Archive for settembre 12th, 2015

LA DOMENICA DEL BOSCO

Le_nostre_ru_37270

 

Buona Domenica

 

Il mio personale plauso, ma spero anche quello di tutti i lettori, per questo post della bravissima collaboratrice Gabriella.bz. Grazie!

 

Giuseppe_35555

    separatori-178

 Un post di Gabriella.bz

Img Titolo  

Poche settimane fa con amici abbiamo deciso di raggiungere il lago di Tovel, che si trova in Val di Non, nel Trentino. Siamo andati fino al penultimo parcheggio in macchina, poi ci siamo avviati per una strada bianca in salita che costringeva a camminare con passo calmo ma deciso. Finita l’ascesa abbiamo cominciato a camminare tranquilli lungo la sponda del lago, la via è lunga ma bella, dò uno sguardo attorno e mi ritorna in mente quando, ancora ragazzina, arrivavo in questo punto ed il lago era rosso, una magia!

__049998___tovel

Il lago di Tovel com'era una volta

 

Ora del rosso rimangono solo i dipinti, le immagini di ogni tipo ed epoche e le registrazioni video amatoriali. Per tutti coloro che lo hanno conosciuto anche solo un po’ credo che sia rimasta in loro una grande nostalgia. Per chi lo visita oggi ma ne conosce la storia e ne ha visto le immagini credo che non vedere più il colore rosso, lasci nell’animo un grande rammarico per non aver potuto ammirare, a suo tempo, una sì rara bellezza.

 

gino6Dipinto del lago Tovel su una cartolina d’epoca

 

Il lago è sempre molto famoso e meta di villeggiatura, o anche per la visita di un sol giorno. Per chi arriva oggi penso che abbia dentro di sé una grande speranza, vedere, possibilmente, ancora qualche chiazza di rosso. Forse non chiederebbe di vederlo tutto rosso come era una volta, sarebbe troppo, ma un po’ di quel colore rosso rubino si, senza dubbio. La prima sono io a sognare quel miraggio, ma sono certa che ci sono tanti altri individui, semplici persone che amano la montagna e scienziati o studiosi del fenomeno, ad avere il desiderio tanto grande di rivedere il lago rosso come una volta.

 

 

 Fulber_5_4Il lago d’una volta con il suo caratteristico colore rosso

   

gino12 Il lago in un dipinto d'epoca

Il lago ora ha un colore verde, mi domando se sono le montagne che si riflettono nel lago a darle quel bellissimo colore verde splendente.

11889405_932533040147990_7003738057986066937_n Il lago di Tovel nella sua colorazione attuale

 

Fino a pochi anni fa, la colorazione rossa era stata erroneamente attribuita all’alga unicellulare Glenodium sanguineum. Successivamente, invece, hanno accertato che è l’alga Tovellia sanguineum, che lo colorava, ma nessuno sa dire con esattezza il perché non si tinga nuovamente di rosso. Quello che al lago rimarrà sempre sono le montagne che lo costeggiano, ossia il Parco naturale provinciale Adamello Brenta, una delle tante perle delle Dolomiti.

 

11742769_915939281807366_8994993963924391022_n

11870752_10204320078994763_3649946957959535440_n 11870768_10204320079594778_8743836207075510166_n

11892276_10204320079274770_1846237119943733582_n

Alcune visioni attuali del lago di Tovel

Vogliamo fare una passeggiata? Il lago è appunto in una conca tra le montagne, possiamo girare attorno con tranquillità. Per il primo pezzo possiamo andare senza paura di mettere i piedi in fallo, la stradina è sicura e scorrevole e si notano alcune baite, non tante ma tutte molto belle. Dopo aver camminato per un bel po’ si arriva a Rislà, è il nome di un ruscello che scende dalla montagna, ma è anche un posto dove potersi fermare per riposare e fare qualche foto ricordo.

 

Lago.di.Tovel-800RISLA'Lago di Tovel Rislà

 

Tutt’intorno è splendido, noto un paio di orchidee selvatiche in mezzo ad altri fiori di montagna, forse non ho ancora detto che siamo a quasi 1200m. di altitudine.

 

11407314_1007875012578448_7329029861644298487_nOrchidea selvatica e altre fioriture di montagna

 

A passo lento possiamo continuare il giro e un po’ alla volta si va avanti ma bisogna stare molto attenti e tenersi ben saldi alle protezioni in ferro sistemate proprio all’occorrenza onde evitare cadute accidentali. Un po’ di oculatezza e attenzione, è sempre necessaria. Guardo ancora questa meraviglia sempre come fosse la prima volta, il verde che si rispecchia nel lago sembra il colore di un dipinto di un grande artista.

11665363_914615048606456_2644225033902423895_n

 

11694939_921630334571594_618485843987849901_n

 

Altre immagni del lago

Continuiamo a camminare ora non c’è più pericolo, si continua nella classica strada di montagna, ai lati fiori variopinti di splendidi colori anche se noto che alcuni cominciano ad appassire. La causa può essere la scarsità di pioggia oltre la stagione che in montagna comincia ad essere un po’ avanti. Da questo lato noto che il livello del lago è più basso, non me ne ero accorta all’arrivo, poi mi prometto di chiedere informazioni sul motivo di questo abbassamento.

 

1278600716_1278600567D_IMG_3870_LagodiTovel_GasthausCaratteristica baita delle valli Dolomitiche

   

Entriamo in un bar per prendere il caffè o una bibita, mentre attendo osservo le cartoline, forse è difficile crederlo, ma sebbene sia dal 1964 che l’acqua non si tinge più di rosso le cartoline sono tutte con il lago rosso!! Arriviamo alla baita dove siamo ospiti e chiedo come mai il lago si sia abbassato, mi rispondono che il fenomeno è dovuto alla scarsità delle piogge, e la poca neve accumulatasi d’inverno sui ghiacciai e questo fa sì che il lago si abbassi, ma si preoccupano di precisare che l’acqua del lago è comunque potabile, solo che bisogna scegliere un posto dove non ci siano foglie o fiori che galleggiano. Può essere pure potabile e si potrebbe bere tranquillamente ma ci sono i ragazzini che nuotano quindi meglio bene dai ruscelli, rispondo io.

 

11737938_921637311237563_1057703542584102966_n

11745315_921629017905059_5657578258410528287_n Le vette intorno e la spiaggetta

   

 Giro lentamente il capo voltandomi leggermente indietro per avere un’ultima visione delle montagne, del lago, della baita e saluto tutti. La gita è terminata, alcuni km di strada e siamo a casa, con la nostalgia nel cuore di un posto tanto bello… ciao Tovel!!!

11737992_1033927549973194_1940953605303210200_nTramonto sul lago di Tovel

 

Alcune amiche/amici ricorderanno che avevo già descritto la bellezza del Lago di Tovel in un altro racconto ma, mentre la prima versione riguardava una mia gita scolastica in età giovanile, ora, in questa escursione con amici in età adulta, ho voluto rivedere il lago nella situazione attuale e raccontarlo per coloro che non avevano letto il primo racconto.

 

11898603_10204320080794808_2568109996863829563_nAltra visione con le rocce affioranti

 

lago-tovel-e-val-di-nonE infine una romantica visione con le montagne innevate e in primo piano la barca che ispira il sogno di due cuori innamorati

Grazie cari Amici e

 

buonadomenicacieloper tutti

 

Gabriella_64296 

Barra separ. fiorellini blu  

El Lago de los Cisnes - Chaikovski  9.46