Archive for maggio 11th, 2013

LA DOMENICA DEL BOSCO

  Articoli recenti:                                           -  Pnsieri e non solo…!! -  Buona Domenica -  Buon Compleanno -  L’Angolo del dialogo – Fatti e opinioni -  Pensieri e non solo…!! -  Buona Domenica   Per leggere gli articoli precedenti far scorrere il rullo finché apparirà, a dx, la freccia "Next page", cliccate sopra e troverete il seguito degli articoli precedenti. Andare fino in fondo, finché apparirà, a sx,  la freccia "Previous page", cliccate e tornerete alla Homepage.      Elaborati da inviare a:     tittisilvestro.sa@gmail.com  (Sabrina)     deemin@libero.it                  (Giovanna)     giuseppe.pau@tin.it              (Pino)  

         

Le madri delle figlie sono figlie delle madri e sono rimaste tali, generazione dopo generazione, da quando il tempo ha avuto inizio.  (Signe Hammer)

       

… quando ti metteranno il tuo primo figlio tra le braccia, forse allora penserai a me: perché anche per me fu un momento straordinario, quando per la prima volta ti strinsi tra le braccia, un piccolo frugoletto rosso. (Rose Schlösinger).

     

… ti rivedi in un gesto, in uno sguardo, in un’espressione che ti fa pensare:

 “È proprio come sua mamma”.

  Ma c’è una cosa rassicurante, perché in un mondo di cambiamenti, riafferma la continuità della vita, la sua eterna trasmissione e il suo mistero.

(Mary Kenny).

     

 

Puntualmente nel Bosco, ogni anno, la seconda domenica di maggio è dedicata alla Festa della mamma che, come abbiamo ampiamente illustrato negli anni scorsi, si celebra in tutto il mondo anche se non sempre nella stessa data ma in Italia la ricorrenza è per oggi.

Ho voluto citare in anteprima tre aforismi che mi sembrano possano portare ad una profonda riflessione sul ruolo della donna nella veste di mamma ma lascio a voi ogni considerazione.

Lo scorso anno avevo scritto una dedica alla mia mamma con una poesia che è stata oggetto di studio per la traduzione in francese nel corso di lingue per la terza età che frequento, appunto, in età adulta, per cui ve la ripropongo nelle due versioni, sperando di fare cosa gradita agli estimatori della lingua d’oltralpe. Grazie.

Una rosa, un bacio e un saluto affettuoso per tutte le mamme del mondo.

 

   

Maman

 

À une maman qui n'est plus avec moi

 

De toi j'avais eu la vie,

de ton sein

J'avais reçu nourriture.

Ce que tu m'as donné

c'étaient tes privations.

Dans mon obscurité

tu étais lumière

dans mes doutes

tu étais certitude,

dans mon brouillard

tu étais clarté,

dans mes maladies

tu étais ma panacée.

Jamais aucune autre

pourra être comme toi.

Aujourd'hui que tu n'est plus avec nous,

je comprends

que pour autant que tu méritait

je ne t'ai pas donné assez

pour autant tu m'avais donné

j'aurais dû te donner beaucoup plus.

Toutes mes défauts

ce sont, aujourd'hui, mon remords.

Je te demande pardon

mai je sais que aussi de là haut,

tu m'as pardonné.

Merci maman.

 

 

MAMMA

 

Dedica ad una mamma che non c’è più

Da te ho avuto la vita, dal tuo seno ho ricevuto nutrimento. Ciò che mi davi erano tue privazioni. Nella mia oscurità sei stata luce, nei miei dubbi sei stata certezza, nella mia nebbia sei stata chiarezza, nelle mie malattie sei stata toccasana. Mai nessuna potrà essere come te. Ora che non ci sei capisco che per quanto meritavi non ti ho dato abbastanza,

per quanto mi hai dato

dovevo darti di più. Tutte le mie mancanze sono, oggi, il mio rimorso. Ti chiedo perdono

ma so che anche da lassù

ancora una volta

mi hai  perdonato.

Grazie mamma.

 

Ennio Morricone  -  Tema di Debora  (Dedicata a mia madre)

http://www.youtube.com/watch?v=yjkSQjYjV8g&list=FLNSrLyPMe3ffjMLZJhkN44g&index=94