Archive for aprile 1st, 2012

UN SEMPLICE CIAO !!

UNA COMUNICAZIONE IMPORTANTE

PER TUTTI GLI AMICI DEL BOSCO ..........

ABBIAMO DISCUSSO MOLTO E

SIAMO GIUNTI AD UNA DECISIONE .....

QUESTO E' IL 3 ANNO CHE ABBIAMO

IN GESTIONE QUESTO BLOG

LORENZO GIOVANNA NEMBO FRANCO

GIUSEPPE ANGELO NADIA E SABRINA

PRENDONO UN PERIODO DI PAUSA

PROLUGATO CON RIENTRO DA DECIDERE

.......VI SIAMO GRATI PER LA SIMPATIA

CHE CI AVETE RISERVATO E VI PREGHIAMO

DI AVERNE ANCHE PER CHI CI SOSTITUIRA'

....SIAMO FIDUCIOSI E CONFIDIAMO IN VOI

UN KISSONNEEEEEE DALLA REDAZIONE DEL BOSCO !!

La Domenica del Bosco

Non mi sento poeta, nel senso che si intende per l’essere “poeta”  ma ciò non  esclude che nella mente di un uomo comune, quale ritengo di essere, non possano nascere pensieri ispirati alla poesia della vita. È ciò che mi sono cimentato a fare in queste righe in un momento di rilassante pausa mentale, pensando ad una  Musa lontana nel tempo e nella spazio. Lascio a voi la facoltà di esprimere un giudizio o un voto: promosso o bocciato?

Mi affido alla clemenza della Corte del Bosco incantato che è sempre stato benevole nella sua infinita generosità.

Grazie, Buona Domenica.

Bentornata Primavera

Dolce Primavera puntuale sei tornata rigogliosa,  fiorente in variopinti colori, ricca di gemme, turgidi boccioli, ali svolazzanti in cinguettii d’amore, api rapaci di nettare cercano un fiore, farfalle in volo nuziale, lucertole distese al tepore del sole, coppie in attesa di palpiti d’amore, inconsce pulsazioni, fusione di cellule, gocce di fulgida rugiada, che perpetuano la vita. …. Bambini a rincorrer bambine su un prato fiorito. Leggiadre fanciulle si affacciano alla vita occhi vibranti di luce, sguardi profondi nel desio di un bacio anelato nei sogni e ancor non trovato, il tempo è maturo, se non oggi, domani si sente, è nell’aria, mina vagante, scintille infuocate di sentimento, tormenti e passione. …. La Primavera è tornata Dove sei primo amore? Ricordo ancora quel bacio incerto, tremante, timido, tenero, intenso. Contatto di labbra, morbide, calde, vellutate d’ambrosia. Un istante infinito rimasto indelebile nella mente e nel cuore. La Primavera è tornata, dove sei tu, dolce sogno di eterna gioventù.                                                                      Giuseppe3.CA