Scomparsa di Enzo Jannacci

   

ADDIO ENZO JANNACCI

 

SURREALE POETA DELLA MUSICA

       

Enzo Jannacci è stato un rappresentante di una cultura musicale e cabarettistica tipicamente milanese. Non solo un cantautore, ma un caposcuola intorno al quale si sono radunati personaggi da lui scoperti come Cochi Ponzoni, Renato Pozzetto e Massimo Boldi, Sandro Viola. Autore di testi ironici e struggenti, ha cantato il mondo dei perdenti e degli emarginati a vita. Medico specializzato, per anni si è diviso: di giorno in ospedale, di notte a cantare. Ne aveva anche per i giornalisti e per i cantautori (Corriere Tv)  - 30-03-2013

   

 CIAO ENZO TI RICORDEREMO SEMPRE

 

 

Enzo Jannacci  - El gaveva i scarp del tennis

http://www.youtube.com/watch?v=noqfWkWn29w


COMMENTI

Both comments and pings are currently closed.

  1. il 30 marzo, 2013 annab dice:

    L’Enzo se ne è andato sorridendo. Col suo sorriso beffardo, stralunato, assurdo, protestatario, malinconico, venato di profonda tristezza.
    Ho riportato questo trafiletto di giornale, mi piace proprio ricordarlo così, racchiude tutte le sue qualità.
    Un altro grande che ci lascia.
    EL GAVEVA I SCARP DE TENNIS…….
    Spero passeggi sulle nuvole.

  2. il 30 marzo, 2013 armida.ve dice:

    Si ootrebbe poi tutti sperare in un mondo migliore..(vengo anc’io.. no tu no). Ciao caro Enzo..speriamo che lo sia..

  3. il 30 marzo, 2013 cicco53 dice:

    Ciao a tutti la scomparsa di Enzo Jannacci , lascia un vuoto ma rimangono le sue canzoni a testimoniare , una bellezza infinita sia come espressione di vita e di linguaggio universale dove si intrecciano messaggi profondi ,di una vita vissuta con semplicità e spontanea . Io ho avuto l’onore di conoscerlo, in una manifestazione di solidarietà , che con la sua musica ha saputo animare, il concetto di amore per chi soffre e chi rimane al margine della società ecc. Il mescolare lo stile jazz e blues nella sua musica, con risultato eccellenti ha continuato e contribuito a tenere in vita il folclore della vita contadina, con messaggi di amore verso il più debole. Ciao Enzo , il tuo sguardo sincero e semplice rimarranno per sempre .

  4. il 30 marzo, 2013 Nembo dice:

    Condivido i vostri commenti, un’altro grande della musica se ne andato,Enzo ha rappresentato una maestria tra musica cabaret e teatro, rappresentando la migliore Italia, è sempre stato un gioiello di comicità con i suoi liberi pensieri. R.I.P.

  5. il 30 marzo, 2013 Nembo dice:

    Grazie Giovanna che ci hai ricordato questo cantante che, con le sue canzoni in mezzo secolo di carriera ci ha raccontato a volte in modo ironico la vera Milano, quella delle case a ringhiera.

  6. il 30 marzo, 2013 franco muzzioli dice:

    Ciao caro Enzo e grazie per la musica e l’intelligente humor che ci hai donato ……. iattateraiattatera tattera iattatà.

  7. il 30 marzo, 2013 giovannar.rm dice:

    Un grande dispiacere la scomparsa di un eccellente musicista, innovatore e anche buon medico.
    Ci hai lasciato una musica piena di humour e assai particolare: te ne siamo grati, caro Enzo, e non ti dimenticheremo
    Ciao caro amico.

  8. il 30 marzo, 2013 lorenzo.rm dice:

    Uno straordinario interprete di una Milano operaia che non c’è più. Ironico, simpatico, originale. Che ti sia lieve la terra, grande Enzo.

  9. il 30 marzo, 2013 sandra vi dice:

    Ciao Enzo anche tu te ne sei andato.Milano ha perso un altro dei suoi figli migliori ,uno strordinario interprete della sua periferia” EL GAVEVA I SCARP DE TENNS’ora cammini silenzioo tra le nuvole,ci hai lasciato la tua musica ironica,originale R.I.P.

  10. il 30 marzo, 2013 giovanna1.vc dice:

    E’ stato un grande artista ,oltre che un bravo medico ciaoo Enzo e condoglianze alla sua famiglia .

  11. il 30 marzo, 2013 Giuseppe3.ca dice:

    Grazie Enzo, ti abbiamo sempre ammirato e ti ricorderemo con le parole e la musica che ci hai lasciato. Proprio questa sera in TV ho visto i tuoi amici piangere ricordando te e mi sono commosso con loro. Il grande Renzo Arbore in una intervista ha detto che tutte le tue canzoni sono vera poesia e se ne dovrebbe fare un’antologia. Possiamo essere solo concordi. Riposa in pace.

  12. il 31 marzo, 2013 enrica,Co dice:

    Non conosco tutte le sue canzoni, però un pomeriggio di una domenica di qualche anno fa ero col mio nipotino, e tornando da Lugano, in macchina un cd/ antologia, suonava: VENGO ANCH’IO (no tu no) che abbiamo cantato,io e il mio Chicco, il mio ricordo di un pomeriggio felice anche con una sua canzone… grazie Enzo