Archive for agosto 7th, 2011

BALLA CHE TI PASSA !!

ert

separatori (3)

Fare jogging nel parco sotto casa è tremendamente noioso... andare in palestra poi non è sempre l'ambiente preferito. Se desideriamo fare un'attività fisica capace di regalarci nuove emozioni... allora non ci resta che aprire le danze.

Fa bene all'umore ed è l'ideale se non amiamo fare la gym tradizionale, ma vogliamo rendere più sciolto il nostro corpo.

Ballare è una metafora del nostro modo di rapportarci agli altri. Assimilare le regole di una disciplina che implica la nostra partecipazione corporea ci aiuta a lasciarci andare e diventa anche un mezzo per renderci più armoniose nella postura e nei movimenti.

separatori (3)

BELLY- DANCE

d7b95fc2La Belly Dance... ovvero Danza del Ventre ,

simbolo della sensualità orientale e patrimonio

etnicodelle popolazioni del sud del Mediterraneo, è

una disciplina che risale alla notte dei tempi.

Le sue origini lontane sono legate ai riti di fertilità

della madre terra, praticati nell'antico Egitto

danzOggi la Belly-Dance, grazie alla crescente presenza di stranieri provenienti dal Medio Oriente, è molto gettonata anche in Italia. Infatti sono sempre più diffuse le scuole ed i locali di musica etnica ad essa dedicati.

Se siamo affascinate da questa disciplina, è utile sapere che possiamo praticarla a qualsiasi età . Basta avere l'ok del medico come per qualsiasi attività fisica.

danza-del-ventreIMPARIAMO COSI' … nella fase iniziale del corso impariamo a seguire i movimenti morbidi e rotondi del bacino – si “disegnano” cerchi e degli otto -

alternati a quelli a scatto – i colpi dati con i fianchi – e alle vibrazioni tipiche di questa danza che si fanno con la parte inferiore del corpo o con le spalle.

Poi apprenderemo i passi per danzare accompagnati dalle braccia che rappresentano onde e forme stilizzate.

CI FA BENE PERCHE'... è una forma di ginnastica dolce e completa, che lavora su tutto il corpo: coinvolge la respirazione, scioglie le articolazioni e potenzia i muscoli,

migliora il portamento e la coordinazione.

oiujLa musica inoltre coinvolge anche l'aspetto sensoriale, sciogliendo le tensioni emotive. E ancora, questa danza migliora l'autostima e il rapporto con la propria sensualità. E le lezioni di gruppo fanno nascere una grande complicità

tra le compagne...

Si balla a piedi nudi, indossando i leggings e un body o una maglietta, con una sciarpa legata sui fianchi.

I completi impreziositi da perline e pietre coloratissime si usano solo per i saggi o gli spettacoli.

4c6bf2c463fc169706fc21324

separatori (326)

TANGO ARGENTINO

TANGO ARGENTINO … per farti travolgere da un emozionante abbraccio

Frutto del mix di innumerevoli influenze, da

tangoquella africana a quella cubana, con varie

culture (ebraica, tedesca, argentina, italiana),

il Tango Argentino è nato a Buenos Aires intorno

alla metà dell'800.

In origine si ballava nei quartieri poveri ed

emarginati e nelle case di tolleranza.

Solo quando arriva a Parigi questo ballo

immorale” viene sdoganato tra la borghesia.

thumb.display.phpLa donna si abbandona con piacere tra le braccia del cavaliere che la stringerà e la guiderà in un mondo dove l'uomo conduce il gioco e la donna è “seguidora” con un ruolo creativo, perchè dentro quello spazio ritagliato dall'altro, lei inventa i suoi passi. La dama immagina le mosse che l'avvicineranno ancora di più a chi la stringe, e insieme i ballerini si intrecceranno con passione e tecnica perfetta.

Forse è un ballo “maschilista”, ma è per quello che piace tanto: la donna si sente donna e l'uomo riacquista il potere di uomo.

Il tango colma un vuoto, soddisfa una necessità, quella di stare insieme, comunicare, conoscersi, sentire l'altro e farsi sentire... si diventa intimi.

IMPARIAMO COSI'... seguiamo un corso che dura circa nove mesi (un'ora alla settimana). Fondamentale però, che sia accompagnato da almeno tre ore settimanali di pratica nelle “milongas” - locali dove si balla il tango -

oppCI FA BENE PERCHE'... fa bruciare molte calorie, regolarizza e allena la respirazione, riallinea la postura e l'equilibrio.

In più rassoda gambe, polpacci, glutei, irrubustisce le caviglie ma anche le

articolazioni e i muscoli del piede.

Si balla con un abbigliamento comodo, leggings e body vanno benissimo.

Occhio invece alle scarpe che devono avere il tacco e il cinturino per evitare che si sfilino.images

E... nelle serate libero sfogo ad un look “passionale”....

Allora... avete ancora voglia di andare in palestra??....

