di Eldy e spero che risolvano presto. Un caro saluto, ciao.

  13. il 10 novembre, 2017 gianna.vr dice:

    Gabriella, lo specchio è un amico e ci aiuta a conoscerci, senza falsità. Anche gli amici possono essere per noi specchio ed aiutarci a capire chi siamo… Un salutone a te!


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE