Archive for gennaio 3rd, 2016

LA DOMENICA DEL BOSCO

    a buona domenica ordchi   Albero di Natale anim. 8

 UN PRANZO DI NATALE PARTICOLARE

PAROLE E FATTI

 

Non bastano le parole per dimostrare la solidarietà e l'opera di volontariato, sono necessari più che mai i fatti e l’Amica Alba Morsilli ce ne dà una dimostrazione pratica con questo suo racconto che pubblichiamo dopo qualche giorno ma sempre nel clima delle festività di Natale.

Grazie Alba: una bella lezione di vita, il Bosco te ne rende merito.

 

Giuseppe_24988

 

 barra separ. quadratini colorati Post by Alba Morsilli

   

Pranzo di Natale S.Egidio

 

Ci sono delle circostanze nella vita di ognuno di noi che se anche gli anni passano, si ritrovano puntualmente come fossero delle cambiali.

Mentre sai benissimo che non hai fatto nessun debito, la mia cambiale scade il 25 Dicembre. Festa della famiglia, quella famiglia che si è assottigliata da dimenticarsi che esiste ancora un ramo secco.

 Perciò oggi, giorno di Natale, ho fatto una scelta: vivere il Natale con gli ultimi.

  is  

Son partita da casa con delle idee un po’ controverse, insicura di quello che andavo a fare. Giunta sul posto vedo tutto apparecchiato a festa dopo i saluti e i convenevoli di rito, mi consegnano un grembiule e mi appiccicano al petto un cartellino della “Associazione S.Egidio” con il mio nome. Mi indicano i tavoli da servire a me destinati: cinque tavoli per dieci persone ciascuno, in totale cinquanta persone.

  galateo-a-tavola-bon-ton-e-buone-maniere1-628x418-custom  

Curiosa come una scimmia domando: “Ma tutto questo ben di Dio da dove viene?”

Mi risposero sono frutto delle industrie sponsor. Capisco che tutto era donato dalle grandi fabbriche dolciarie come per l’antipasto dai salumifici e così via per tutto il resto.

Ore 12,30 la responsabile ci dice è ora di aprire le porte e noi in fila ad aspettarli.

Nella mia mente mi aspettavo di vedere persone anziane, barboni che magari si erano lavati per l’occasione, donne vecchie e trasandate.

  igboma14[1][1]  

CIELO!! CIELO!! Niente di tutto questo, che cosa vedono i miei occhi: ragazzi, giovani madri con bambini piccoli, famiglie di ogni etnia e colore.

Non credo che tutti siano cristiani ma il Buon Natale poliglotto non l’avevo mai vissuto o sentito.

Un gruppo di signore si è presentato vestite con i loro abiti tradizionali che usano per le feste, abiti lunghi pieni di colore dal giallo al rosso, con dei bellissimi turbanti. Erano veramente belle, per non parlare delle bambine con quelle treccine piccolissime, quei bei musetti e gli occhi vispi.

  igbo[1][1]  

Li accompagno ai tavoli, li faccio accomodare ai lori posti ed inizio a servire stando attenta a non confondere l’antipasto dei mussulmani (niente maiale) perciò per loro niente affettato.

  01 Antipasto vegetariano Antipasto_al_Italiana             spaghetti-alla-carbonara-di-zucchine

Il loro comportamento a tavola è molto pacato, non si abbuffano come noi siamo soliti fare.

Tra una portata e l’altra parlo con loro, uno capisce e risponde in italiano. Mi dice “Siamo tutte persone venute con i barconi della morte” “Vedi quella signora ha perso due figli, cinque e otto anni” Mi giro e guardo quel volto rigato di lacrime. Mi avvicino la stringo in un abbraccio e la bacio, mi sono meravigliata di me stessa è stato così tutto spontaneo che non ho avuto il tempo di pensare. So solo che era una mamma che piangeva i suoi figli.

  bimbi negri  

In quel momento mi si illumina la mente e capisco perché Papa Francesco ha voluto l’anno della Misericordia, quante cose dobbiamo ancora imparare sulla esigenza di solidarietà tra gli esseri umani.

  Couple1-5[1][2]  

Toccarle con mano è tutto un’altra cosa, le vivi e come sempre ci dai di naso. Però devo riconoscere la loro grande dignità, loro non sono venuti al pranzo dei “poveri”, ma al pranzo degli amici, perché qui si sono ritrovati essendo sparsi per la città dopo il loro lungo esodo dalle loro terre.

Erano felici e lo hanno dimostrato con i loro canti e balli.

Li ho baciati tutti ad uno a uno, nessuno, dico, nessuno ha sbiadito il suo colore sulla mia pelle, sono autentici uomini di colore.

Mi ritrovo qui seduta a scrivere ancora calda della giornata per dire:

“PACE PER TUTTI GLI UOMINI DELLA TERRA”

 

albaa

 

barra separ. quadratini colorati