IMMIGRAZIONE e INTEGRAZIONE

BBBB 20150304_migranti

Uno dei temi più complessi della nostra società, che coinvolge senso etico e civile, specialmente in questi mesi, in questi giorni, è proprio questo fenomeno. Di questo fenomeno si è già scritto e commentato in questo Blog, ma da quando si è sviscerato questo tema a oggi molte cose sono cambiate, è doveroso come notizia prendere in esame il fenomeno immigrazione per poi discutere e, commentare con voi questo problema che sta attanagliando l’Italia e l’Europa. Va, preliminarmente, evidenziato, che l’immigrazione non è a dispetto di quanto vorrebbero far credere i soliti noti per mascherare altre notizie più allarmanti il primo dei problemi dell’Italia, Grecia, tutt’altro. Esso, comunque, ha avuto il potere di stravolgere negativamente il volto della nostra Patria e, a supporto di tale evidente conclusione, vi sono inconfutabili stati di fatto che denotano come tale fenomeno abbia portato solo problemi e nessun beneficio, complice la totale incapacità di chi, chiamato a gestire, ha dato il peggio che poteva dare, tale incapacità è da intendersi ai tre poteri (legislativo, esecutivo e, giudiziario) che, totalmente scollegati fra di loro e mai connessi a un tavolo, hanno finito per contraddirsi da sempre. Non va , però posto in secondo piano un aspetto umano nel parlare di immigrazione, di vantaggi o problemi connessi, mai dobbiamo dimenticare che si sta parlando comunque di persone uomini, donne e, bambini, ognuna delle quali con aspirazioni, sogni, speranze.

migranti sulla nave

Persone che sulla pelle delle quali qualcuno sta giocando o ha giocato in maniera poco chiara, mi riferisco alla continua illusione, data loro che l’Italia è la terra promessa, che tutto è permesso, che tutto si ha, ovvero una sorta di colonia dell’Eden incentivandoli ad arrivare vicino alle nostre coste, dico vicino perché da qualche mese, chissà perché tutti i “barconi” a un certo punto, il motore va in avaria e, subitamente le nostre capitanerie dopo aver recepito l’emergenza mediante cellulari satellitari arrivano i nostri salvatori ovvero la nostra Marina militare sempre pronta h24 a pattugliare le coste e non solo, tale operazione era stata denominata “ Mare nostrum” è stata istituita dopo il verificarsi di quella tragedia che morirono centinaia di persone per annegamento e, questo dispiace a tutti noi, se ne è parlato molto, però non è stata solo quella volta, ma la cosa passava in secondo piano, andiamo oltre dicendo che questa operazione denominata mare-nostrum-, come previsione ci è costata circa 4Miliardi, al mese 1,5Milioni cifre da finanziarie, dovevano inasprire le misure sull’immigrazione a detta di qualcuno per far fronte all’emergenza degli sbarchi, di conseguenza abbinata poi alla attività delittuosa avuta negli ultimi anni e, di conseguenza delle carceri, da un’inchiesta risulta essere il 36% di detenuti extracomunitari nelle nostre carceri, restringendo il quadro risulta un percentuale del 70% nelle carceri del nord, invece con il piano varato dall’attuale governo, incentivano chi cerca di arrivare clandestinamente nel nostro paese, mentre l’Europa restava a guardare sbeffandoci anche perché non siamo riusciti farsi valere pur avendo per sei mesi l’opportunità di farci sentire, nel frattempo è passato anche l’abolizione del reato di clandestinità gli scafisti ( Molti anche minorenni) ringrazieranno due volte perché se non c’è reato non c’è arresto ne pena, di conseguenza saranno incentivati a raddoppiare le corse giornaliere verso il “mare nostrum” Con tale operazione di soccorso della M.M. da quando è stata istituita, ha portato sul nostro territorio, migliaia e migliaia di clandestini.

140921741-8ee93bdf-f271-438a-a390-3527dd952f91

Facciamo un passo indietro, vediamo e nessuno si scandalizza vedendo i nostri militari a rimuovere rifiuti pattugliare le varie città per scongiurare o comunque prevenire scippi o altro, presidiare discariche abusive anche se questi compiti il contribuente paga per ben altre istituzioni ed enti, mentre poi con la scusa della crisi, le nostre forze armate non hanno neppure i soldi per i fogli di viaggio del personale in trasferta, o sostituire i mezzi obsoleti delle forze dell’ordine ( ora però arriveranno veicoli tedeschi in dotazione, non più A.R. ne Fiat) che sono a volte obbligati a diminuire le pattuglie compresi i veicoli di soccorsi dei vigili del fuoco, eppure il parlamento ha approvato altro…in queste settimane hanno pure deliberato l’acquisto di altri 4- F35- e fanno in totale 14, e, dicevano…ma a cosa servono! Dire che è più importante che la nostra sicurezza sul nostro territorio, non va bene, infine hanno approvato e istituito perfino l’istituzione dei “corpi di pace ”costo 9Milioni che nessuno sa bene cosa siano e a cosa servono. Intanto come intimazione fanno saltare in aria con autobomba la nostra ambasciata al Cairo. Il danno derivato da tale dissennato movimento di denaro a favore delle solite cooperative… può senz’altro catalogarsi in modo diretto o indiretto su tutto il popolo Italiano. Si valuti, ad esempio, il peso che esso può avere sui bilanci dello stato o regione, con costi che alla fine, sempre noi dovremmo pagare mentre abbiamo disoccupati ( soprattutto giovani), cassaintegrati, esodati, pensionati che non hanno soldi per pagarsi l’affitto o per mangiare e altro ancora.

2187520_MGZOOM

A tal proposito vi è anche una cifra impiegata all’uopo per ogni immigrato ai centri CIE compreso sigarette, scheda telefonica e altro ancora di quelli che sono –ospiti- per la loro identificazione si aggira come uno stipendio mensile di primario presso qualsiasi reparto d’ospedale che salvano vite umane. Si valuti, ancora, il danno subito dal tessuto sociale italiano nella sottrazione di risorse destinate ad esso per convergerle sui bisogni degli immigrati, penso ad esempio, agli alloggi di edilizia popolare, con troppa facilità assegnata a discapito del sig. Rossi nostrano, alla spesa sostenuta al comparto sanitario nazionale per assicurare le dovute prestazioni sanitarie gratis, con conseguenza che ogni coperta corta che si rispetti restano scoperte le prestazioni a favore degli Italiani, in termini di costi (tichet sempre più onerosi tasse che sono come un scioglilingua di diversa natura) di attese e quant’altro. Inoltre non ci si dimentichi del tentativo ( a volte riuscito vedi crocifisso nelle aule scolastiche, presepi, mense scolastiche ecc..) di scardinare usi costumi e tradizioni nostre che affondano le radici da secoli, con l’obiettivo di imporre le proprie, a volte con non poca prepotenza e tracotanza. Senza tediare nessuno o pensare che c’è del razzismo non si sorvoli sulla facilità con cui costoro una volta approdati in terra Italica non avendo nessuna risorsa e fuggiti dai vari centri di identificazione ( senza farsi identificare) altro non fanno che delinquere, andando a minare la già delicata situazione delle carceri .

