Archive for gennaio 10th, 2012

…..Pensieri e non solo !!

 ANGELOM DEVE UN DOVEROSO RINGRAZIAMENTO A TUTTI GLI AMICI CHE GLI SONO STATI  VICINO CON LE LORO PAROLE DI SOLIDARIETA', CONFORTO E SPERANZA.  LA MALATTIA Ve lo siete mai chiesti che cosa sia una malattia? La definirei una "situazione" che, quando meno te lo aspetti, ti arriva tra capo e collo senza rendertene conto, e proprio quando i tuoi  pensieri, i tuoi progetti guardano avanti. Affrontarla non è facile, la malattia è sofferenza, ti toglie  la voglia di reagire; ti senti indifeso, stanco. Vi voglio raccontare una storia di un uomo sano, attivo e proiettato verso il futuro, un giorno all'improvviso si sente debole, vuoto, incapace di reagire ad ogni stimolo, apatico, inappetente. Che cosa è successo?  Solo una settimana prima conduceva una vita del tutto normale ... è un mistero. Immediatamente sottoposto a controlli medici, salta fuori che disgraziatamente ha nel suo corpo uno di quei maledetti virus, chiamate malattie immunitarie. Dicono che sia una malattia rara e difficilmente curabile. Ricercare dove si sia ubicata l'infezione non è facile, dopo numerosi esami si riesce a stabilire che gli organi coinvolti sono i reni. Quando si apprendono certe notizie i pensieri volano: cosa fare? Semplicemente affidarsi alle cure dei dottori che studiano e ristudiano il caso per trovare la cura migliore; ma quando dicono che faranno tutto il possibile per venire ad una conclusione positiva nonostante sia un'impresa non proprio facile, il nostro uomo rimane interdetto, sbigottito non rendendosi conto di quello che gli sta succedendo, ha un momento di smarrimento, poi la ragione lo riporta alla lucidità. Il problema ora è come affrontare questa situazione: fare finta che la tua vita continui come niente fosse accaduto, sperare con forza e speranza che qualcosa di positivo prima o poi  avvenga. Non è semplice, questo egli lo riconosce, ma non può fare altro. La speranza non deve essere mai persa. Quest'uomo vuole lanciare un messaggio a tutti gli ammalati più o meno in difficoltà: non arrendersi mai e poi mai. Sono sicuro che qualcuno dall'alto porterà sostegno  ad ognuno nelle sofferenze inducendoci ad essere più fiduciosi di noi stessi e, magari,   darci quella fede che forse ci mancava. Quell'uomo aveva concluso la sua storia aspettandosi un segno di speranza, di risoluzione al suo  problema, ebbene grazie nella molte ricerche e terapie fatte secondo un protocollo di lavoro gli specialisti sono riusciti a bloccare questo maledetto virus, fino al punto di non farlo più reagire. Ora seguendo le opportune terapie previste quest'uomo riprenderà la sua vita da dove l 'ha lasciata. Questa è una grande conquista e non bisogna mai disperare, la fiducia, la fede, la forza portano sempre buoni frutti.