Archive for agosto, 2014

LA DOMENICA DEL BOSCO

 

Barra div. fissa  - Barra egiz. anatre e fiori  verdi

Le_nostre_ru_42279

 

 

B.D. WW

 

Giuseppe__42335

Barra div. fissa  - Barra egiz. anatre e fiori  verdi

 

 

I_Shardana_41984

alla_corte_d_45724 A

 

 

Con il nome Shardana si individua il popolo del mare che nel secondo millennio a.C. imperversava nelle acque del Mediterraneo. Questo popolo comprendeva pirati, predatori, guerrieri, mercenari, e altro ancora. Un popolo emulo di Ulisse nel suo peregrinare tra flutti e tempeste, percorreva in lungo e in largo quella distesa di acque marine molto tempo prima che venisse denominato dai Romani, “Mare Nostrum”. Una sorta di Armata Brancaleone del mare. Approdavano in forze nelle coste fiorenti di civiltà ove potevano trovare ricchezze da depredare o potenti ai quali offrire i loro servigi mercenari in cambio di lauti compensi e i necessari rifornimenti per le loro navi.

 

Shardana e Nuragici  - Popoli del mareShardana e Nuragici. Popoli del mare

 

Le scarse notizie storiche non lo riportano ma è facile immaginare che le razzie erano accompagnate da violenze, uccisioni e stupri. Viaggiavano sicuramente in formazioni numerose con navi veloci ed equipaggiamenti da guerra bene armati. Furono probabilmente i primi ad abbandonare la navigazione costiera per avventurarsi in mare aperto alla scoperta di approdi sconosciuti.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERANavicella Nuragica

 

Si comprende perché le città costiere e non  solo quelle, erano protette da alte mura e avevano, nei punti strategici, torrette di avvistamento per segnalare gli arrivi dal mare di imbarcazioni sospette. Nel caso di avvistamenti scattava l’allarme immediato e i cittadini fuori le mura rientravano affrettatamente nella città fortezza e si chiudevano i portoni d’ingresso, in attesa di capire le intenzioni dei nuovi arrivati che, nella maggior parte dei casi, non erano certamente pacifiche.

 

Guardia Shardana al servizio del faraoneGuardie Shardane al servizio del Faraone

 

Molte tracce di questo popolo sono finite in fondo al mare in conseguenza dell’affondamento delle loro imbarcazioni spesso coinvolte in scontri in mare aperto nell’assalto ad altre navi, soprattutto quelle dedite a trasporti mercantili che venivano sistematicamente depredate. Ma nei loro approdi terrestri hanno lasciato comunque un segno del loro passaggio. Con i ritrovamenti archeologici gli studiosi sono riusciti a ricostruire, almeno in parte e per quanto possibile, la storia di questo popolo del mare.

 

navicella nuragica 2Altra navicella nuragica denominata “serpente”.

 

Si trattava di un popolo multietnico con origini e provenienze diverse ma la maggior parte dei reperti ritrovati portano alla Sardegna (1) dove gli studiosi presumono che gli Shardana avessero la loro base operativa anche per la favorevole posizione strategica dell’isola al centro del Mediterraneo. Nei porti delle coste della Sardegna si riunivano gli equipaggi della flotta dei Shardana e da questa partivano per le loro spedizioni di conquista e razzie.

 

Le_spade_Sant_Iroxi_in_rame_arsenicatoLe spade Sant Iroxi in rame arsenicato

 

Una delle conferme più importanti è stata ritrovata con la decodificazione degli ideogrammi geroglifici egizi nei quali si trova descritto l’episodio della spedizione Shardana arrivata alla foce del Nilo con l’intenzione di saccheggiare la fiorente città ma che, proprio in mare, fu sconfitta dalle forze navali del Faraone Ramses II (1278 a.C.).

 

290px-Shardana rappresentati a Medinet HabuShardana rappresentata a Medianet Habu

 

 I Shardana non si diedero per vinti alla prima sconfitta ma consapevoli della loro forza, organizzarono altre spedizioni sempre nel tentativo di saccheggiare le città della fiorente civiltà Egizia.