Lapresse07-03-2011 Lampedusa, ItaliaCronacaNella notte un migliaio di clandestini sbarcano a Lampedusa, 10 barconi raggiungono l' Isola.Nella foto un barcone carico di migranti arriva al porto

Nel citare, invece, il danno indiretto, si pensi ad esempio alle pessime condizioni di vita degli immigrati in arrivo e agli squilibri che essi portano nei complessi meccanismi della società che non possiamo offrire. Il loro occupare sempre più la nostra terra ha comportato inevitabilmente un rialzo dei costi di affitto degli appartamenti ( il borghese proprietario immobiliare di alberghi) magari che critica preferisce di gran lunga locare le unità immobiliari allo straniero, rigorosamente in nero non dimenticando, il peggioramento delle condizioni di lavoro degli Italiani, che sempre più vede la non luce in fondo al tunnel, non dimenticando il totale decadimento del sistema di protezione sociale, perché dal fenomeno immigrazione beneficia la criminalità organizzata e qualche partito politico con le vari branche denominate “Cooperative ” a partire dai viaggi della speranza che da accertamenti e dalle dichiarazioni spontanee dai immigrati, gli stessi hanno dichiarato che mediamente un viaggio detto “ speranza ” costa dai 2mila a 3mila euro a persona, calcolando una media che nel 2014 sono giunti sul nostro territorio ovvero circa 165.000 persone si calcola un enorme giro d’affari che hanno arricchito sempre più le mafie e terroristi, un giro d’affari illecito di cui, spiace a dirlo, l’Italia come istituzione ne è complice poiché è evidente che più clandestini arrivano più questi mercenari trafficanti di esseri umani guadagnano tutti sanno queste cose, tranne forse il nostro attuale governo, passando poi allo sfruttamento della prostituzione, il traffico di stupefacenti e molto altro…di qui al nascere di sentimenti di intolleranza verso lo straniero è breve ma, sul cosa è stato fatto, si potrebbe svariare all’infinito, ma non si porta pane a casa. Diverso invece è l’aspetto del “Cosa fare ora?” Tale interrogativo potrà avere le più disparate risposte secondo la forma mentis dell’individuo che se lo espone, quindi non mi arrogo il diritto tanto meno la presunzione di dirvi …”si deve fare così” ritenete il mio pensiero puramente soggettivo di un “io farei così” credo che con la crisi attuale e con il totale controllo della stessa immigrazione, oggi tale fenomeno –non- è da ritenersi risorsa ma un “assorbitore” di risorse.

1d54a89c-1200-11e5-8b3a-62b7e966c494

Posto che l’Europa ci considera meno di nulla e che ci detta legge di cui abusare a piacimento, visto che la stessa ci tiene in considerazione solo per i doveri giammai per i diritti visto che ci hanno detto chiaramente che per il fenomeno immigrazione sono c…, ritengo sempre più opportuno rivedere molte cose. Altro discorso è aiutare i profughi provenienti da guerre è un dovere è un obbligo di umanità trovare risorse non solo per loro, ma anche per tutte le organizzazioni che sono vicine a loro, noi abbiamo stanziato 50Milioni di dollari con l’Onu, ma credo che ci vuole soprattutto solidarietà umana, bisogna risolvere con un intervento urgente il nodo politico dell’asilo politico con accertamenti sicuri e trasparenti e non aspettare anni come avviene attualmente. E’ una storia strana quella che avviene giornalmente sulle nostre coste ogni giorno, se la vogliamo sentire e leggere come ce la propongono è solo storia politica, una storia di disagio si ha invece se la si vede con gli occhi di Dio, e di uomini veri, si deve dare più accoglienza con strutture idonee per poi andare a fare una progressiva ospitalità, dividendo le comunità e non come avviene oggi che si hanno comunità internazionali che possono ribellarsi nei centri di accoglienza poiché non c’è una coesistenza armoniosa tra i vari gruppi etnici la cui cultura e distanza delle rispettive comunità è diversa. Molto è stato fatto, dalle associazioni volontarie, molto resta da fare con determinazione e trasparenza senza fare passerella ( vedi stazione centrale Milano e Expo ) da parte dei nostri rappresentanti facendosi fotografare e farsi riprendere con i vari saltelli e sorrisetti, che loro si interessano alla parola “Clandestino” senza dare un senso per poi dimenticarsi di quello che hanno promesso impegnandosi solo a coltivare il proprio orticello. Non dimentichiamoci che anche i nostri nonni, bisnonni hanno fatto emigrazione ma con rispetto delle regole del paese che li ospitava e, un paese come il nostro con una lunga tradizione di emigrazione ci siamo trovati ad essere un paese di immigrazione.

20150611_100048_pro1

Da considerare anche che con l’UE ovvero con la libera circolazione dei beni e, in subordine, riduzione di controlli alla frontiera il flusso è aumentato di stranieri e noi questo non l’avevamo previsto e presumibilmente sarà sempre più incrementato, ciò detto, si deve comunque gestire in modo diverso questo problema dell’immigrazione e la sua integrazione nella nostra Europa ovvero ridefinire anche i principi della sua estensione dei diritti umani che dovrebbero costituire il nucleo normativo delle relazioni sociali tra stato, individui, che tutt’ora per la nebulosa questione politica che abbiamo tutto questo non c’è abbiamo però un quadro desolante sul fenomeno migratorio tutt’altro che omogeneo. Il fenomeno di integrazione deve essere un aspetto di sicura rilevanza per tutti gli assetti futuri dei vari paesi dell’Europa, spalmando con dei criteri numerici a seconda della popolazione i vari flussi di persone straniera che cerca lavoro migliorando la propria esistenza attualmente si riscontra che in certi paesi europei vi è solo il 20% di immigrati e non come da noi che sfiora il 60% con i continui sbarchi di chi arriva rimane in Italia, al di la di queste significative differenze si evidenzia l’inadeguatezza di poter dare un valido supporto di integrazione e non si catalizza come si dovrebbe questo fenomeno chiamato Immigrazione e integrazione.

88167_immigrati Ora da Novembre 2014, abbiamo “ Triton” che è diverso da “ Mare Nostrum” (Vostrum) ma cambia solo il nome, anche se è stato dispiegato da Frontex (agenzia controllo frontire) il mandato in questo caso, non è salvare le vite umane, ma operare per il controllo delle frontiere marine in miglia, ma non risulta essere così ancora una volta un bluff, perché il patto era che non si doveva andare oltre le 30miglie marine dalle coste italiane, invece ora si arriva a ridosso delle coste libiche.(138 miglia della Sicilia) Triton finanziato dalla U.E, con 9Milioni al mese, 29 paesi si dicono salvatori, navi di tutta Europa, salvano le persone al largo e in difficoltà, Britannici, Irlandesi, Tedeschi, e altre ancora parlo di navi che aiutano queste persone, tutto molto bello e umano, ma poi non si capisce perché poi tutte queste persone richiedenti asilo vengono fatti sbarcati in Italia, il patto che si era fatto non era così, e ancora una volta questo governo –abusivo e senza carattere di politica con la schiena piegata ai potenti, impone solo imposizioni tasse e tanto bla-bla- al Popolo- non reagisce verso la U.E, quando si visualizza la cartina geografica marina, Gibilterra sembra essere la più vicina invece tutti in Italia. Alcuni dati: 2014 su 64.000Mila domande per lo status di rifugiati politico, sono state esaminate 36.000 richieste di queste SOLO 3649 hanno ottenuto lo status, ossia il 10%, da dire che gli altri con l’aiuto dei vari –fasi buonisti-, faranno domanda di revisione per dire che per 2anni rimarranno ancora in Italia aspettando esito ricorso.

milano_immigrazione_1_profughi_stazione_centrale_fotogramma__8_

Inizio 2015 inizio mese di Giugno si stimano già circa 65.000 immigrati ( quelli recuperati dai barconi) senza contare quelli che arrivano senza essere aiutati e sbarcati clandestinamente, a fine anno superiamo un altro record, altro che suddivisioni di percentuali, quando una Francia vergognosamente blocca le persone al confine, e non solo la Francia altri stati ce li rimandano indietro e il nostro governo sta a guardare, manda queste persone in paesini del Nord come ad esempio Lizzola di Valbondione (Val Seriana) in provincia di Bergamo abitanti 120 immigrati mandati dal prefetto 94, ovvero 1 residente=1 immigrato, assurdo e non c’è solo questo caso. C’è poi il problema delle rimessioni in Italia ovvero riprendere i migranti fermati in altri paesi precedentemente arrivati via mare che ci mandano altri stati fine Giugno Francia 6.500, Austria 2090, Svizzera ecc…..e anche qua per molti che non vogliono rimanere in Italia ma ricongiungersi con i propri familiari inizia un vero calvario. Poi fanno politica dicendo “ Espulsi” 6.577 persone nei primi mesi 2015, in verità queste persone girano ancora beatamente sul nostro territorio perché le espulsioni che decantano tanto in tv e giornali non è altro che un foglio di carta (Art 15 del T.U.L.PS.) che intima la persona di abbandonare il territorio nazionale entro 15 giorni! E, anche qua il soggetto può fare ricorso e l’espulsione viene bloccata. Le quote di smistamento sono già state disciplinate dal regolamento di Dublino, ma tutt’ora questo regolamento sembra non essere gradito dagli altri stati europei, e le nostre richieste sembra essere lettera morta, senza risposte concrete, ma questa Europa Unita allora sembra essere sempre più un Bluff, unita solo il nome e sulle varie imposizioni. Perché i componenti della E.U. e i nostri politici si riempiono la bocca di paroloni di belle parole, di passerelle, ma poi alla fine dimenticano e non aiutano questi immigrati che dimostrano di avere documenti regolari di provenienza dal loro paese, che scappano dalla loro terra per le guerre, per la fame, per le torture e altro, sono esseri umani, sono uomini, donne, bambini, in cerca di futuro migliore, che vogliono integrarsi, non possono e non devono impedire la loro libertà. Per tutti gli altri il discorso è un altro che merita anche questo una riflessione.

20150615_c4_0f225fa1c1344d74a445090894737ad0_med

textCC


COMMENTI

Both comments and pings are currently closed.

  1. il 22 luglio, 2015 gabriella BZ dice:

    Solo poche parole, ti vorrei al posto di quel rottamatore, che non sa fare niente se non sorridere alla gente. Ti vorrei al tavolo con i capi di Stato e dopo quardare dallo spioncino per vedere chi ha i pugni chiusi tra voi. Credo che le frontiere si aprirebbero con una certa facilità, per avere almeno un tot di clandestini per ogni nazione. Che siamo noi Italiani tutti rimbambiti a dire sempre si? Scusa lo sfogo ma ho anch’io una frontiera vicina. Ti auguro che le parole che hai scritto possano essere lette da persone che se non stanno al TAVOLO siano almeno in qualche modo coinvolte. Un saluto ciaoo

  2. il 22 luglio, 2015 Giuseppe3.ca dice:

    Un articolo ben documentato e di grande attualità ma anche di denuncia per le cose che potrebbero essere fatte e non vengono fatte perché i soggetti che dovrebbero dialogare e intervenire con un certo senso pratico, sono invece in contrapposizione ideologica. Bravissimo Nembo non dobbiamo dimenticare la grande importanza umanitaria degli eventi e questo dovrebbe essere sufficiente a trovare la soluzione con il coinvolgimento di tutti in termini sociali, umanitari, pratici ed economici. Complimenti! Un saluto.

  3. il 22 luglio, 2015 franco muzzioli dice:

    Caro Nembo un pò di controcanto ci voleva …..chi da l’illusione che l’Italia è una terra promessa ? Il Governo italiano che stenta , come dici bene, a controllare i flussi ? Quei quattro delinquenti sfigati che controllano qualche migliaia di queste povere persone (Rom compresi )? ….Non saranno le televisioni berlusconiane che danno l’idea che tutto e super e soprattutto, come dici sempre tu, “tutto è permesso”?
    Il giusto peana che fai per i militari italiani non risolve di certo il problema , dice solo che i nostri bravi ragazzi in divisa vanno dove li si manda.
    Tutte le cifre sui centri di accoglienza con stipendi ,sigarette, cellulari ecc. ecc. penso siano dati ricavati da Radio Padania (che ora con le politiche attuali dovrebbe per coerenza cambiare nome).
    Dimentichi che molti di questi immigrati ,ora regolari, fanno i lavori che i nostri figli non vogliono più fare ,pagano le tasse e soprattutto le nostre pensioni.
    Poi scusami ,ma non ho retto fino in fondo come non reggo normalmente gli sproloqui di Salvini….scusami.
    Poi il problema esiste , soprattutto a livello europeo ,soprattutto per povera gente che fugge dalla morte , ma non è certamente così che lo si risolve.

  4. il 22 luglio, 2015 Nembo dice:

    Gabriella condivido tutto quello che hai scritto nel tuo commento, giusto avere un numero di profughi o “presunti” tali, a seconda della popolazione, in questi giorni però e dico purtroppo alcuni paesi stanno installando muri vari per impedire l’invasione, giustamente come tu ha scritto Fonzie, è tutto un bla-bla, non sa tenere la schiena dritta e, si china sempre quando va dalla Merckel e con i poteri forti, loro, chi ci governa, ora hanno altro da pensare, ovvero a una pletora di gente delle varie cooperative che si occupano di tutto, per ingrassare gli amici degli amici sulla povera gente e su i propri cittadini. Ultima renzinata oltre che spostare i prefetti non confacenti ai servizi e alle mansioni loro assegnati in merito ai clandestini, con l’altro ministro Alf….no fanno manganellare il proprio popolo che difende il proprio territorio, infine ha detto che toglie le tasse mentre lo stato deve ai vari artigiani e imprenditori che hanno lavorato per la P.A, circa 9OMiliardi di euro. Quello che sta succedendo è una deportazione del 21° secolo. Si riempiono la bocca di democrazia e, mi chiedo cara Gabriella se l’ultimo governo eletto dal Popolo che è sovrano risale a novembre 2011 in democrazia siamo. L’Italia è quel paese dove puoi votare Sanremo, il GF, chi resta nell’isola dei famosi e altro ancora ma…non chi governa il paese. Un Saluto

  5. il 22 luglio, 2015 Nembo dice:

    Giuseppe, grazie per i tuoi complimenti, concordo con il tuo pensiero inerente all’importanza umanitaria, si UMANITARIA, ma purtroppo non è così, chi dovrebbe dare direttive giuste e umane non lo fa proprio, loro interessano i numeri che poi danno i vari introiti, mandano persone in varie località senza avvisare i vari sindaci,o cittadinanza, li mandano in strutture non più idonee chiuse da anni senza luce, senza acqua e in fretta rimettono le varie utenze per queste persone, le stesse poi si rivoltano verso le istituzioni, e contro i cittadini sembra quasi che il governo vuole lo scontro fisico fra noi e i profughi(Pochi aventi diritto) o i clandestini. Quando poi abbiamo un ministro della difesa che dice: Sono orgogliosa di Voi per un’altra missione denominata -missione europea- ovvero una missione che ci fa avere un’invasione è assurdo! Castigano il proprio popolo con austerità imposta, tasse, e altro ancora, altresì imposte anche dalla U.E.,obbligano i vari prefetti e sindaci a non cautelare i cittadini ma dare ospitalità a stranieri.Fanno finta di non vedere lo scempio delle nostre città, la non più sicurezza, il continuo mancato rispetto di ogni regola del vivere civile, speculando sulla pelle delle persone, facendo le varie passerelle all’Expo mentre nelle vicinanze ci sono furti,risse, rapine sequestri silenziosi, sporcizia, stupri, e tutto questo è da imputare a un 70% a stranieri, certo abbiamo anche noi i nostri problemi con la delinquenza e di questo siamo consapevoli. Credo che fino a quando il problema islamico uscirà dal televisore per molti tutto funziona! E già loro e i loro cari hanno la scorta h24. Iniziamo a togliere le scorte, auto blindate e poi…vediamo come gestiscono il problema. Un saluto Giuseppe.

  6. il 22 luglio, 2015 Nembo dice:

    Caro Franco Muzzioli, permettimi in primis di ricordarti che i nostri militari all’estero e non solo ma anche nelle nostre città ” Strade sicure” servono a contrastare il terrorismo islamico per la nostra sicurezza e per gente che da anni subiscono soprusi nelle varie parti del mondo. Anche oggi nuovi arresti in Lombardia di gente che incita violenza vero l’occidente e, che questo governo invece continua ad andare a prenderli altro che integrazione. Detto questo, rispondo dicendoti che chi dice che l’Italia è terra promessa e altro ancora non di certo sono le tv di Berlusconi ma sono i soliti noti buonisti falsi che poi tramite le varie Coop guadagnano milioni di euro vedi caso nuovo filone di Mineo!Le cifre menzionate in questo Post, o di altri commenti da me scritti non sono di “radio padania” che non so nemmeno cosa sia, ma dal ministero degli interni che ogni sei mesi aggiorna i vari dati concernenti ai vari portali che interessano ai cittadini, occorre aggiornarsi e migliorarsi sempre più dimenticando a volte di non vedere sempre rosso ma di sentirsi parte integrante del popolo e ammenttere che si può sbagliare anche in politica. Il solito disco ormai è rotto e non funziona più…che i stranieri fanno lavori che….che pagano le tasse le nostre pensioni ecc…da una parte è anche veritiero e condivido ma ti ricordo che: Se un cittadino straniero regolare invita un suo familiare a risiedere con lui in famiglia….oltre un limite di età questa persona percepirà una pensione minima, pur non avendo mai, mai versato un euro di tasse in Italia, come vedi…c’è ne per tutti, i sproloqui di Salvini anche se lo sono, dice quello che il popolo sente e non falsità, bugie e prendere per i fondelli come fa da mesi Renzi, questo governo è un disastro assoluto ormai ci fa raschiare il barile ci ha mandato oltre la frutta!Questo governo ABUSIVO dopo i vari inginocchiamenti dinanzi ai vari gruppi potenti bancari e finaziari prestando anche soldi del popolo per salvarli ecc..che non si sa più nulla…continua a predicare bene e razzolare male vedi anche discorso di stamattina di Fuffolo…all’estero…il terrorismo bisogna combatterlo insieme…assurdo..ma se ordina di andare a prendere questi cosa dice…così si fa ridere dietro non solo dall’europa ma anche dal mondo, specialmente quando aprla inglese! Caro Muzzioli, la stragrande maggioranza del popolo , ha capito che tutto l’apparato che tutt’ora ci governa è solo un grande fallimneto per l’Italia e per gli Italiani e non più una speranza, il nulla mischiato al niente non serve, quando si ricorre a certe affermazioni per richiamare l’attenzione politica, significa di essere arrivati ai titoli di coda.Inoltre e finisco vorrei ricordarti che le feste leghiste non si sono mai appropriate di corrente elettrica….l’umiltà da sempre è un modo di essere, non di apparire. Il vero coraggio e la nostra sfida di cambiamento quando la vita ci pone davanti una sfida e, quella dei gioeni nostri ormai è una sfida. Un saluto.

  7. il 22 luglio, 2015 lorenzo.rm dice:

    Scusa il ritardo, amico Nembo. Il tema è di quelli delicati ed essenziali. Far finta di niente, come succede, o, peggio, non indirizzare e controllare il fenomeno, può dare risultati orribili. Come succede. Ma tutti chiacchierano, a cominciare, purtroppo, dai nostri governanti. Ecco perché c’è da essere depressi.

  8. il 22 luglio, 2015 mario33.co dice:

    Caro Nembo, stiamo attenti alle bufale, è ai falsi allarmismi!!! Che… certi giornali Vedi: “Il Giornale” e “Libero” divulgano con molta faciloneria, per… alimentare il fuoco della discordia tra la popolazione al solo scopo personale della controversia politica. Se ti capita di leggere altri giornali,altri articoli, presi anche dal web, ti rendi conto che… (forse) le cose dette non sono poi delle verità. SCRIVE “IL GIORNALE” “I capitoli più costosi sono la sanità (3,6 miliardi) e la scuola (3,4). I trasferimenti monetari (assegni familiari, pensioni e sostegni al reddito) valgono 1,6 miliardi. Eclatante il dato della giustizia: 1,75 miliardi […] Un immigrato che accetti di essere registrato nei centri di accoglienza costa alla collettività 2.400 euro, il doppio dello stipendio di un agente addetto ai controlli. Il conto è semplice. Si parte dalla «diaria» di 30 euro al giorno per le spese personali: 900 euro esentasse, più di molte pensioni e casse integrazioni. Altri 30 euro al giorno vanno come rimborso a chi li ospita (bed&breakfast, case private, ostelli). Aggiungiamo un’assicurazione mensile di 600 euro e si arriva alla rispettabile somma di 2.400 euro mensili spesi dallo Stato per ogni straniero sbarcato e assistito.” un po’ quello che tu ci hai raccontato facendo la cronistoria dell’immigrazione di “mare nostrum” etc. Vorrei(se mi permetti), farti sentire suonare un’altra campana, che… mi sembra più, come potrei dire…più “equilibrata”più… vicina ad una certa realtà giornaliera, economica, e sociale.

