Archive for luglio 10th, 2012

L’angolo del dialogo!!

       

Questa poesia l’ho trovata nella bacheca della mia parrocchia e la ritengo splendida. E’ un pensiero che, di là dell’apparente semplicità, esprime concetti profondi.

   

Al termine della strada non c’è la strada ma il traguardo. Al termine della scalata, non c’è la scalata ma la sommità. Al termine della notte, non c’è la notte ma l’aurora. Al termine dell’inverno non c’è l’inverno ma la primavera. Al termine della disperazione, non c’è la disperazione, ma la speranza. Al termine della morte, non c’è la morte ma la vita. Al termine dell’umanità, non c’è l’uomo ma l’Uomo Dio.

 

Boldini - La grande strada

 

E noi che cosa pensiamo ci sia al termine della nostra strada? Sono dell’idea che ognuno abbia una sua opinione in proposito, opinione che può nascondere quanto vuole ma che si esprime in inquietudine, polemica, incertezza, rancore, amore. In sintesi, ognuno ha una sua ricetta, palese o recondita. Io penso che, più che una sicurezza sul finale, ci possa essere un impegno nel cammino. Che facciamo? Aspettiamo l’esito o ci muoviamo perché vi sia un esito che abbia un significato? Qui e ora e non nella notte dei tempi prossimi venturi. Non sono argomenti “estivi” ma forse sì. Chi dice che la nostra mente non deve impegnarsi anche nel caldo torrido?