Ricordo di Anna Magnani

   

Ricordo di Anna Magnani

     

La nostra amica Lucia.tr, moglie del già nostro collaboratore della redazione, Angelo, per la rubrica “La pagina della musica”, ci  ha inviato un ricordo per la scomparsa di Anna Magnani, 40 anni fa, che siamo lieti di pubblicare

La Redazione del Bosco

       

So' quarantanni Nannare’..... ma nun te ne sei mai annata! Sempre ner core de tutti li romani sei restata!

 

 

 

Il 26 settembre 1973 moriva un’icona della storia del cinema,  Anna Magnani, chiamata affettuosamente  Nannarella.

Grande donna. È stata la prima attrice a vincere l’Oscar con il film “La rosa tatuata” nel 1956,  ma il successo che l’aveva resa famosa risale al 1945,  con l’interpretazione  memorabile e commovente nel film “ Roma città aperta”, divenuto negli anni  il manifesto del Neoralismo.  Ho ancora impresse nella memoria la scena della Magnani che corre dietro un camion tedesco, dove era tenuto rinchiuso suo marito, che si conclude  con la cruenta uccisione della protagonista,  la grande ”Sora Pina”,  per mano dei nazisti.

Anna, ti vogliamo sempre molto bene!

     

Lucia

 


COMMENTI

Both comments and pings are currently closed.

  1. il 26 settembre, 2013 lucia1.tr dice:

    Un saluto a tutti gli amici del Bosco che con tanto affetto ricordano Angelo, torno a scrivere in Eldy dopo un lungo periodo, ho scelto il ricordo di Anna Magnani certa che tutti voi l’avete amata e sicuramente è ancora viva nei vostri ricordi.

  2. il 26 settembre, 2013 giovanna3.rm dice:

    Lucia, ti ringrazio, anche a nome della Redazione, di aver voluto riprendere i contatti con il Bosco, dopo un anno assai difficile per te. Prezioso il tuo ricordo di “Nannare'”, che tutti ricordiamo sinceramente con affetto.

  3. il 27 settembre, 2013 Giuseppe3,ca dice:

    Grazie Lucia per averci voluto ricordare la splendida Anna Magnani, per gli amici “Nannarè”, mai dimenticata per i suoi grandi meriti di Donna, oltre che per le sue sublimi interpretazioni cinematografiche.

  4. il 27 settembre, 2013 Lorenzo.rm dice:

    Un affettuso grazie a Lucia. Sì, La ricordiamo con tanto affetto Nannarella, una Grandissima. Così come ricordiamo con affetto il nostro Angelo. Andiamo avanti.

  5. il 27 settembre, 2013 gianna dice:

    Lucia, grazie per avere ricordato una grandissima donna e meravigliosa attrice, Anna Magnani, eri e sarai sempre nei cuori, di chi ha potuta conoscerla”Nannarella” ciao riposa in pace…

  6. il 27 settembre, 2013 Nembo dice:

    Mi associo ai vostri commenti per ricordare una grande e stupenda attrice Anna Magnani. R.I.P.

  7. il 27 settembre, 2013 Fortunata dice:

    Questa volta mi sei proprio piaciuta !

  8. il 27 settembre, 2013 gianna dice:

    Giovanna, non servono parole ,era una grande attrice e una donna meravigliosa, questo ricorderemo anche se nn ceravamo, “Nannarella” sarai sempre la prima rosa. del mostro giardino, riposa in pace, Anna Magnani eri e sarai sempre una grande Artista!!

  9. il 27 settembre, 2013 Anna B. dice:

    “Non so se sono un’attrice, una grande attrice o una grande artista. Non so se sono capace di recitare. Ho dentro di me tante figure, tante donne, duemila donne. Ho solo bisogno di incontrarle. Devono essere vere, ecco tutto.”
    Questa è una sua frase, dice tutto, bravissima Anna.

  10. il 27 settembre, 2013 lucia1.tr dice:

    Leggo parole molto belle in questi commenti, il ricordo tiene in vita chi abbiamo amato e stimato, è importante conservare la memoria del tempo passato e trasmetterlo ai nostri figli!

  11. il 28 settembre, 2013 Giuseppe3,ca dice:

    Anna Magnani, Donna di grande talento artistico, di grande umanità e, all’occorrenza, anche ironica. Ecco una sua frase passata alla storia, pare che l’abbia detta al suo truccatore prima di entrare in scena:
    “Le rughe non coprirle… che ci ho messo una vita a farmele venire”

  12. il 28 settembre, 2013 lucia1.tr dice:

    La storia di Anna Magnani è ben raccontata nel libro “Nannarella”, scritto dal giornalista e autore televisivo Giancarlo Governi ed edito da Minimum Fax. Il libro ne racconta la vita e la carriera come un romanzo. In queste poche righe, scritte dall’attrice, riusciamo a capire le tragicomiche vicende avvenute dietro al film che l’ha resa famosa in tutto il mondo, girato senza soldi e senza mezzi in una Roma ancora devastata dalla guerra.
    “Io da anni urlavo quasi: ma è possibile che non si possa fare un film su una donna qualunque, che non sia bella, non sia giovane… d’accordo, allora ero giovane, comunque: perché, ripetevo, perché non un film su una donna della strada che non sia diva, falsa? Quando vennero a leggermi il copione di Roma città aperta, ci siamo, pensai, questo è meraviglioso. Senonché io a quell’epoca facevo la rivista e avevo un grosso successo. Proprio come Fabrizi, che recitava in altre cose.”

  13. il 28 settembre, 2013 Anna B. dice:

    Lucia non avevo capito chi eri, non sai che immensa gioia quando ho realizzato chi fossi, (in fb) sei una donna speciale,ti apprezzo moltissimo.
    Ti aspetto nel bosco con i tuoi racconti.
    Ciao.

  14. il 28 settembre, 2013 giovanna1.vc dice:

    Non si puo’ dimenticare una donna come Anna Magnani superba attrice ,ha fatto di questo lavoro la sua ragione di vita ,un ricordo e un grazie x quello che ci ha lasciato ,un grazie a tutti x averla ricordata ..