    18 novembre 2014
    di Adriano Biondi
    Quanto ci costano davvero gli immigrati e i rifugiati (e chi ci guadagna)

    In questi giorni vi stiamo raccontando quello che sta succedendo a Tor Sapienza, con la “rivolta” nei confronti degli ospiti del centro per rifugiati e le più o meno gradite visite di esponenti politici locali ed amministratori (mentre il Governo ha scelto di lavarsene le mani ed il Pd ha preferito abbandonare al proprio destino il sindaco di Roma Ignazio Marino). Intorno alla vicenda è esploso un dibattito variegato e le analisi si sono concentrate su diversi livelli di profondità: dalla specificità del caso romano (i 4 campi solo al Prenestino), ai problemi delle periferie, dalla crisi economica che ha esasperato i ceti meno abbienti alle lacune normative nei processi di accoglienza / espulsione dei clandestini e via discorrendo. Su una cosa però analisti e commentatori sembrano concordare: sulla crescita del fronte dell’odio, della rabbia e dell’indignazione, soprattutto nelle periferie dei grandi centri urbani. Sentimenti certamente coltivati da una certa parte politica ma anche nutriti da una sequela impressionante di notizie false, esagerazioni, allarmismi e speculazioni che hanno trovato nei social network dei megafoni formidabili.
    Tutto o quasi ruota intorno al denaro, alle risorse che lo Stato dilapiderebbe per soccorrere, accogliere e assistere gli immigrati che raggiungono le nostre coste. Abbiamo già provato a chiarire, ad esempio, le esatte dimensioni dell’impegno finanziario del nostro Paese nell’operazione Mare Nostrum, oppure a far chiarezza sull’insussistenza di quel “l’Europa non ci aiuta”, vero tormentone degli ultimi mesi, o sul fatto che la spesa per l’immigrazione sia meno del 3% della spesa sociale; ma le informazioni parziali e decontestualizzate sul tema sono tante e così surreali che resta difficile finanche impostare un debunking più o meno serio. Si consideri ad esempio la questione dei costi totali, spiegata in maniera surreale da un (cliccatissimo) pezzo de Il Giornale, in cui si stima in 12 miliardi di euro l’anno il costo degli sbarchi:
    Un minestrone in cui coesistono numeri veri, bufale, imprecisioni, inesattezze e vere e proprie invenzioni: il risultato è la trasmissione a catena di informazioni errate e strumentali ad un certo racconto. Ma il discorso sull’utilizzo strumentale di dati e cifre (tra decontestualizzazioni, forzature e falsificazioni) è evidentemente lungo e complesso (si potrebbe citare, ad esempio, il miliardo e mezzo speso per la sorveglianza coste, dato vero ma da distribuire nel periodo 2005 – 2012). Meglio provare a chiarire alcuni punti, a cominciare dalla “retribuzione giornaliera” che lo Stato corrisponderebbe agli immigrati.
    Ecco, molto semplicemente: lo Stato non corrisponde neanche un singolo euro agli immigrati clandestini che vivono nel nostro Paese. Il discorso è invece in parte diverso per i richiedenti asilo, i rifugiati e gli “ospiti” dei Cie, Cda, Cpsa e Cara. Ogni migrante trattenuto in un centro di accoglienza riceve infatti in media circa 2,5 euro, il cosiddetto pocket money che dovrebbe servire alle piccole spese giornaliere (effetti personali, bevande calde ai distributori e sigarette). Come si vede, siamo ben lontani dalla cifra di 30 / 40 euro al giorno di “retribuzione”, rilanciata continuamente dalla presunta “controinformazione”. Tra l’altro, come rilevato dall’inchiesta di Repubblica, ci sono seri dubbi sulle modalità e sull’effettività dell’erogazione del contributo, che spesso finisce per ingrassare speculatori ed affaristi, che letteralmente prosperano sulla pelle dei migranti.
    Per tutti i servizi connessi all’accoglienza e al mantenimento dei migranti nei Cie lo Stato spende circa 30 euro al giorno. Discorso in parte diverso per quel che concerne i Cara (i centri di accoglienza per richiedenti asilo) e la messa a disposizione di posti straordinari per la prima accoglienza dei cittadini stranieri, gestiti da cooperative o da privati. È interessante precisare però che il “reclutamento” delle strutture non è a totale discrezione delle prefetture (il riferimento è ai fantomatici hotel 5 stelle lusso con piscina, sauna e sala giochi in cui sarebbero ospitati i migranti), ma avviene con un “modulo precompilato” con procedure e standard fissi, messo a disposizione dal ministero dell’Interno. Il gestore che stipula la convenzione si impegna ad offrire “servizi di gestione amministrativa, di assistenza generica, di pulizia e igiene ambientale, di erogazione dei pasti”, nonché all’erogazione del pocket money (che per i nuclei familiari non può superare i 7,5 euro) e di una tessera telefonica di 15 euro. La somma complessiva per singolo ospite del centro varia a seconda degli accordi tra prefettura e gestori, ma in media si aggira sui 40 euro che, come spiega Daniela Di Capua, direttrice del servizio centrale Spar a Redattore Sociale, “servono a pagare gli operatori, l’affitto ai privati degli immobili, i fornitori di beni di consumo. Una piccola quota va per gli interventi di riqualificazione professionale, come i tirocini, orientati a permettere ai migranti di vivere in autonomia una volta usciti dal sistema di accoglienza […] Queste risorse fanno parte di un fondo ordinario del ministero. Non sono spese straordinarie”.
    Per i minori le cifre salgono, come si legge su Internazionale: “Il costo pro capite varia a seconda delle rette delle singole comunità di accoglienza […] Le rette possono dunque superare anche i 140 euro, ma per quelli che rientrano nello Sprar, indipendentemente dalla rette della comunità, noi eroghiamo 80 euro al massimo”.
    Insomma, per farla breve: ai clandestini che dimorano nel nostro Paese non diamo nulla, a chi è in attesa di risposta alla domanda di tutela come profugo o rifugiato politico o a chi risiede nei centri di accoglienza o di identificazione diamo 2,5 euro al giorno. Quando questi soldi arrivano nelle loro tasche, ovviamente. Se cercate “chi ci guadagna” da questa situazione, converrà volgere lo sguardo altrove.

  9. il 22 luglio, 2015 franco muzzioli dice:

    E’ chiaro che continuiamo tutte e due a girare intorno alle nostre idee….quello che ci tengo a dire è che sono coi nostri ragazzi in divisa …ho detto solo che vanno dove li mandiamo e che quindi non sono loro (per fortuna)a risolvere i problemi.
    Che la “stragrande maggioranza” del popolo italiano la pensi come te nutro qualche dubbio …i numeri ufficiali mi pare dicano cose diverese….ma sai ora chi urla più forte …chi chiama la paura e lo sfascio ovviamente anche solo per una questione acustica …si sente di più.

