BUON NATALE

13 43b1c40e 13

STORIELLA DI NATALE

Durante il periodo di Natale, tanti anni or sono, il nome

del Bambino Gesù, nato così Povero e così Grande, era

spesso presente nei nostri pensieri e nei nostri discorsi.

Nelle letterine dorate,

che lo rappresentavano appena nato,

scrivevamo, con impegno, poche righe colme d’amore e di

riconoscenza, ai nostri genitori; ogni anno, il papà le

ritrovava, commosso, sotto il piatto, al pranzo di Natale.

Anche i semplici doni contribuivano a rendere gioiosa

l’atmosfera: un orsetto dal pelo corto, ricciolino; un

bambolotto di plastica; la tradizionale tombola; l’oca coi

dadi; una pistola da cowboy; un’armonica a bocca; un

trenino, con le rotaie, che funzionava a molla: quello era

il massimo!

Ricordo, papà, quel lontano mattino di Natale, quando tu

salisti pian, piano, le scale di legno, con aria

compiaciuta e ti sedesti tra noi, sul lettone, portandoci

dei doni dentro al paniere: tre mandarini, poche arachidi

ed alcune noccioline. E noi, un po’ stupiti, un po’ delusi,

cercavamo di comprendere se quello era uno dei tuoi soliti

scherzetti… Rimane, così, in me, indelebile la tua

immagine di giovane papà, il tuo grande affetto, il tuo

entusiasmo nell’insegnarci i sentimenti veri del cuore.

…Il tuo grande presepe, con lo sfondo dipinto a pennello,

le luci colorate, le casette ed il castello che tu avevi

costruito con tanto impegno e passione.

Quel presepe l’avevi promesso in un momento di grande

dolore… e la promessa fu mantenuta, fino a che noi

diventammo adulti e le tue forze, papà, vennero meno.

La sera, ci riunivamo, davanti al Bambino, commossi,

a dire una preghiera o ad ascoltare, mentre suonavi, col

tuo “prezioso” violino, le dolci lodi all’Altissimo.

Al pranzo di Natale, il nonno Vittorio non mancava mai.

Sette, otto tortellini a testa, in brodo, (allora erano

una novità), carne di manzo e gallina lessa, un po’ di

sottaceti ed infine il panettone coi canditi, riscaldato

nel forno della stufa a legna o vicino al caminetto.

Per la gioia di noi piccini, nonno Vittorio s’improvvisava

un po’ prestigiatore e un po’ pagliaccio. Faceva così

scomparire l’orologio, per poi ritrovarlo dentro le nostre

tasche. E, ancora… le espressioni buffe e gli occhi storti,

che ci divertivano tanto!

Caro papà, dopo tanti, tanti anni, poco prima di Natale,

decisi di comprare un bel giaccone, per te, volevo farti

una bella sorpresa. Arrivati alla tua casa, te lo facemmo

indossare e qualcuno, gentilmente, con tono quasi

supplichevole, ti chiese se, anche tu, potevi fargli un bel

dono. Subito lo assecondasti, non sapendo, però, di che

regalo si trattasse… e la risposta fu: “Se può venire una

settimana da noi, a trascorrere insieme il Santo Natale”.

Ti fu impossibile, stavolta, negare e quel Natale, in

famiglia, passò all’insegna della Pace e del Perdono.

Diventasti, per tua scelta, un papà e nonno super protetto

e, in due giorni, decidesti di rimanere per sempre con noi.

Se quel Bambino è nato povero per noi, l’ha fatto per

renderci ricchi di solidarietà, fratellanza ed amore.

Il Piccolo Signore aspetta sempre, in silenzio, un nostro

gesto di Pace, un sorriso Sincero, un semplice Sì.

Cecilia

 

13buon_natale_03

 


COMMENTI

Both comments and pings are currently closed.

  1. il 25 dicembre, 2013 Lorenzo.rm dice:

    GRAZIE, cECILIA, GRAZIE DI CUORE. BUON NATALE, BUON nATALE.

