Archive for aprile 12th, 2015

LA DOMENICA DEL BOSCO

   

Barra div. - fondo rosa antico e rondelline mult.

 

B.D.-Dolce-Domenica-Amici

  Barra div. - fondo rosa antico e rondelline mult.

 

Si è parlato tante volte nei blog di Eldy della sincerità o meno delle amicizie in chat, della differenza tra un’amicizia fisica nella quale ci si può guardare negli occhi e capirsi e amicizia virtuale dove è più facile fingere e raccontare bugie. Nel virtuale, non potendo avere la prova dello sguardo è più difficile capire se l’interlocutore dice il vero o finge.

È molto facile e succede molto più frequentemente di quanto si possa credere che queste amicizie virtuali sconfinino anche nel tentativo di un rapporto amoroso virtuale. Di questo se ne è parlato meno perché, forse, chi lo fa, ha il ritegno o pudore di non svelarlo, quindi resta tutto nel segreto personale più nascosto.

Ho avuto modo di conoscere alcune vicende, diverse tra loro, ma ho voluto ricostruire la storia che vi racconto oggi, legando con una sorta di filo conduttore i vari episodi, ipotizzando che siano stati vissuti tutti dallo stesso personaggio. In precedenza questi argomenti si sono dimostrati sempre molto intriganti per cui spero di aver realizzato qualcosa di vostro gradimento per una piacevole e volitiva lettura.

Giuseppe_44912 

 

Amore in chat

Solitarie e ingannevoli illusioni

   

Barra div. - fondo rosa antico e rondelline mult.

       

NON_CE_DUE_S_38234

Ma_la_quarta_56233  

Non si sa per quale misteriosa caratteristica le donne erano attratte da quest’uomo che, invece, secondo il suo giudizio strettamente personale, non aveva nulla di eccezionale, almeno fisicamente, ma non poche giudicavano che fosse bello e glielo avevano pure detto, cercando di attirare la sua attenzione. Forse era la sua voce ferma e decisa ma pur sempre suadente ad attirarle: non si sa.

Questo era Filippetto, così lo chiamavano da piccolo ma a lui non piaceva questo diminutivo, il suo nome era Filippo e così voleva sentirsi chiamare.

Una vita normale, l’asilo, gli studi di scuola secondaria, il servizio militare, il lavoro, fidanzamento, matrimonio, figli e infine, dopo una onorevole carriera, la pensione. Già negli ultimi anni di lavoro aveva preso confidenza con il PC ed ora, a casa, con il suo portatile si dilettava con le ricerche in internet e chattava con tanti amici in rete. Erano in prevalenza donne, molto più numerose in rete, con le quali intavolava dialoghi e dopo le prime conoscenze in chat si scambiavano il numero di cellulare per mantenere l’amicizia anche con la viva voce. Poi arrivò skype e si ebbe modo di ampliare la conoscenza con la visione nello schermo.

 

Tired romantic girl is sleeping near the laptop

 Sogni d'amore al PC

   

È vero che con la prima conoscenza era stato lui ad essere stato attratto ma lei, single, in quanto separata dal marito, pur apprezzando le buone intenzioni di Filippo che voleva provare le emozioni dell’amore simulato con le parole in chat, quasi come fosse un gioco che dava in qualche modo delle emozioni, lei lo aveva convinto a mantenere il rapporto sul piano della cordiale amicizia ed era rimasta così una bella e sincera amicizia utile per scambiarsi confidenze, chiedere consigli sui propri dubbi o timori e confortarsi a vicenda. Con Pamela, questo il nome di questa prima amica di Filippo in chat, era proprio nata una bella e sincera amicizia, che dura tutt’ora. La grande confidenza raggiunta tra loro ha portato Pamela a chiedere consiglio a Filippo, anche quando, prima di accettare un compagno di convivenza, lo aveva confidato a lui chiedendo il suo parere. Filippo le aveva espresso le sue vedute come se parlasse ad una sorella, dandole, tutto sommato, dei buoni consigli sulla prudenza e ponderazione nell’iniziare un rapporto di convivenza amorosa. Le disse di cercare di conoscere bene il tizio, prima di imbarcarsi in un rapporto impegnativo, insomma, le disse che non doveva fare un salto nel buio.

Pamela aveva ascoltato i consigli di Filippo ma poi ha deciso di testa sua, con tutte le conseguenze del caso che Filippo deve pazientemente subire nei momenti di crisi del rapporto di coppia.

 Illusione virtuale

 Illusioni virtuali

 

La seconda esperienza in chat, Filippo la ebbe con Sofia, una che si era dichiarata single in quanto separata, con un lavoro precario e un figlio da mantenere e accudire, molto giovane ma che, solo dopo pochi giorni di serrati scambi amorosi in chat, anche molto spinti, si era dichiarata innamorata di lui, esprimendo il suo estremo bisogno di avere un uomo al suo fianco. Gli diceva che lui era l’uomo dei suoi sogni, che non poteva più fare a meno di lui e che, quando si è innamorati e si vuole bene, la differenza d’età non aveva alcuna importanza. Lo aveva invitato a raggiungerla nella sua città, oppure sarebbe stata lei a raggiungere lui.