  10. il 22 luglio, 2015 Nembo dice:

    Ciao Lorenzo, hai espresso e condivido una parola -depressione- come darti torto, sempre più il nostro paese con i suoi cittadini sono depressi e delusi, ci sono indicatori sempre più negativi in tutto, ( vedi anche oggi che il debito pubblico aumenta)e aumentano pure sempre più gli sbarchi non controllati, altresi oltre quelli via mare, abbiamo in continuo quelli via terra, ma per alcuni ci portano integrazione,risorse e cultura! Ci sono politici che dimenticano pure i fondamenti della loro ideologia verso il popolo, altro shock è l’incontrollata invasione ma, con tante chiacchiere il quartetto integralista sitemeranno tutto si, a nostro discapito. Un Saluto

  11. il 22 luglio, 2015 gianna dice:

    Nembo, spero riuscirci, la prima cosa importante rimane l’emigrazione e integrazione, ma voi grandi specialisti nel campo avete gia’ detto tutte le cose importanti e mi congratulo con Nembo, Giuseppe3, lorenzo e Franco Muzzioli,ma tutti i commenti hanno saputo portare il loro parere positivo,mi scusa per non riuscirci ma sono daccordissimo con voi troppi bla bla e basta, il governo nn sa tenere a bada i nostri disoccupati distrutti alla miseria senza lavoro,I nostri Signori del Governo sono n vacanza ma qui c’è gente che soffre la fame,che tentano di trovare un lavoro, ma rimane che andare a rubare per dare un pezzo di pane hai loro bimbi, io non ho parole per ringraziargli aiutatemi voi, questi barconi della morte e della miseria, arrivano in Italia credendo di trovare l’oro nella strada, ma troveranno molti la morte, il mare non perdona le loro condizione precarie di questa misere carcasse di barconi ,non riescono tutti ad arrivare alla deriva,questo sono promesse false perche’ qui troveranno lavoro casa sussidio di soppravivenza per queste famiglie che arrivano da guerre e fame, ma purtroppo e per fortuna qui nn ci sono guerre ma fame? I nostri Governatori nn hanno questi grandi probblemi, ma io come cittadina Italiana ,mi vergogno che non riescono chiedere aiuto alle Regioni Comuni, Province, certo che dirigere e guidare la freccia rossa, rimane solo il nostro Governo, scusatemi lo sfogo tutti abbiamo bisogno di mangiare non dobbiamo essere razzisti ma umani e pensare per chi fa solo bla bla, grazie Nembo questo rimane un tasto dolente,che mai finira’ che Dio protegga quei bambini che viaggiano in condizione disumane non sono animali ma uguali a noi? grazie per essere riuscita a scrivere quello che tengo dentro al cuore. un saluto ciao

  12. il 22 luglio, 2015 sandra vi dice:

    Hai fatto un bellissimo articolo Nembo e messo il dito nella piaga che si sta incancrenendo .Purtroppo assistiamo ad un continuo blaterare ,ed a un nulla di fatto mentre sulle nostre coste ,vengono quasi quotidianamente rovesciate ,decine e decine di emigranti raccolte da navi di ogni nazionalita’,Perche’ solo l’Italia nnessuna nazione li accetta ,possibile che nessuno si faccia sentire ?Il nostro governo fantoccio sa solo piegare la schiena in assoluta ubbidienza?Depressione NENBO !!!!!!!!!!!!vedi un lume in fono al barile!!!!!!!!

  13. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    Caro Mario33-co, inanzitutto ti ringrazio del tuo commento prezioso, lo stesso, mi da modo di commentare e chiarire l’argomento del post, altresì rispetto la dettagliata carellata scritta di Adriano Biondi giornalista critico di politica, però se mi permetti Mario da Novembre 2014 a oggi molte cose sono cambiate. Condivido, stiamo attenti alle bufale, specialmente se dette da onorevoli politici al popolo compreso ministri e presidenti!Che poi alla fine rimangono solo promesse e nulla di più. Vero Mario,certe notizie si leggono e si prendono da Web, ma ti posso dire anche che oltre alle varie notizie, io li vivo quasi girnalmente in strada queste situazioni e, non dietro uno schermo. Altresì, credo che la storia, si visualizzata ormai tutti i giorni quello che sta succedendo nelle varie città d’Italia, ovvero che sta esplodendo l’emergenza sociale legata all’accoglienza di immigrati, migliaia di persone che la politica sta scaricando esclusivamente sui Sindaci che non vengono avvisati dai vari Prefetti,o avvisati un’ora prima dell’arrivo, mettendo poi queste persone in strutture non confacenti o nelle varie scuole, palestre e fra due mesi….di conseguenza poi la questione, è scaricata esclusivamente sulle varie forze dell’ordine mentre il malcontento si propaga, questo non è allarmismo ma verità sacrosanta giornaliera( vedi varie trasmissioni televisive e non solo tv Berlusconiane con dibattiti in diretta)la politica ( che non esiste più con questi politici ai vertici che sono abusivi)le istituzioni preposte continuano con superficialità trattare questo grave problema degli immigrati, riducendolo semplicemente un problema di ordine pubblico, lasciando così allo sbando e senza alcun sostegno gli immigrati e il popolo Italiano. Tutto questo è una innegabile incoerenza del governo che permette che succeda tutto questo. Per le convenzioni con varie onlus privati e sopratutto cooperative di “soliti noti” basta sentire la cronaca giornaliera di cosa sta succedendo giornalmente, es. Roma-Infernetto, coperativa sotto inchiesta indagini -Roma Capitale-Forse questo mio Post lo dovevo intitolare “Migranti allo sbaraglio” si pensi ch nell’anno 2014, su circa 170.000 sbarchi solo un 60-70-mila sono stati identificati e gli altri?Il gabellamento e altro ancora continua , continuerà ancora di più, se non si prendono misure atte e giuste a questo problema. Un saluto Mario.

  14. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    Caro Franco, ti ringrazio della tua precisa considerazione dei nostri ragazzi in divisa, ( so anche che la divisa ha onorato la tua famiglia)parecchie volte io e te abbiamo dato modo di commentare argomenti con pensieri diversi, ma ci tengo dirlo sempre con rispetto.Per i numeri e percentuali,cronaca di ieri, due Italiani su tre non gradiscono Il pres. Renzi, per non parlare poi degli altri.Proprio oggi…e, sicuramente avrai sentito o letto anche tu la notizia che Renzi, vuole mettere una tassa sui “Condizionatori” spero che non sia vero, perchè altrimenti la percentuale cambierebbe ancora sempre più in negativo, ma come? Vuole tagliare le tasse fino a due giorni fa e, ora mette questa gabella, assurdo! Un Saluto

  15. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    Gianna, ciao e, ti posso dire che il tuo commento mi ha commosso, si nota che lo hai scritto veramente con il cuore, condivido quello che tu hai scritto, tu Gianna hai molto DIGNITA!e lo si capisce, hai problemi e non riesci a chiedere alle istituzioni preposte un’aiuto, sei una grande e hai tutto il mio rispetto per il tuo impegno giornaliero che hai verso la tua famiglia. Tranquilla Gianna, di cosa devi scusarti di quello che il cuore ti ha portato a scrivere, Eldy, il Bosco, e altri Bolog credo che serva anche a questo, esternare i propri sentimenti che si hanno. La speranza Gianna, ha due bellissimi figli, lo sdegno e il coraggio, lo sdegno per la realtà che stiamo vivendo, il coraggio per cambiarle, speriamo che con l’aiuto di Dio e delle persone preposte cambiano atteggiamento e dimostrano quello che dovrebbero fare pr queste persone e per noi cittadini. Un abbraccio.