Altre iscrizioni raccontano che, negli anni successivi, il popolo del mare fu nuovamente sconfitto e i Shardana furono fatti prigionieri e assoggettati al Faraone.

 

Shardana 2Shardana 2 – Geroglifici

 

Successivamente, con la dovuta suddivisione in classi militari, furono arruolati nell’esercito del Faraone Ramses III, quale riconoscimento del valore combattivo dimostrato in battaglia.

La storia dei Shardana in Egitto continua e dalla decodificazione di alcuni papiri si apprende che questo popolo arrivato dal mare, nel periodo della dinastia dei Ramses, si è gradualmente amalgamato ed integrato con la popolazione egizia dell’epoca, perdendo lo status di mercenari.

 

130px-Bronzetto   sardo_nuragico - equipaggiato con scudo tondo, elmo cornuto e gonnellino        Bronzetto sardo, nuragico  *

Le varie ipotesi sulle origine dei Shardana portano comunque, anche se non esclusivamente, alla Sardegna ove sono state ritrovati numerosi reperti di armi, elmi e scudi simili a quelli raffigurati nelle effigi egizie degli Shardana. Non ultimi i modellini di navicelle votive in bronzo, risalenti all’età nuragica e del tutto simili a quelle riportate nella documentazione egizia.

Non so se l’argomento di oggi possa aver destato sufficiente interesse per la nostra consueta lettura festiva per cui mi fermo qui, augurando una felice e serena domenica per tutti.

 

Giuseppe_38118 A

 

 

 Barra div. fissa  - Barra egiz. anatre e fiori  verdi

 

 * equipaggiato con scudo tondo, elmo cornuto e gonnellino.

 

(1) «Nei santuari nuragici e nei ripostigli troviamo una straordinaria varietà di statuette votive e modelli in bronzo. Figure di guerrieri, crude e barbariche nella loro esecuzione ma piene di vita, sono particolarmente comuni. Il guerriero era armato con un pugnale e con arco e frecce o con una spada, coperto da un elmo con due corna e uno scudo circolare. L’abbigliamento e l’equipaggiamento non lasciano dubbi sulla sostanziale identità tra i fanti sardi e i corsari e mercenari rappresentati nei monumenti egiziani come “Shardana”. Allo stesso tempo numerose barchette votive, anch’esse in bronzo, dimostrano l’importanza del mare nella vita della Sardegna. » (notizie Web)

 

Barra div. fissa  - Barra egiz. anatre e fiori  verdi

 

 La sinfonia del mare – Betamarra

Immagine anteprima YouTube

 

Il Mondo degli animali

 

Barra div. - GIF - Rametto con fiori fucsia

Le_nostre_ru_54146

 

 

Il_Mondo_deg_53736

 

 

Giovanna_54285

Barra div. - GIF - Rametto con fiori fucsia

 

 

Abbiamo letto, in Web, una notizia, particolarmente interessante per gli animalisti.  Poiché riteniamo che in Eldy vi sia un discreto numero di persone attente  ai problemi del mondo animale,   abbiamo pensato di  farvi  conoscere questa bella iniziativa,   che è messa  in atto a  Istanbul. Sembra che anche da noi  qualche imprenditore  abbia avuto l’idea di seguire la medesima strada ma,  fino a questo momento, non risulta che niente di simile  sia stato adottato. Vi riportiamo, quindi, l’articolo in questione, scritto dal giornalista Rudi Bressa, nonché un video che mostra l’uso specifico del distributore di cui si parla, certi di fare cosa gradita.

 

 

Barra div. - GIF - Rametto con fiori fucsia

 

 

Riciclaggio__54833

e_aiuti_agli_54971

 

“A Istanbul, sono stati installati dei raccoglitori di bottiglie di plastica che erogano, in cambio di PET, acqua e cibo per gli animali della città.
La Pugedon l’azienda turca che la realizza, la definisce una “smart re cycling box”, ovvero una scatola per riciclare intelligente. E che sia intelligente non dà adito a dubbi.

 

cani-randagi 2Gruppo di cani randagi

 

Infatti, si tratta di un riciclatore automatico che distribuisce acqua e cibo in cambio di bottiglie di plastica. Come spiega la stessa azienda, il sistema da una parte incentiva il riciclaggio e la differenziata, mentre dall’altra aiuta l’amministrazione a gestire e a fornire cibo agli animali randagi della città che, a quanto si legge da varie fonti, a Istanbul è un problema di attualità.

