Archive for novembre 8th, 2015

LA DOMENICA DEL BOSCO

   

Buona_Domeni_14442

 

VOLARE

 ...................

Penso che un sogno così non ritorni mai più, mi dipingevo le mani e la faccia di blu, poi d'improvviso venivo dal vento rapito e incominciavo a volare nel cielo infinito....

....................

 

 

Questi sono i versi di una canzone italiana portata al successo mondiale dalla inimitabile voce di Domenico Modugno, poi replicata da altre voci italiane e straniere in tutte le lingue del mondo.

 Con questa premessa l’Amico Gugli racconta oggi, per la Domenica del Bosco, questa simpatica storiella.

separatori (212)

Post by Gugli8.fi

 

Aereo  Alitalia

VOGLIA DI VOLARE

 

In parte questo sogno, per me, si  realizzato! Fin da piccolo sognavo di volare, inteso il volo in aereo. Dunque, stimolato da questo desiderio, già da ragazzetto, prendevo il bus e andavo a Peretola, la località alla periferia di Firenze dove c'è l’aeroporto internazionale "Amerigo Vespucci", unicamente per vedere gli aerei che si alzavano in volo e lì, chiudendo gli occhi, sognavo di volare con loro.

aeroporto_firenze[1]

 

E' un aeroporto importante per chi viaggia per l'Europa e per l'interno dell'Italia ed io, pur restando con i piedi ben piantati al suolo, pensavo di alzarmi in volo nel cielo.

A volte, però, i casi della vita ti permettono di realizzare i sogni.

L'altra mattina un mio caro amico mi ha invitato a fare una visita a Peccioli vicino Pisa, dove c'è una piccola aviostazione nella quale tiene, in un apposito capannone che funge da hangar, il suo ultraleggero (colore rosso tipo "Asso 5").

12 - Piper Cherokee PA28 180

Siamo arrivati abbiamo aperto il capannone ed ecco lì l’aereo, sembrava che ci aspettasse ma in realtà era la mia emozione a farmi pensare questo. Con cura abbiamo rimosso il telone di protezione e con altrettanta cura abbiamo provveduto a spingerlo manualmente per portarlo all’aperto nel prato.

 Prima di ogni decollo sono d’obbligo i controlli di routine, sono controlli a vista ma fatti con cura, al motore, ai timoni, sopra e sotto. Dopo aver fatto questa controllatina abbiamo messo in moto e immediatamente il motore con il suo ruggito ha fatto sentire tutta la sua forza. Ci siamo sistemati nei sedili, indossato le cuffie e allacciato le cinture di sicurezza. Piano, piano ci siamo avviati sulla pista e aumentando via, via la velocità eccoci staccati da terra e via su nel cielo. Il momento del decollo è un momento di grande attenzione ed anche di tensione ma dura pochi minuti.

2011_08_30_18_33_05L'isola di Gorgona nell'Arcipelago Toscano

 

Siamo in volo non stavo nella pelle, non era la prima volta che volavo e ogni volta è una emozione diversa. Eravamo sulla costa, panorama stupendo, sopra Cecina, piena di villeggianti. Si vedeva bene la Gorgona e anche l'isola d'Elba sembrava di toccarle con una mano, uno spettacolo stupendo cielo blu, mare idem, poi tutto quel formicaio di persone, cosa belle da vedere, una visione diversa, abituati a vedere dal basso, guardare dall'alto è tutta altra cosa. Un volo di un'oretta. Siamo rientrati atterraggio perfetto. Ritorno a sognare. Penso che un sogno così non ritorni mai più... Si è realizzato e lo racconto. Scusate l'emozione.

 

Guglielmo

 

separatori (212)

 

DOMENICO MODUGNO - VOLARE