LA FURBIZIA È FEMMINA

 

LA FURBIZIA È FEMMINA

 

Un’amica ci manda questa storia molto carina, dice che l’ha rilevata dal web e serve a dare la dimostrazione che la furbizia è femmina.

 

separatori (97)

C’era un uomo che aveva lavorato tutta la vita, aveva risparmiato tanti soldi perché quando si trattava di spenderli era un vero ‘AVARO’.

Sentendosi avvicinare la fine dei suoi giorni, chiamò a sé la moglie e disse: “Quando muoio, voglio che tu prenda questa scatola con tutti i miei soldi e li metta nella bara, voglio portarli con me nell’aldilà.”

 

soldi4

 

Si fece promettere con tutto il cuore e fece giurare la moglie, che, quando sarebbe morto, lei avrebbe messo tutti i suoi soldi nella bara con lui.

L’uomo morì.

In preparazione delle esequie l’uomo era steso nella bara con vicino la moglie, vestita a lutto, seduta a fianco della sua migliore amica che conosceva la storia della promessa e relativo giuramento.

Quando si preparavano a chiudere la bara, la moglie disse: “Aspettate un momento!” Aveva in mano la scatola, si avvicinò alla bara e la mise accanto al corpo esanime del marito. Chiusero la bara e la portarono via. A questo punto la sua amica le disse: “Ragazza, non penso che sei così stupida d’aver messo tutto quel denaro con tuo marito ma spiegami cosa hai messo nella bara.”

La moglie, fedele al giuramento prestato, rispose:

“Senti, io sono una persona credente, ho giurato e non posso tornare sulle mie parole. Gli ho promesso che avrei messo quei soldi nella bara con lui e ho mantenuto fede al giuramento.”

“Vuoi dire che hai messo tutto quel denaro dentro la bara con lui!?!?!?”

 

Pacco nat. 00

 

“Certo che l’ho fatto!” disse la moglie. “Ho preso tutto il denaro e l’ho messo sul mio conto in banca, poi ho fatto un assegno per tutto l’importo, l’ho chiuso in quella scatola e, come hai visto, l’ho messa nella bara. Quando lo vuole incassare può spendere tutti i suoi soldi per i bisogni nell’aldilà.”

(fonte web)

Gif separatori - interrog. blu

 

Ora ho capito perché la furbizia è donna, infatti per citare l’animale che rappresenta la furbizia per eccellenza diciamo:

“LA VOLPE” e non “IL VOLPE”.

 

piccola volpe

 

 

Una raccomandazione per tutti:

“Con le donne sempre massima cautela e i soldi lasciateli agli eredi su questa terra… nell’aldilà non servono” .

 

Giuseppe - A

 

Gif separatori - interrog. blu

 

BETTY CURTIS. SOLDI SOLDI SOLDI

Immagine anteprima YouTube

 

Gif separatori - interrog. blu

 


COMMENTI

  1. il 30 marzo, 2017 lorenzo12.rm dice:

    Ah i maledetti soldi e beata l’ignoranza. Questa è una storia che dovrebbe insegnare qualcosa a tutti: ad esempio che i soldi non servono nell’al di là, ma anche nell’al di qua se legano le anime di uomini e donne e li rovinano per sempre. D’altra parte il detto evangelico è chiaro: da’ tutto ciò che hai ai poveri e seguimi, disse Gesù a colui che voleva diventare suo discepolo. E l’uomo si rattristò e andò via. Chi vuole intendere intenda. Grazie a Giuseppe e alla volpe (femmina o maschio che sia).

  2. il 30 marzo, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    Grande Lorenzo… il richiamo ai Vangeli è sempre un utile riferimento per capire il comportamento umano spesso deviato dal miraggio dei soldi. Raccogliamo con umiltà l’insegnamento della simpatica storiella, indipendentemente dalla furbizia che può essere maschile o femmnile. Grazie, un caro saluto.

  3. il 30 marzo, 2017 carlina dice:

    e bravo Giuseppe, x avere riportato questa simpatica storiella trasmessati da un’amica, che in fondo tanto storiella non è, anzi, insegna tante cose, è solo questione di intelligenza e, chi vuole capire può farlo benissimo, i soldi sono molto “interessanti” x tutti basta saperli gestire, la signora ha capito l’antifona del marito e di conseguenza si è comportata, evviva “La volpe”, il disco è perfetto x l’accompagnamento

  4. il 30 marzo, 2017 giuseppe3ca dice:

    Belle parole Carlina… vero, i soldi sono necessari e bisogna saperli gestire, quando si hanno, se non ne hai non puoi gestire niente. La signora aveva capito l’antifona e ha fatto in modo di poterli gestire lei per conto del marito, tanto l’assegno era bloccato e non trasferibile… ahahah. Grazie, un sorriso, ciao.

  5. il 30 marzo, 2017 franco dice:

    Bellissima…è giusto che ci siano donne “furbe” finchè ci sono uomini stupiti !

  6. il 30 marzo, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    Esiste anche il contrario Franco… di ogni cosa si trova pure l’opposto.

  7. il 30 marzo, 2017 tonia.fi dice:

    Simpatica questa storiella, ci fa capire che noi donne abbiamo dei punti in più e questo ci aiuta a vivere meglio e ci dà forza per districarci tra tante incognite e disagi della vita.

  8. il 30 marzo, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    È giusto una storiella per stare insieme in allegria. Va bene Antonella, siete brave ma non inorgoglirti troppo e continua a vivere serena. Un saluto, ciao.

  9. il 30 marzo, 2017 franco dice:

    Caro Giuseppe le donne sanno bene che i soldi si spendono in terra(in vita) e subito.Poi a loro basta far vedere un pò delle loro belle cosette e l’uomo perde tutte le furbizie di questo mondo , vita e storia lo insegnano, in furbizia le migliori sono loro non c’è gara!

  10. il 30 marzo, 2017 sandra.VI dice:

    Bella sipatica storiella GIUEPPE,”da noi si dice che la donna ne sa una più del diavolo”, che i “danè fan danà” i soldi fanno dannare. Io penso che la signora ha dimostrato una bella intelligenza. Ubbidiente, discreta nn si è mai opposta ai desideri del marito, versare i soldi in banca e trasformarli in assegno è stato come prendere due piccioni con una fava, ubbidiente fino in fondo, ma….. nn esageriamo, bella anche la canzone un caro saluto.

  11. il 30 marzo, 2017 Giuseppe3.ca dice:

    Non c’è dubbio, sono le migliori, è la regola ma nel pregresso storico penso che ci siano state anche delle eccezioni, magari rare ma sufficienti per non demoralizzarci troppo. Ciao.

  12. il 30 marzo, 2017 giuseppe3ca dice:

    Tutto perfetto Sandra, una storiella per tenerci allegri. Si la signora si è dimostrata molto pratica, ha ottemperato al giuramento e non ha perso i soldi e tutti vissero felici e contenti. Una bella favola, grazie, saluto ricambiato con stima, ciao.


LASCIA UN PENSIERO


Inserite il vostro commento.
I COMMENTI DEVONO ESSERE PERTINENTI ALL ARGOMENTO A CUI SI RIFERISCONO E NON DEVONO ESSERE INSULTANTI PER CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO O PER UN ALTRO COMMENTATORE