 

Gatti-randagiColonia di gatti randagi

 

Per utilizzare i cassonetti intelligenti, situati nei parchi e nelle aree pubbliche di tutta la città turca, si svuota la bottiglietta d’acqua prima di inserirla in un’apposita bocchetta, dopodiché verrà erogata una piccola quantità di croccantini per animali. A lato si trova anche un altro contenitore che è possibile rifornire d’acqua e metterla così a disposizione del gatto o del cane.

Immagine anteprima YouTube

In pratica, lo si può definire come “riciclo alternativo incentivante”, termine coniato, ad esempio, da Eurven, azienda italiana che già da tempo propone raccoglitori intelligenti simili,  promuovendo la raccolta differenziata con l’erogazione di premi o buoni,  utilizzabili nei punti-vendita. Certo, mancava un’idea del genere, che pensasse anche ai nostri amici a quattro zampe”.

Barra div. - GIF - Rametto con fiori fucsia

 

 

Ci preme aggiungere, a questo interessante articolo,  un invito ai vari Sindaci del nostro Paese, in primo luogo a quello della Capitale,  Ignazio Marino, che un’iniziativa del genere sarebbe non solo un atto di grande civiltà sia nei riguardi della città, per incentivare il buon uso di non disperdere o gettare in terra le bottigliette di plastica,  sia a favore e protezione degli animali randagi che, inevitabilmente, circolano, soprattutto  nelle grandi città. Questo esperimento potrebbe iniziare nelle arree verdi di periferia, giardinetti pubblici, dove spesso circolano dei randagi, per poi estenderlo in altri quartieri della Città.

 

Giovanna A

 

 

 

Barra div. - GIF - Rametto con fiori fucsia

 

Richard  Clayderman   –  Wild flower

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

LA DOMENICA DEL BOSCO

 

Barra div. di fiorellini colorati verticali - anim.


Le_nostre_ru_48700

 

B.D. Blu-scuro

Giuseppe_48706

 

Barra div. di fiorellini colorati verticali - anim.

 

 

Oggi andiamo a conoscere un altro angolo nascosto (ma non troppo) della nostra Bella Italia, ricca di risorse naturali, a volte poco conosciute ma che l’ingegno italico riesce ad utilizzare e mettere in evidenza per illustrarle al mondo.

Quasi un viaggio guidato con la sapiente descrizione presentata dall’amica Enrica Bosello.

 

Giuseppe_54873 A

 

 

Barra div. di fiorellini colorati verticali - anim.

 

 

Il_Friuli_il_50073

e_Spilimberg_50109

 

L’Italia e le sue regioni, così diverse, ma così simili nello sfruttare tutto quello che la natura metteva e mette loro a disposizione, il sapere antico che con arte e maestrìa, ci fa diversificare agli occhi del mondo.

 

763-295-friuli_venezia_giulia_region2_1Regione Friuli-Venezia-Giulia

 

La forza di una popolazione, che dai sassi, ha trovato una forma di lavoro, da certosini, tanto da diventare una scuola che è, nel suo genere, punto di riferimento e sperimentazione unico al mondo.

 

Tagliamento 1Il Tagliamento

 

Il Tagliamento, il fiume che attraversa la regione Friuli Venezia Giulia, è il più importante di questa regione, ha una lunghezza di 170 km e un bacino di circa 3.000 km. Viene definito il Re dei fiumi Alpini, è l’unico in tutto l’arco Alpino e in Europa ad aver mantenuto, e preservato la caratteristica di fiume a canali intrecciati, un fiume che ha un alveo molto profondo e ampio, ricco di ghiaia, che attraverso una serie di canali i quali intrecciandosi tra loro, trasportano verso valle parecchi sedimenti.

 

Tagliamento e i suoi canali intrecciatiIl Tagliamento e i suoi canali intrecciati

 

Purtroppo al cambio di pendenza, dopo un tratto montano, trovando la pianura, l’acqua non ha più la forza, per trasportare il carico di materiale convogliato, in questi tratti il sedimento si ferma formando isole ghiaiose e ciottolose che ostacolano lo scorrimento del fiume e lo costringono a dividersi in numerosi canali secondari.