Era una donna molto scaltra e sicuramente aveva conoscenze psicologiche in fatto di comportamento maschile nei confronti di una donna in una situazione come quella descritta, insomma doveva saperla molto lunga. Filippo comunque non era l’ultimo arrivato e pur non avendo fatto studi in materia, aveva accumulato nella sua vita abbastanza esperienze per distinguere una donna sincera da una che fingeva o recitava una parte sebbene da attrice ben preparata. Non se ne fece niente perché Filippo scoprì presto che questa era una che cercava di spillare soldi con storie compassionevoli strappacuore. Filippo era salvo.

Idea amore Intensità virtuale che diventa realtà

 

Ci fu una terza conoscenza, Francesca, con la quale Filippo intavolò una bella amicizia confidenziale sul piano quasi fraterno dopo un tentativo di chat/amoroso che lei aveva decisamente respinto perché lontano da lei mille anni luce questo tipo di approccio di amore virtuale, lei preferiva la concretezza con una persona fisica che potesse starle accanto. Signora di mezza età, niente male per l’aspetto fisico, sola già da diversi anni perché il marito era perito improvvisamente in un incidente, era ancora legata in modo morboso al ricordo di quella unione felice con il suo primo e unico amore.

Filippo fece opera di persuasione per convincerla a trovarsi un buon amico per valutare una eventuale convivenza perché non poteva sprecare la sua giovane età mantenendosi legata ad un ricordo seppure bello ed appagante per la vita vissuta ma non per quella ancora da vivere.

Filippo aveva provato tenerezza per questa donna per cui prese a cuore il suo caso e ricorrendo a tutte le sue capacità di persuasione, riuscì a rimuovere questo suo blocco mentale ed a risvegliare in lei nuove speranze di vita. Dopo poco tempo, infatti, Francesca, frequentando l’ambiente del volontariato, riuscì a trovare una brava persona nelle sue vicinanze e nelle stesse condizioni, con la quale attualmente trova conforto e felice compagnia. È sempre riconoscente all’amico Filippo che, con i suoi fraterni consigli era riuscito ad aprire la sua mente nel trovare la soluzione migliore per una vita più serena ed appagante.

 Intensità d'amore

Intensità d'amore davanti al monitor

 

Veniamo alla quarta vicenda, forse la più complicata ma nella quale Filippo è rimasto profondamente coinvolto.

Era stata una conoscenza casuale, prima al cellulare che in chat, perché Daniela le fu presentata via telefono da un’altra amica con la quale si trovava insieme in quel momento all’altro capo dell’etere.

Lei si era sentita fulminata da questa voce calda e sensuale di Filippo, così, almeno, gli disse lei subito dopo i loro primi contatti in chat che si evolsero subito in confidenziali approcci amorosi virtuali, si, ma entrambi asserivano che li sentivano così veri da sembrare reali. Filippo che si riteneva un incrollabile duro, non se l’aspettava ma era rimasto totalmente coinvolto da questa donna che gli diceva che si sentiva risorgere alla vita dopo anni di sofferenza in assoluta castità dopo essere rimasta vedova ancora nel fiore degli anni. Vero o no, sta di fatto che Daniela riusciva a provocare in Filippo desideri forti fino a sentirli appagati con la sola forza del pensiero. Magie dell’amore perché anche Filippo si sentiva attratto da Daniela, meravigliandosi di questo cambiamento avvenuto proprio in lui che era stato sempre scettico sul fatto che queste cose potessero accadere nel mondo puramente virtuale.

La cosa ormai aveva preso piede e si inseguivano a vicenda per trovarsi in chat alfine di abbandonarsi a questi amplessi di parole che potevano dare ad entrambi emozioni simulate ma che sentivano vere. Era vero amore.

Si resero conto che non potevano andare avanti così e progettavano ormai di incontrarsi nella realtà anche se il viaggio sarebbe stato lungo in quanto la distanza tra le loro residenze era enorme: lei al nord, lui all’estremo sud. Sorse qualche timore che incontrandosi nella realtà e guardandosi nel reciproco aspetto fisico le cose potevano radicalmente cambiare e tutte le attrazioni finora provate potessero crollare ma il desiderio era così forte che decisero di correre il rischio. Filippo si organizzò il viaggio e arrivò il giorno fatidico, Daniela lo aspettava.

A questo punto mi fermo perché non so ancora come sia andato il loro incontro ma se avrò notizie vi racconterò il seguito della storia, per ora vi auguro una Buona Domenica.

 

Giuseppe_27489

   

Barra div. - fondo rosa antico e rondelline mult.

 pc-lovePC love

    Barra div. - fondo rosa antico e rondelline mult.  

 Fausto Papetti   - Tempi d'amore