Archive for agosto 5th, 2015

Consigli per il caldo !!

paperino_caldo  

CONSIGLI PER IL CALDO

 

L’Italia in questi giorni soffoca per il caldo in particolare nelle città, poiché il mix di inquinamento e il caldo può pertanto costituire una ambata micidiale, non solo per i soggetti deboli, come anziani e bambini, ma anche per i giovani e adulti.L’innalzamento della temperatura incide indubbiamente anche sulla crescita delle malattie infettive e alimentari, consiste dalle punture di vari insetti a del cibo avariato, cosa fare? Prevenire è meglio che curare, è uno slogano datato ma sempre valido.

Consigli:

  • bere molto almeno 2 litri di acqua,

  • mangiare cibi leggeri (frutta e verdura)

  • evitare cibi grassi e calorici ( salumi fritti formaggi fritture dolciumi ecc.)

  • evitare di uscire nelle ore calde dalle 11. alle 18.00

  • vestirsi con vestiti leggeri e comodi

  • evitare di stare nei parchi urbani dove si registrano alti valori di ozono

  • evitare le attività fisiche e gli sforzi

  • stare al riparo del sole, e coprire il capo con un cappello

  • riparare gli occhi dai raggi solari con occhiali da sole

  • evitare gli alcolici

  • conservate i farmaci, nella loro confezione, lontano da fonti di calore e irradiazioni solari.

Per punture di insetti, con o senza pungiglione (api, vespe, calabroni, zanzare, tafani), la parte lesa è arrossata e tumefatta, si ha prurito e dolore, se si ha il pungiglione, lo si può estrarre con una punta di ago, mettere ammoniaca o tintura di iodio o pomata antiallergica. Se si attiva il condizionatore farlo con moderazione, non creare eccessivi sbalzi di temperatura in quanto può creare scompenso fisico ( allergie e problemi respiratori). In auto l’aria condizionata va regolata in modo che ci sia differenza non superiore a 5 gradi tra interno e esterno. Se si usano ventilatori meccanici, non indirizzateli direttamente sulle persone.

Sintomi iniziali di malore:

I primi sintomi di malore da caldo, insorge del mal di testa e senso di debolezza, quasi svenimento, ansia nausea e sete intensa, a volte crampi, tachicardia e dolori al torace, accelerazione del battito cardiaco e respiro superficiale, il soggetto può andare in shock.E’ sufficiente a volte a far riprendere il soggetto, portandolo dal luogo surriscaldato in un luogo fresco; ma questo va fatto senza sbalzi di temperatura, occorre slacciare gli indumenti al paziente, ventilandolo moderatamente, applicandogli borse di ghiaccio o impacchi di acqua fredda e, se è possibile misurargli la temperatura corporea. Se è cosciente, somministrargli bevanda zuccherata, cercando di ristabilire l’alterato equilibrio idrosalino. Se vi fosse arresto della respirazione, praticare la respirazione artificiale, chiamare con urgenza i soccorsi. Importante è tenere controllata la pressione se si è affetti da patologie croniche, i medicinali che si assumono, possono provocare con il caldo alterazioni, avendo sintomi come febbre spossatezza ecc., non abbandonare la cura, ma chiedere consigli al proprio medico. Ricordiamo che con il caldo, si ha dilatazione delle arterie, avendo abbassamento di pressione.

 

Per chi viaggia:

Meglio evitare le ore di punta, viaggiare se è possibile di notte evitando così non solo le alte temperature, ma anche il traffico. Per i bambini che viaggiano nei sedili posteriori: mettere delle tendine sui finestrini per creare ombra, controllare se gli stessi soffrono per l’aria condizionata o viceversa, fare tante soste per potergli far prendere un pò di aria.

 

P.S- Il discorso dei bambini in auto vale anche per i nostri amici animali che hanno bisogno di bere molto e fare i loro bisogni.

      caldo-fuori-zitto1       Nembo_45205  

 

Edoardo Vianello - Il peperone