  16. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    Ciao Sandra, ti ringrazio del tuo complimento, e che dirti condivido in tutto e per tutto il tuo gradito commento, veritiero, abbiamo un governo “Fantoccio” e aggiungo abusivo, chi dovrebbe picchiare i pugni sul tavolo della U.E, non fa nulla mischiato con il niente, però sa fare molto bene i vari “Selfie” e molte mosse alla Fonzie!Altresì vedi anche il menefreghismo che ha la politica sulla scurezza, non si assume responsabilità, e poi vedasi ieri arresti per dei presunti terroristi, il nostro paese è nel mirino di queste persone ma l’Europa grazie a chi si piega guarda altrove come il problema -immigrazione- e poi il ministro si complimenta con le forze dell’ordine! I complimenti fanno sempre piacere, ma queste cose non dovrebbero succedere avere delle persone in casa nostra che pensano a distruggere il nostro paese e non solo. Per il fondo del barile non vedo luce Sandra anche raschiarlo bene e sempre opaco. Un saluto e b. Ferie

  17. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    Cari amici del Bosco e non, visto che a volte si dicono bufale, invito chi ne ha voglia di andare a documentarsi su internet per questa deplorevole storia, deplorevole perchè il tutto è stato fatto con soldi pubblici ovvero nostri! Vergogna!In sintesi, 45° festival del teatro che si svolge a Sant’Arcangelo in Romagna, non so come definirlo..” Piscio d’artista” è stato detto…una performance con il flusso effetto -fontana-(piscio vero l’alto)bene, anzi male, malissimo, il gemone del spendere nostri soldi rimane sempre nel DNA, assurdo tutto questo!Di questi 754.479,69 Euro vanno sudivisi come segue: 110.000Euro messi dal ministero della cultura (Ministro Franceschini)del pidì, pardon Pd,300.000Euro dalla regione Emila amministrata dl Pd,128.700Euro dal Comune di Santarcangelo amministrato dal Pd,150.000Euro una non meglio identificata organizzazione della U.E, 18.000Euro dalla provincia sempre amministrata dal Pd, 25.Euro, vari privati!Una mania di predicare bene e razzolare male altro che tagli della spesa pubblica! Ricordo che nella regione Emilia Romagna causa terremoto del 2012, 3.000persone vivono ancora nei container. Ricordo e, non sono bufale che con questo governo sono stati tolti migliia di Euro alle famiglie disagiate con persone portatori di deambulazione anche gravi, sanità, scuola, per darli a persone che non sono cittadini Italiani e per fare queste pagliacciate!Europa quella che il nostro governo chiama in causa, e poi…investe così il denaro pubblico, desolante impotenza e privo di idee per un futuro, idee solo per foraggiare gli amici con soldi del popolo.La dignità, la verità, per molte persone rimane un abito molto pesante da portare.

  18. il 23 luglio, 2015 gianna dice:

    Nembo, la risposta del tuo commento mi ha emozionata sono sensibile voglio la liberta di esprimere a mio parere per come la penso, abbiamo diritto di vivere decentemente tutti,grazie sempre per la tua sensibilita’come uomo, la tua delicatezza verso tutti come sempre la porti con grande Onore. e sarai sempre un uomo speciale! Un saluto grazie-grazie di cuore ciao…

  19. il 23 luglio, 2015 paul candiago dice:

    Cari Signori e Signore, avete notato quanto si scrive e quanto si scrivera’ a riguardo dell'”esodo” di gente. Flussi migratori che avvengono senza controllo e la mancata capacita’ di impedirne l'”ingresso” da parte dell’autorita’ governative. Una moltitudine di gente in movimento, intrappolati in una enorme,tragica vicenda umana. Assistiremo, pazientemente, al ripetersi degli stessi eventi, anno dopo anno, privi di soluzione o mezzi per fermare gli “sbarchi” che gia da anni si ripetono. Un saluto a tutti, Paul

  20. il 23 luglio, 2015 Nembo dice:

    A Paul Candiago, condivido il commento da lei scritto, verissimo i flussi migratori avvengono senza nessun controllo. L’invasione ci costa 55Milioni al mese (dati Viminale) parlo del 2014 cifra su circa 61Mila stranieri, quasi 2milioni al giorno,660.000Milioni di Euro all’anno, ma quest’anno sicuramente queste cifre raddoppieranno se non triplicate, tralasciando il costo dei mezzi navali aerei dell’operazione “Mare sicuro” e, non mi vengono a dire che in parte viene finaziata dalla U,E, forse si, ma come ci finanzia poi, ci martella con sanzioni assurde es. ( lunghezza delle vongole) così i soldi ritornano indietro. L’amaro in bocca, poi, è vedere che, mentre vengono spese 660Milioni di euro per mantenere gli immigrati e non tutti di questi sedicenti asilanti risultano poi non essere -profughi (8 su 10), il discorso per chi veramente scappa dalla guerra è a parte e vanno aiutati come esseri umani e non come numero-il governo taglia la stessa cifra al ministero della difesa e circa la metà al comparto sicurezza, è assurdo, ma è vero. Ricordo che nei primi mesi del 2015, sono già 121 le persone che si sono tolte la vita per motivi economici, un dato maggiore rispetto al 2012, ovvero quasi al doppio dei suicidi rispetto a tre anni fa, aumento esponenziale dei casi è tra disoccupati e imprenditori, tartassati da tasse imposte da questi governi, ma gli Italiani vengono dopo, prima gli invasori perchè c’è guadagno facile e fresco. Dico vergogna a chi alimenta tutto questo. Ringrazio per il suo intervento.

  21. il 24 luglio, 2015 Nembo dice:

    Ancora ieri abbiamo avuto un’altra tragedia nel mare Mediterraneo tentando la sorte per avere una vita migliore, mi riferisco a chi scappa veramente dalle guerre e dalle torture o dai regimi, un dramma senza fine e mai finirà. In 48h abbiamo avuto circa 3Mila sbarchi mentre abbiamo un’Europa menefreghista, con un governo debolissimo senza una dignità umana verso chi ne ha bisogno, però è molto sollecito a mettere gabelli assurdi (Climatizzatori)sul Popolo. Ora mi chiedo con queste tragedie umane, chi di voi ricorda questo nome-Mogherini- messa dal pres. del consiglio che è del PD,(non eletto dai cittadini)doveva risolvere i problemi ma…dove è finita? La stessa dovrebbe prevaricare i vari stati, prendere decisioni e, sovraintendere anche la logistica…invece!Ieri una nave battente bandiera Panamese ( facente parte della missione Triton)ha salvato e poi sbarcato 880 persone sul nostro territorio a che pro? Perchè non li ha portati in altri stati più vicini? Oggi notizia e non è una bufala…clandestini NON profughi hanno occupato la pref. di Udine, perchè gli stessi risultano non essere profughi, intanto per circa 1anno le Coop del Pd, hanno foraggiato, un’altra beffa è che questi che non risultano profughi ora con qualche associazione sempre dei soliti noti, faranno ricorso come loro diritto così passeranno ancora mesi a nostre spese, a loro il ricorso dovete sapere che non costa nulla perchè avranno il patrocinio gratuito per i cittadini “disagiati” e, poi paghero ancora noi i vari avvocati che avranno un “Bonus” da 800 a Mille Euro a ricorso!Dovete anche sapere che nel Triveneto su numerose richieste di asilo politico, su migliia di domande sono state solo 250 con esito positivo, gli altri non le aspetta nulla, questo è quello che vuole l’attuale governo, che poi non sa nemmeno dove mettere queste persone, perchè sempre di persone si trattano, ormai la situazione è sfuggita di mano ai nostri attuali politici e ministri. Alla fine continuano darci illusioni di occuparsi dei nostri problemi, del nostro futuro, ma nessuna riforma sarà fatta a nostro beneficio. Le menti mediocre condannano abitualmente tutto ciò che è oltre la loro portata.