Tango-couple

separatori (326)

carlll 1

carlll2

BUONA DOMENICA !!

buonadomenica (3)

Cuori 21

UN’AMICA MI SCRIVE

Un’amica, con la quale dialogavo in chat tanto tempo fa e ancora qualche volta ci sentiamo, mi dice: raccontami una storia, una storia qualsiasi che valga a staccarmi dalla noia e dal solito tran-tran quotidiano.

fiori_stw-277Mi coglie un po’ di sorpresa e inizialmente non so come assolvere la richiesta. Ci parlavamo quasi tutti i giorni e col tempo siamo entrati in grande confidenza: lei mi raccontava i suoi lati nascosti, le sue disavventure, le sue amarezze, i suoi segreti, mi esponeva i suoi dubbi, mi chiedeva consigli e io facevo altrettanto con grande fiducia reciproca, senza secondi fini ed in piena sincerità. Una vera amicizia tra un uomo e una donna. Non deve sorprendervi in chat questo è possibile. Ed ecco la storia, niente di eccezionale ma la scrivo giusto per uscire dalla monotonia quotidiana. Vale la pena leggerla.

Cuori 21

IL DIAVOLO

M’innamoro prima dell’anima che del corpo eppure non sono il diavolo.

È successo così anche con te mio piccolo, dolce fiorellin del Bosco.

diavoloMi aveva colpito la tua tristezza, mi attraeva il tuo modo di pensare, schietto, sincero, genuino e se vogliamo anche ingenuo, senza riserve mentali, rivolto sempre verso gli altri senza pensare a te stessa, ai tuoi interessi, alla tua vita. Il tuo innato altruismo non poteva non coinvolgermi e sono stato proprio io a capire che qualcuno doveva pensare a te e starti vicino almeno col pensiero e avevo tanto sperato che quel qualcuno potessi essere io.

Viviamo in due mondi diversi, distanti migliaia di anni luce per differenza d’età e per distanze geografiche eppure ci siamo sentiti subito uniti anzi, le nostre anime si sono congiunte, senza chiederci nemmeno il permesso e  senza riuscire più a separarsi.

È  amicizia vera e sincera forse inizialmente scambiata per amore, almeno da una parte, ma non era amore. Eppure ci sentivamo inseparabili con un immenso bisogno l’una dell’altro e viceversa, senza esserci mai incontrati né visti se non per la piccola foto pubblicata nel profilo.

Mi cercavi e ti cercavo e quando non riuscivamo a trovarci sentivamo subito la mancanza io di te e tu di me, il vuoto insomma. Cosa ci aveva stregati? La solitudine? Forse si, quella solitudine interiore che ci fa sentire perduti anche in mezzo a tanta gente, difficile da spiegare ma facilissimo da capire.

fiori_stw-144A questo punto l’amica mi ferma e dice: “Ma questa è la storia della nostra conoscenza in chat”. Si certo, dico io, non ne conosco altre e ti racconto questa, cos’altro posso dirti?

Care amiche e amici del Bosco non indagate per cercare di capire chi sono i personaggi, la storia è di pura fantasia anche se si adatta a molti casi di incontri casuali nelle chat di Eldy e non solo.

Nell’augurarvi Buona Domenica vorrei riproporvi una mia composizione in versi per la quale ho avuto la presunzione di chiamarla poesia ma quando è stata pubblicata la prima volta, qui nel nostro Bosco, non ha avuto neppure un commento (sic!  strano ma vero), forse non era piaciuta ma spero che questa volta possa rifarsi.

Arrivederci al prossimo incontro, grazie e buone vacanze, amici delle radure del Bosco incantato.

Giuseppe3.CA

Cuori 21

TI PENSO

Si! ti penso.

Rose_SXGuardo la tua foto e penso.

Vedo i tuoi occhi sognanti,

perdersi in un vuoto lontano,

il tuo nasino fugace,

la tua bocca che attende

di sentirsi baciata

dall’anima che ami

ma non sai se t’ama.

Sei incerta, dubbiosa.

Non devo innamorarmi di te,

m’hai detto.

E` vero,

distanze enormi ci separano,

geografiche e anagrafiche,

ma ché sono ?

Rose_SXIl virtuale annulla gli spazi

e l’età non esiste.

Ciò che mi spinge a te

e tormenta le mie notti

forse non è amore

ma il pensiero di saperti triste.

Vorrei poterti prendere per mano,

correre con te a piedi nudi

sulla sabbia calda del mio mare,

guardarti negli occhi,

vederti sorridere

e gioire di felicità infinita,

mentre, poi, ansante e stanca,

ti abbandoni tra le mie braccia,

pronte ad accoglierti per curare

il ricordo di qualcosa del passato

che ha ferito la tua dignità di donna.

Grazie, dolce sogno

di un ritorno di primavera.

Giuseppe

Cuori 21

Cuori 21

1