Archive for luglio 20th, 2014

LA DOMENICA DEL BOSCO

 

 

Barra  spaz. viola chiaro Le_nostre_ru_02403  1    

text

  Giuseppe_03030 - 1   Barra  spaz. viola chiaro     Il_Credo_Div_03229  -1 

 

 "Dedicato a delle amiche molto religiose che mi accettano nella mia non religiosità".

 

Enrica_04583- 1

 

 

 Per me è difficile credere in un qualcosa di Supremo, qualcosa che viene definito onnipotente che tutto vede e tutto sa. Sono solita dire che credo a quel che vedo ma, facendomi delle domande, mi rendo conto che credo anche a cose astratte, non tangibili, all'amicizia, all'amore. Molto spesso mi sono affezionata a persone, credendo che fossero amiche, o forse, mi sono illusa che avessimo un tipo di affetto amicale, queste persone comunque, erano reali, mi rapportavo con qualcuno, di astratto c'era il sentimento che io avevo riposto.

 

Fatima-Vergine

La Madonna  di Fatima

 

 Poi c'è l'amore, quel sentimento che non comperi al mercato, che ti consente di fare progetti, e ti spinge a fare tantissimi sacrifici per realizzare gli obbiettivi prefissi, quell'amore che spesso viene tradito, umiliato, deluso, ma che proprio per amore, cerchi di superare, a volte non ci si riesce, va tutto come non dovrebbe, ma il sentimento non cambia, sei arrabbiata, a volte diventi cattiva, ma il bene che hai voluto non lo cancelli, forse per alcuni di noi, si modifica, ma non si gettano via le cose positive anche se sono pochissime.

i pastortelli di Fatima

I pastorelli di Fatima

 Io credo in queste cose nelle persone e nei sentimenti. Poi c'è la religione: Guardo la mia cagnolina Luna, non ha religione, non venera nessuno, ma quando arrivo dal lavoro mi aspetta, saltella intorno a me, e questo è, ancora una volta, la dimostrazione di un sentimento. Gli unici esseri sulla terra che hanno bisogno di credere in qualcosa di astratto siamo noi, gli uomini. Fin dai tempi più antichi ogni popolo ha venerato degli dei, lo dimostrano i tanti disegni rupestri e le tombe che vengono scoperte dagli archeologi. "Non c'è popolo che non abbia avuto una religione".

La grotta della vergine di LourdesLa Grotta e la Vergine di Lourdes

 

 Ho conosciuto una persona molto religiosa ultimamente, convinta nel proprio credo, che è riuscita a trasmetterlo a tutta la sua famiglia. Alle mie obiezioni, risponde dicendo che la fede o c'è o non c'è, dice che di fronte a tante bassezze, i dubbi vengono anche a lei, che questo fa parte del fatto che siamo menti pensanti. Ma dice anche che forse il mio pensiero, non è sbagliato ma troppo concentrato su cose troppo concrete. Mi spiego meglio: Per la mia amica, credere, è parte di se stessa, nei suoi pellegrinaggi non si aspetta il miracolo, lei va perché crede profondamente, la sua è una ricerca interiore. La meta che lei raggiunge, è meta si di preghiera, ma di pace interiore, non si aspetta nessuna manifestazione, per lei è scontato che sia così. Non c'è Madonna che sia Lourdes, Fatima o Medjugorje, che le deve dimostrare nulla, non si aspetta nulla. 

LOURDES Basilica France

 

Io penso ai malati, soprattutto ai bambini, ai viaggi della speranza, pensando a un miracolo di una guarigione. Una mia famigliare, che avendo perso un figlio di vent'anni, con la fede ha raggiunto una serenità interiore, la quale molto spesso, nei miei momenti di difficoltà, mi dice, entra in chiesa la porta è sempre aperta a tutti. E l'amica di Desio, che si accolla tutti i problemi esistenziali dei suoi amici virtuali, e si preoccupa, dice che Dio è dappertutto. Una ragazza che lavora con me, di religione musulmana, quando le ho offerto una caramella, mi ha detto che, dalle tre di notte alle nove di sera, non avrebbe messo nulla in bocca, né cibo né acqua, per rispettare il Ramadan.

  Medjugorje

La Madonna di Medjugorje

 

Non cambio idea, non posso cambiare il mio modo di pensare, ma rispetto, chi riesce a trovare il modo di continuare anche attraverso la fede. Poi, come molto spesso mi ricordano, siamo tutti peccatori, a volte si commettono errori, anche involontariamente, perché sbagliare è umano. Un'altra amica ancora usa la preghiera per stabilire un rapporto, un’unione in famiglia, basta prendersi per mano e dire una preghiera. Io non l'ho mai fatto, nemmeno quando ero con i miei genitori, eppure mio padre ringraziava per quel che avevamo, poco per la verità, mi chiedevo sempre perché ringraziasse..... Non ho mai sentito la chiamata, dicono che Dio vede e provvede, nel mio scetticismo ho pensato e detto che dopo 2000 anni deve avere un po' di cataratta. Mi dicono che sono una monella, e ci ridiamo sopra insieme, se la diversità di pensiero e di credo unisce, viva la religione.

Enrica_Bosel_01863

    Barra  spaz. viola chiaro   Placido Domingo -      Ave Maria... Bach-Gounod