 

scuola mosaicisti- giovani lavoroScuola Mosaicisti – Giovani al lavoro

 

Il più delle volte la natura fa il suo corso, segue una causa naturale, per esempio, eventi di piena eccezionali, oppure proprio per l’intervento dell’uomo, che estraendo inerti dai letti del fiume, ne restringe l’argine. Dal Web: Il fiume Tagliamento viene ritenuto un ecosistema estremamente prezioso ed interessante, essendo considerato l’ultimo corridoio fluviale morfologicamente intatto delle Alpi.

 

27_Spilimbergo_opera-musiva_Scuola-Mosaicisti-del-FriuliSpilimbergo – Scuola mosaicisti – Opera musiva

 

Infatti per buona parte del corso, ed in particolare nel medio tratto fino a Pinzano, l’intervento invasivo dell’uomo è stato pressoché nullo e le dinamiche fluviali presentano un grado di naturalità unico in Europa. Grazie a questa sua caratteristica, il Tagliamento

 

Bacio-di-Klimt-1a - Scuola Mosaicisti di SpilimbergoScuola mosaicisti  – Riproduzione del Bacio di Klimt

 

viene studiato da Università ed Istituti di ricerca di tutto il mondo ed è stato preso a modello per interventi di ri-naturalizzazione fluviale ed è proprio sul greto del Tagliamento che, agli inizi dell’anno scolastico… si recano gli allievi della Scuola di Mosaico, guidati dagli insegnanti, per farne una scelta ed un necessario rifornimento.

 

Tagliamento- PinzanoTagliamento – Pinzano

 

I sassi vengono aperti con un colpo secco di martello per scoprire l’intima fibra e la recondita vena cromatica, in pratica, il colore, che hanno all’interno, per aver la possibilità di impiegare, tale colore, per realizzare questa o quella figura o qualche particolare di quell’opera.

 

Castello di SpilimbergoIl Castello di Spilimbergo

 

Nel 1922, nasce la Scuola Mosaicisti del Friuli, che assegna a Spilimbergo il nome di “Città del mosaico”, sotto la guida di insegnanti esperti e qualificatissimi, vengono eseguiti, sulle tracce dell’invenzione del mosaico a rovescio vengono eseguiti lavori di ogni tipo, su bozzetti di alcuni tra i più illustri artisti contemporanei.

 

 

-Piazza-Duomo-SpilimbergoPiazza del  Duomo di Spilimbergo

 

La fama della Scuola è ben meritata e, ben oltre il comune apprezzamento, lo sta a dimostrare il credito ed il prestigio che essa gode in tutto il mondo, là dove, da Detroit a Los Angeles, da Parigi a Tokio, da Buenos Aires a Canberra.

spilimbergo  - Duomo - Organo del '500Organo del ‘500 – Duomo di Spilimbergo

 

Spilimbergo, oltre alla scuola, offre ai suoi visitatori, il Castello, il Duomo è uno dei più importanti edifici gotici del Friuli, con all’interno affreschi risalenti al ‘300, e un organo del ‘500 di grande valore.

 

Enrica_Bosel_50280

 

 

Barra div. di fiorellini colorati verticali - anim.

 

Giovanni Marradi –  Sunrise  Sunset

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

 

Condoglianze

 

Barra div. fissa- Barra celtica a linee verdi e bianche intrecc.

 

 

 CONDOGLIANZE AD UNA CARA AMICA DI ELDY

 

 

GIANNA DI LECCO, NOSTRA CARA AMICA, HA AVUTO UN GRAVE LUTTO IN

FAMIGLIA E LE RINNOVIAMO LA NOSTRA  SENTITA PARTECIPAZIONE AL SUO DOLORE.

ELLA HA VOLUTO RINGRAZIARCI  IN GIORNATA CON  UN SMS. ECCO LE SUE PAROLE:

“Con il mio cuore ringrazio tutti per essermi stati vicini nel mio dolore. Siete la mia compagnia. Vvb.  Un caro abbraccio. Gianna.  Buona giornata a tutti”.