  2. il 25 dicembre, 2013 Cecilia Zenari dice:

    AUGURO UN NATALE GIOIOSO: RICCO DI PACE E GIUSTIZIA.

    … NON UN NATALE DI 365 GIORNI … MA UN NATALE PER LA VITA!

    “Se quel Bambino è nato povero per noi, l’ha fatto per
    renderci ricchi di solidarietà, fratellanza ed amore.
    Il Piccolo Signore aspetta sempre, in silenzio, un nostro
    gesto di Pace, un sorriso Sincero, un semplice Sì”.

    …B U O N … N A T A L E … A … T U T T I !!!

  3. il 25 dicembre, 2013 giuseppe3.ca dice:

    Auguriamoci un Natale Sereno all’insegna dell’Amore, della Solidarietà, Fratellanza, Pace, Comprensione, Riflessione interiore dell’anima nello spirito degli insegnamenti ricevuti, ringraziando, non solo oggi ma ogni giorno della nostra esistenza, il Santo Bambino che ha sacrificato la propria vita per indicarci la via del Bene.
    BUON NATALE

  4. il 25 dicembre, 2013 Nembo dice:

    Che la magia del Natale possa riempire i vostri cuori di serenità e felicità. Buon Natale

  5. il 25 dicembre, 2013 pino5.rm dice:

    Grazie Cecilia, buon Natale a te ed a tutti i frequentatori di Eldy. Visto che si parla di fatti di famiglia in riflesso della Santa Famiglia di Nazareth mi sembra appropriato metter qui la PREGHIERA DI PAPA FRANCESCO ALLA SANTA FAMIGLIA: Gesù, Maria e Giuseppe
    a voi, Santa Famiglia di Nazareth,
    oggi, volgiamo lo sguardo
    con ammirazione e confidenza;
    in voi contempliamo
    la bellezza della comunione nell’amore vero;
    a voi raccomandiamo tutte le nostre famiglie,
    perché si rinnovino in esse le meraviglie della grazia.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    scuola attraente del santo Vangelo:
    insegnaci a imitare le tue virtù
    con una saggia disciplina spirituale,
    donaci lo sguardo limpido
    che sa riconoscere l’opera della Provvidenza
    nelle realtà quotidiane della vita.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    custode fedele del mistero della salvezza:
    fa’ rinascere in noi la stima del silenzio,
    rendi le nostre famiglie cenacoli di preghiera
    e trasformale in piccole Chiese domestiche,
    rinnova il desiderio della santità,
    sostieni la nobile fatica del lavoro, dell’educazione,
    dell’ascolto, della reciproca comprensione e del perdono.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    ridesta nella nostra società la consapevolezza
    del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
    bene inestimabile e insostituibile.
    Ogni famiglia sia dimora accogliente di bontà e di pace
    per i bambini e per gli anziani,
    per chi è malato e solo,
    per chi è povero e bisognoso.

    Gesù, Maria e Giuseppe
    voi con fiducia preghiamo, a voi con gioia ci affidiamo.

    Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2013/10/27/preghiera_di_papa_francesco_alla_santa_famiglia/it1-741152
    del sito Radio Vaticana

  6. il 25 dicembre, 2013 giosue1.bonollo dice:

    auguri a di buon natale a tutti gli amici del bosco

  7. il 25 dicembre, 2013 giovanna3,rm dice:

    Grazie Giosuè: i tuoi mi sono particolarmente graditi.

  8. il 25 dicembre, 2013 giovanna3,rm dice:

    Questa pagina del Bosco è veramente composta bene: grazie Sabrina, sei sempre fantasiosa e brava!
    La storiella di Cecilia mi è piaciuta molto: ne ricorda altre che molti di noi hanno vissuto, con nonni, genitori o membri di famiglia. Sicuramente i doni erano di gran lunga meno copiosi di quelli che ricevono oggi i bambini, che sono letteralmente sovrastati dai pacchi e da tutto cio che essi contengono. Quando i doni sono eccessivi, secondo me, i
    bambini si confondono, non possono apprezzarli tutti, e non è nemmeno un sistema molto educativo! E’ un mio pensiero, sia ben chiaro!

