La Nostra Terra!!

         

Grazie,  Franco Muzzioli.

     

Nel deserto delle cose da compiersi , in un mondo dove tutto è in crisi,  soprattutto nei giovani,  trovare un'oasi di creatività e pace diventa veramente una notizia. Nella strada che va da Montese di Modena a Maserno,  vi è una piccola deviazione sterrata che porta da Carla Fresia (cognomen omen)....e da Stefano.

 

Casa di Carla Fresia con prato  di lavanda

 

Il luogo,  in primavera,  sembra un pezzo di Provenza trasportato in questi Appennini  morbidi,  fatti essenzialmente di alberi di castagno e di piante di patate. Carla ti accoglie coi suoi cani ed un profumo delicato di lavanda ed erbe officinali,  che si porta dietro come uno strascico da fatina dei boschi. Lei e il suo compagno,  trasformano fiori in oli essenziali e dal bosco ricavano marmellate,  miele e sciroppi.

 

Disegno ad acquerello di Carla Fresia

 

Anche i suoi bellissimi disegni raccontano fantastiche creatività,  freschezze infantili,  giochi di colore e dolci favole femminili, che emanano una delicatezza che incanta. Racconto questa mia esperienza,  forse minimale,  ma che fa ben sperare  nel futuro dei giovani. Se la fantasia,  la creatività, il coraggio,  la voglia di uscire dagli schemi la fanno da padroni,  si possono trovare queste realtà che commuovono soprattutto noi anziani,  sempre pronti al mugugno ed al pessimismo,  un profumo di giovinezza e di lavanda che ci allieta e  ci fa ben sperare.

     

 Richard Clayderman - The flower duet


COMMENTI

Both comments and pings are currently closed.

  1. il 23 agosto, 2013 Lorenzo.rm dice:

    Che bello il tuo pezzo, Franco. Da leggere e assaporare lentamente, con gusto. E’ un toccasana per noi “over”. Ci richiama alle cose dolci e belle della vita. Grazie di esserci.

  2. il 23 agosto, 2013 giovanna3.rm dice:

    Delizioso l’acquerello di Carla Fresia e stupendo il prato di lavanda che attornia la casa.
    Un gustoso quadretto di campagna unito all’uso sapiente dei suoi prodotti.
    Ottima l’idea di farcene partecipi, Franco!

  3. il 23 agosto, 2013 sandra vi dice:

    Un’idea molto intelligente ,stpendo quel prato di lavanda ,sembra d’essere in Provenza colla fantasia se ne aspira il delicato profumo.Delicato e bello l’acquarello ,piacevole come sempre il pezzo di GIOVANNA.
    co

  4. il 23 agosto, 2013 Giuseppe3,ca dice:

    Mi sembra di capire che Carla e Stefano sono una coppia giovane che hanno avuto una bella iniziativa e quindi possono essere d’esempio a tanti altri. Coraggio giovani, datevi da fare. Grazie, Franco, per avercene dato notizia.

  5. il 23 agosto, 2013 Nembo dice:

    Storia di tempi antichi e moderni, perchè anora oggi attraversando certi luoghi si vedono distese di prati piene di lavanda e sembra veramente essere in alta provenza.In bocca al lupo a Carla e Stefano per la bellissima iniziativa intrapresa.

  6. il 23 agosto, 2013 armida.ve dice:

    Finalmente! Un’oasi di pace e di bellezza in questi giorni così pieni di cattive notizie. E un bel “grazie” a Franco per averci resi partecipi.

  7. il 24 agosto, 2013 Giulio Salvatori dice:

    Grande Franco. Forse farei meglio a chiuderla qui.Proprio io che sono nato ai piedi di Monte Cavallo, come non capire questa armonia di profumi e colori ?Non voglio ricalcare le pennellate che hai dato, sicuramente sporcherei la Tua tela.Bravo e, come hanno detto altri :-Grazie Franco-

  8. il 25 agosto, 2013 Enrica Bosello dice:

    bello colorato e pieno di inventiva e speranza per un futuro fatto con semplicità

  9. il 25 agosto, 2013 Enrica Bosello dice:

    bello, colorato e pieno di speranza per un futuro fatto con semplicità