 

La Redazione del Bosco

 

 

Barra div. fissa- Barra celtica a linee verdi e bianche intrecc.

L’Angolo del dialogo – Fatti e opinioni

 

 

Barra div. GIF - Foglioline danzanti

Le_nostre_ru_11007

 

LAngolo_del__62904Fatti_e_opin_63415

Lorenzo__63849

 

Barra div. GIF - Foglioline danzanti

 

 

Tra_il_fatto_01553

 

(pubblicato il 3 settembre 2010 su FB).

—————————————————————————

 

E’ successo su un autobus affollato in una grande città.
Un signore sta dietro ad una bella ragazza, che ogni tanto si gira e lo guarda.
L’uomo, ad un certo punto, sbotta:

 

vignetta autobus 2

 

“Signorina, è già la terza volta che si gira e mi guarda. Così facendo ingenera il sospetto che io la tocchi mentre io, invece, non la sto toccando e non la toccherò. Poiché, però, si gira pur senza che io la tocchi, le dico che è una mitomane, a caccia di pubblicità”.

 

bus 1

 

La ragazza ritorna confusa a guardare il finestrino e tace.
Non posso fare a meno di intervenire.
“Signore, dico, lei ha formulato accuse gravi, ed in fondo ingiuste, per un semplice sguardo. Lo sa che, in base al suo comportamento, può essere accusato lei di essere un mitomane? Sta provocando un caso senza nessun elemento di prova. E l’accusa di volersi fare pubblicità vale per la signorina ma vale anche per lei”.

 

ma che fate signore - non siamo ancora sull'autubusMa che fa signore? Non siamo ancora sull’autobus.

 

“Sì, mi risponde, ma se si crea una discussione dopo un’eventuale accusa di palpeggiamento, io rischio la galera e un processo per direttissima”.
Una ragazza, esile e bruna,  interviene dicendo: “La ragazza ha ragione”. Un ragazzo, biondo e pelato, dà ragione a me.

 

vignetta autobus 3

 

Rifletto e penso che forse tutti hanno una parte di ragione. Che il torto sia dell’autobus troppo pieno? E del nervosismo che provoca? O da un conflitto fra i sessi?
La questione  non mi sembra futile e ve la passo per ogni eventuale approfondimento.

Lorenzo__63952

 

 

Barra div. GIF - Foglioline danzanti

 

 

Réflections  –  R. Clayderman & James Last

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

 

 

 

LA DOMENICA DEL BOSCO

 

Barra div. - GIF - stelline minuscole color.Le_nostre_ru_62799

 

B.D. - Celestino

Giuseppe_62912 A

Barra div. - GIF - stelline minuscole color.

 

 

Dalla_Russia_63503

Inganni_info_63634

 

Non è il titolo del Film della serie 007 con Sean Connery, alias James Bond, ma uno dei vari messaggi che arrivano con frequenza nella nostra posta elettronica. Ce ne sono di ogni tipo da account che si spacciano per le Poste Italiane, per Banche o Gestori Telefonici e cercano di trarci in inganno per carpire i nostri dati personali al fine di poterne fare un uso non certo di beneficenza.

 

ACHTUNG_63799

 

ATENCION_63907

 

ATTENTION_64134

             ATTENZIONE_64239

 

Analizziamone qualche campionario:

 

1)      –

In conseguenza al continuo incremento di trasferimenti illegali di conti elettronici, il tuo conto XxxxxPay è stato bloccato per la tua sicurezza. Questo è stato fatto per assicurare il tuo conto e le tue informazioni private. Come misura di sicurezza, ti consigliamo di collegarti al vostro Conto XxxxxPay e cambiare il tuo codice di accesso.

 

vignetta 7Travolto  dalle  mail  in  spam

 

Segue l’invito a fornire i dati personali e a cambiare il codice d’accesso al proprio conto.

 

2)      –

Messaggio proveniente da un account che si qualifica come TELExxx ITALIA (ma manca il logo ufficiale), e invita a confermare i propri dati di seguito elencati entro 24 ore, pena la sospensione del proprio account di utenza:


*Posta elettronica: ……………………

*Password Obbligatorio: ……………
*Risposta di questione di sicurezza Obbligatorio:
*Data di nascita: ……………….
*Sesso: …………………
*Professione: ……………….
*Paese di residenza: ……………….
*Contattare il numero: ……………….