  9. il 25 dicembre, 2013 elisabetta8.mi dice:

    **GRAZIE CECILIA*QUESTO TUO SCRITTO E’MOLTO BELLO**MI ERO RIPROMESSA DI NN PIANGERE X OGGI**MA TE ASSIEME A TUTTO LO STAFF DEL BOSCO*AVEVATE DECISO IN MODO *DIVERSO**V.V.B. ****UN MONDO DI AUGURI X TUTTI *E TANTA SERENITA’**** **********GRAZIE*******BOSCO*********

  10. il 25 dicembre, 2013 gabriella dice:

    Grazie Cecilia, che il Nalale ci aiuti ad eesere buoni ed aiutare sempre gli altri , senza riempire la cameretta dei nostri nipotini di giochi !!!Ciao

  11. il 25 dicembre, 2013 armida.ve dice:

    I ricordi dell’infanzia hanno sempre un velo di poesia.
    Chi non ha un episodio significativo da custodire nel cuore?
    Cecilia ci ha fatti entrare in un mondo d’amore!
    Grazie, Cecilia, Buon natale!

  12. il 25 dicembre, 2013 elisabetta8.mi dice:

    **grazie cecilia*il tuo racconto e’ propio in tema x questa S.giornata*mi ero ripromessa x oggi di nn piangere*nn e’ stato possibile ,dopo averti letta*questo racconto di poverta’ carico di umanita’*oggi i bimbi vengono sommersi di regali che a volte nn guardano*nn mi sembra nemmeno educativo*voglio e ottengo*senza nessun sagrificio*nulla viene apprezzato*grazie x aver messo tutto questo in evidenza* un mondo di auguri ***

  13. il 26 dicembre, 2013 giosue1.vi dice:

    grazie giovanna

  14. il 26 dicembre, 2013 giuseppe57 dice:

    èarrivata anche la letterina di natale.auguri a tutti, ma sopratutto a quelli che dedicano il tempo a rievocare dei belli episodi del passato un po andati in disuso.auguri

  15. il 26 dicembre, 2013 sandra vi dice:

    Un ringraziamento a Cecilia per il suo racconto cosi’ fresco e sopratutto pieno di ricordi del tempo passato.Ci riporta ai tempi della nostra fanciullezza,che bello scrivere la letterina e infilarla sotto il piatto di papa,aspettare col cuore sospeso che la leggesse ;la recita della poesia,guardare la mammma per suggerimenti ,quanta nostalgia ,……………

  16. il 26 dicembre, 2013 Cecilia Zenari dice:

    Grazie, amici, questa per me non è solo una Storiella di Natale, ma un vera LETTERA DI NATALE indirizzata al mio caro papà, esattamente alcuni anni fa!

    Verissimo, i ricordi belli non si dimenticano facilmente: sono quelli che danno forza e gioia nei nostri momenti più difficili!

    Il bene donato e ricevuto dona calore per tutta la vita: il bene non muore mai!

    Grazie per tutte Vostre belle parole e per la stupenda Preghiera di Papa Francesco alla Santa Famiglia.

  17. il 26 dicembre, 2013 giovanna1.vc dice:

    Anche se in ritardo ,faccio i miei auguri a tutti e un ringraziamento alla redazione del bosco ,auguri ,auguri e grazie x essere sempre cosìsolerti con i bei racconto ☺

  18. il 26 dicembre, 2013 gianna dice:

    Vorrei, ringraziare la redazione del bosco, magari un po in ritardo,grazie di cuore a tutti, per farci sempre belle sorprese, anche novita’ nei racconti e nel presntarci sempre cose molto importanti e istruttive per tutti, grazie del vostro grande impegno, buone feste a tutti indistintamente grazie di tutto, ora Buon fine Anno !!2014