Archive for novembre, 2017

COMUNICAZIONE

   

COMUNICAZIONE

 

Con tanti anni di assiduo e costante lavoro abbiamo reso il Bosco un blog di socializzazione e aggregazione tra buoni amici, il nostro “salotto buono”, dove tutti possono partecipare con propri lavori ed esprimere serenamente e liberamente, in tempo reale, il proprio pensiero ma a causa del verificarsi di qualche inusuale interferenza al di fuori dell’etica da parte di persone che credono di poter esprimere impunemente parole lesive nei confronti degli amici e collaboratori del Bosco, ci vediamo costretti a ripristinare il controllo dei commenti in ingresso nei nostri post, fermandoli temporaneamente in moderazione per la successiva approvazione. Si precisa fin d’ora che ogni commento non conforme alle norme di correttezza, verrà inesorabilmente cestinato senza alcuna giustificazione.

Chiediamo scusa a tutti gli affezionati boscaioli ai quali rivolgiamo un sincero ringraziamento per l’impegno sempre dimostrato con serietà, correttezza e rispetto per il blog e per gli Amici, confermando che, come da nostra consuetudine, vogliamo continuare come abbiamo fatto finora ed anche con maggiore lena e coraggio.

Le difficoltà e gli ostacoli per noi funzionano come una seduta d'allenamento e ci rafforzano.

Un sentito grazie per tutte le Amiche e Amici che hanno sempre dimostrato lealtà e stima per questa meravigliosa, impareggiabile e insostituibile oasi di pace qual’è il nostro amato Bosco.

Chi vuole può unirsi a noi, il Bosco è grande e accoglie tutte le persone di buona volontà.

Dalla Direzione di Eldy, un saluto per tutti da parte dell’Ing. Enrico Neri. Grazie!

 

 

 

É ARRIVATO NOVEMBRE

BUON MESE DI NOVEMBRE DI SERENITÀ E PACE PER TUTTI

     

NOVEMBRE  di Giovanni Pascoli

Gemmea l'aria, il sole così chiaro che tu ricerchi gli albicocchi in fiore, e del prunalbo l'odorino amaro senti nel cuore...

Ma secco è il pruno, e le stecchite piante di nere trame segnano il sereno, e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante sembra il terreno.

Silenzio, intorno: solo, alle ventate, odi lontano, da giardini ed orti, di foglie un cader fragile.

E' l'estate fredda, dei morti.

Giovanni Pascoli

   

Eros Ramazzotti - Sta passndo nocembre