Ha tutta l’evidenza di un messaggio inganno per carpire i dati dell’interessato a scopo fraudolento.

 

vignetta 5

 

3)      – (messaggio integrale, errori compresi, di ipotetica provenienza straniera ma chiaramente falso)

 

Gentile Cliente,
La tua Carta di credito numbero: 304xxxxx e stata bloccata!
La verifica e l’aggiornamento delle informazioni e necessario, al fine di confermare la vostra identita.
Per ripristinare l’accesso al tuo account online, si prega di confermare la tua identita, accedendo a questo link sicuro.

 

vignetta 2

 

Una volta completato l’elenco di controllo di tutti gli elementi, il tuo caso verra esaminato da uno dei nostri specialisti account. Ti invieremo un e-mail con il risultato del riesame.

 

4)      – (qualcuno si spaccia per amico ma amico non lo è mai stato)

 

 Buongiorno

   Non so se si ricorda di me, abbiamo avuto una conversazione un po’ di tempo fa in merito alla sua situazione.

Sappia che questa notte ho avuto un flash che la riguarda!

 

computer037vignetta 4

 

   Le confesso che mi ha intrigato, e quindi mi sono alzato per effettuare uno studio sul suo caso.

   Quello che ho scoperto, è incredibile!! È necessario che ne parliamo al più presto, in quanto ci saranno dei grossi cambiamenti nel suo futuro!

   Quello che le sta per succedere è eccezionale, non perda tempo e clicchi qui in modo che possa spiegarle quello che ho visto.

 

Dalla veggente

Vignetta 6

 

   So che spesso si chiede se ha preso la giusta decisione o se ha sbagliato, ma adesso io non ho alcun dubbio che cliccare su questo link adesso sarà la migliore decisione che prenderà oggi. 

   Aspetto impazientemente la sua risposta.

   Il suo amico Xxxxx

 

Ed eccoci, infine alla lettera proveniente dalla Russia (?) o altri paesi dell’est, che spesso può essere pure corredata dalla foto di una bella ragazza, ma anche su questa c’è da nutrire parecchi dubbi.

 

Buona sera! Io Halina,vivo a Xxxxx, Russia. Voglio trovare la mia anima gemella con la quale saro felice. Voglio trovare un compagno che sia affianco a me. Un uomo che mi dia il suo amore, cura e affetto. ed abbia rispetto di me e dei miei sentimenti. Un uomo che sara con me nella gioia e nel dolore ed io daro al mio uomo reciprocita .

Ti diro un po’ su di me. Sono ragazza molto seria e responsabile, romantica, sensuale, simpatica e con buon umore. Affronto problemi con un sorriso. Sono sola e la vita perde il suo senso per me.

 

vignetta 3Non hai ricevuto la mia mail?

 

Spero che anche per te sia cosi. Sono una ragazza semplice e posso dire che mi puoi leggere come un libro aperto. Ma questo richiede desiderio da te. E poi le parole saranno sempre facili e chiare.

Ho bisogno di un uomo per la vita e saro felice, e lui sara felice con me! Aspetto tanto la tua risposta.

 

Quale potrebbe essere l’evoluzione in caso di adesione? Come primo effetto c’è sicuramente una richiesta di denaro, giustificata dal pagamento delle spese di viaggio e poi? Chi ‘sé visto, s’è visto, o potrebbero essere possibili altri sviluppi sulla base della credulità del malcapitato e sprovveduto soggetto che si appresta ad aderire all’invito.

 

La casistica potrebbe ancora allargarsi ma penso che quanto proposto sia sufficiente per sollevare l’attenzione sulle possibili frodi che possono presentarsi per via informatica ma anche per conoscere il parere ed eventuali esperienze dei lettori.

Buona Domenica per tutti e… statevi accorti.

 

Giuseppe_00776

 

 

Barra div. - GIF - stelline minuscole color.

 

 Fausto Papetti – No non credere

Immagine anteprima YouTube