  22. il 24 luglio, 2015 franco muzzioli dice:

    Penso che per Nembo l’acronimo PD non voglia dire Partito Democratico, ma Peste/Dannazione . Non ho ancora capito se ciò che più lo contraria è il termine Partito o il termine Democratico.
    Al di fuori della battuta da individuo dalla “mente chiusa”, vorrei far presente a Nembo che io abito nelle zone terremotate emiliane e i dati , se li si vogliono dare, bisogna darli esatti. La signora che aiuta mia moglie nelle pulizie di casa ,abitava in un container a Concordia di Modena dal luglio il Comune ha trovato una casa in affitto e paga due annualità (550 euro a mese..cifra sufficiente dalle nostre parti per un appartamentino decoroso) , questo per tutti “gli sfollati ” con bassi redditi. Vorrei poi dire a Nembo che qui in Emilia abbiamo i migliori asili, scuole, ospedali , parchi, piste ciclabili, sempre in cima alle classifiche italiane ed europee. Venga a trovarci ….non essendo un bambino…non lo mangiamo !

  23. il 24 luglio, 2015 scoiattolina dice:

    Signor Muzzioli….nel suo commento nn leggo ne di emigrazione ne integrazione ….. si attenga all’argomento ….nel rullo leggo che è munito di appositi occhiali da presbite …. però misa che nn vanno bene perchè è uscito fuori binario ……quindi la prego di attenersi a gli argomenti postati no ad altro.

  24. il 24 luglio, 2015 mario33.co dice:

    Caro Nembo, ragioniamo in modo concreto, democratico e “tranquillo”(noi che non siamo informati non possiamo fare altro che attingere dalla rete o dai Tg che raccontano la verità.) Non facciamo come certi politici disfattisti che si attaccano a bufale gridando ai quattro venti cose non vere per screditare il governo in carica. Ma… ragioniamo… da persone informate e civili!!! Ti mando questo piccolo articolo estrapolato da:”Il Corriere della Sera” scusami, non facciamo del terrorismo!!! Non vorrei che tu faccia a tutti i costi l’italiano incazzato. bisogna con tranquillità seguire le vicende senza farsi prendere da delle incavolature. mi permetto di contestare in un prossimo commento anche i milioni spesi per gli immigrati. Signori, non ascoltiamo un terrorista come Salvini!!!Grazie…ciao

    DA: “CORRIERE DELLA SERA” Bufale ONLINE di Roberto Pezzali,
    Non esiste nessuna tassa sui condizionatori, e soprattutto non è stata approvata nessuna legge che costerà 200 euro all’anno alle famiglie italiane per raffreddare gli ambienti. L’allarme, lanciato nelle ultime ore anche da alcune associazioni per la difesa dei consumatori, e ampiamente circolato in rete è infondato. La “bufala”, diventata virale nella giornata di oggi, è stata smontata da un articolo di DDAY.it.

    La normativa europea
    Innanzitutto va detto che non si può parlare di tassa; e tra l’altro non si tratta di adempimenti che riguardino le famiglie. Tutto nasce da una normativa europea sulla tutela dell’ambiente, recepita anche dall’Italia in quanto Stato Membro, che prevede la creazione di un unico libretto di manutenzione per caldaie e climatizzatori: entrambi rappresentano infatti fanno parte del sistema di climatizzazione (sia calda sia fredda) di un ambiente. La normativa tuttavia, contrariamente a quanto circolato in rete, non è stata approvata dal Governo Renzi ma era già stata recepita lo scorso anno ed è nota da tempo ad installatori e aziende che si occupano di commercializzare climatizzatori in Italia, tanto che è riportata anche sul sito del ministero dello Sviluppo Economico

  25. il 24 luglio, 2015 Nembo dice:

    A Muzzioli, credo che la parola democratico forse la persa, scrivendo i suoi commenti senza senso e senza un fine sul rullo del Bosco. Condivido il commento di Sabrina in tutto, perchè non vedo il nesso di scuole ospedali e altro, comunque la invito ad aggiornarsi non solo sui dati, ma anche sull’educazione. E’ più facile insegnare che educare, perchè per insegnare basta sapere, mentre per educare è necessario essere! I bambibni non vanno a sporcarsi le mani per aiutare i propri fratelli o, a spalare il fango o predisporre tende in caso di necessità, in casa di altri, mentre magari chi predica bene era seduto in una comoda poltrona gurdando gli altri che lavoravano…, perciò eludo il suo invito nel venire a visualizzare la sua zona, poichè nei miei famigliari ci sono persone di Spilamberto!A Questo punto credo che il mio 14°commento non abbia più un senso, chiedo scusa a tutti i visualizzanti! Unicuique Sum!

  26. il 24 luglio, 2015 franco muzzioli dice:

    Ti ringrazio della puntuale osservazione cara Scoiattolina…ma per favore tralascia il sig.( non prendere le distanze non sono infetto ) e soprattutto leggi anche i commenti non miei dove mi pare che dei “fuori binario” ce ne sono stati in abbondanza .

  27. il 24 luglio, 2015 scoiattolina dice:

    Perfettamente ragione sign. Muzzioli….anche altri commenti sono usciti dal binario …. quindi invito tutti ad attenersi all articolo postato, alcuni commenti li ho messi in spam xche nn erano appropriati …. quelli approvati ormai li lascio ma per i prossimi se nn li vedrete saprete xche ….

  28. il 25 luglio, 2015 scoiattolina dice:

    A me quello che fa incavolare. … e che arrivano disperati e poi distruggono tutti gli aiuti che gli vengono dati ….alloggi distrutti ….cibi buttati xche a loro nn sta bene …. aggressioni a persone di ogni genere …. e l’Europa nn ci aiuta e davvero inaudito questo. …io nn sono razzista ma queste situazioni ti fanno venire brutti pensieri. ….

  29. il 25 luglio, 2015 franco muzzioli dice:

    Non so quali sono le tue origini Scoiattolina (voglio dire se la tua famiglia viene dal nord , dal centro o dal sud!) ,ma ti voglio ricordare che negli anni 50 a Torino sono arrivati in pochi anni oltre 500 mila “terun” e che i buoni torinesi avevano messo cartelli nelle case da affittare con questa dicitura “non si affitta ai meridionali” E’solo la storia che gira gira gira.E mi ricordo negli anni 60 a Milano (dove ho trascorso mesi per lavoro)…si diceva “mèi un nègher che un terùn”.

  30. il 26 luglio, 2015 scoiattolina dice:

    Sig. Muzzioli vero che l emigrazione da un paese ad un altro è avvenuta .. però non solo dal sud al nord ma anche viceversa…. la bonifica che fece Mussolini arrivarono qua dove abito io (latina)molti dal nord in prevalenza veneti ….. presero i terreni e abitano ancora qua io per esempio conosco 4 famiglie venete ….però sono stati accolti con tranquillità —–i terrùn alla fine sono buoni solari e accoglienti no come la sù che che discriminavate cittadini italiani il bello che nn era sono in tempo andato ma anche ora ….però si accetta un emigrazione italiana ,i miei genitori sono venuti dall’abruzzo a latina ma siamo italiani e si sono adeguati al territorio…..ma questi emigranti che arrivano nn gli sta bene niente fanno casini distruggono le nostre strutture e gli viene permesso ….io li rimbarcherei tutti ….x colpa di come si comportano …