Archive for ottobre 31st, 2013

Pensieri e non solo…!!

         

  

   Amici e amiche, se bene ricordate,  nel  Maggio scorso avevamo ampiamente commentato,  in questo blog,   la manìa della ludopatìa, che resta sempre un grave problema ed è sempre più diffusa nella società Italiana,  in piena crisi economica… Ci eravamo lasciati augurandoci,  in quell’articolo,  che il nuovo governo “di servizio o di larghe intese”, che  stava per  subentrare,  facesse sentire la propria voce,  istituendo  nuove regole per deslottizzare le persone dedite a questo gioco, in maniera patologica,  anche se è lecito e porta notevoli entrate  alle casse dello Stato.  Così non è avvenuto. Il  governo attuale, unitamente a quello precedente, è stato scapace di fare  soltanto dei condoni  deprecabili  nei confronti di  società  colossali, che dovevano 98Miliardi di tasse e  che gestiscono il lucroso affare delle “slot macchines” nel nostro paese,  facendo sistematicamente slittare questo problema che ci inquieta.

   

  Vogliamo ricordare che siamo al primo posto in Europa e terzi nel mondo a  gestire questo tipo di gioco che ora,  per molte persone,  è diventata una malattia. Diversi cittadini,  varie associazioni   politiche e no,  verificando  che questo gioco ha rovinato molte famiglie  e  determinato  altri grossi problemi, fino al suicidio, tramite  le autorità  comunali,  provinciali, e anche regionali,  hanno fatto forti pressioni,  anche attraverso dibattiti spontanei nei quartieri e nei vari consigli  delle istituzioni locali, giungendo alla  regione Lombardia , che ha deliberato una bellissima legge contro le slot macchine,  votata  da tutti gli attuali gruppi politici  che fanno parte dell’attuale Consiglio, senza distinzioni di colore  o altro. L’obiettivo è stato raggiunto per una legge ad hoc,  grazie al contributo di tutti,  principalmente  per l’impegno  di  tutti i cittadini. Si tratta di  una legge completa e assolutamente innovativa,  per regolare e controbattere un fenomeno che ogni giorno fa registrare fatti di cronaca drammatici.  Questa   legge contiene dei punti molti significativi, in primis, l’assistenza socio- sanitaria dei ludopatici,  la costituzione di centri di ascolto, l’erogazione di incentivi economici o di detassazione ai locali di “no slot”, ( un aggravio di 0,92% sul’Irap per chi le detiene e uno sconto della stessa misura per chi decide di eliminarle); l’introduzione di un contributo “etico”,  corsi di formazione per tutto il personale che

   

controlla questi apparecchi,  per una più efficiente prevenzione  e anche repressione, nel rispetto della normativa. La nuova legge, inoltre, vieta la pubblicità su tutti i mezzi pubblici, vieta l’installazione di questi apparecchi o mini casinò, che devono rispettarea una distanza di 500mt da scuole, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali, di ambito socio-sanitario, oratori,  e centri giovanili.  Vi saranno sanzioni amministrative  con diffida ai gestori che non si attengano alla nuova legge in ambito regionale. L’auspicio è che altre regioni Italiane seguano come guida  la regione Lombardia,  battendo sul tempo anche il parlamento,  per approntare e deliberare una legge di contrasto alla ludopatia e per regolare  in maniera più strutturata il fenomeno del gioco d’azzardo. Finalmente una mossa intelligente della politica. Basterebbe,  infatti,  che tutte le forze politiche avessero  la volontà  di  riunirsi    attorno  a un tavolo   per trovare le soluzioni   più adeguate rispetto a questa piaga sociale.

     

Richard Clayderman - Wild flower