Archive for settembre 17th, 2010

AFGHANISTAN UN MORTO ED UN FERITO !!

BUONGIORNO A VOI TUTTI

Il bosco vuole ricordare

tutti i caduti in guerra !!

italia-lutto

div_001

AFGHANISTAN

Spari contro task force italiana morto uno dei due militari feriti

Un ufficiale e un paracadustista sono stati colpiti mentre cercavano di catturare un gruppo di terroristi che aveva appena piazzato un ordigno a Herat. I due sono stati trasportati nell'ospedale da campo americano di Farah, ma uno non ce l'ha fatta.

LETTERA DI UN PARA........

Nuovo lutto per i nostri soldati in Afghanistan. A un anno esatto dalla strage di Kabul, nella quale furono uccisi sei militari della Folgore, un altro parà ha perso la vita.

Spari contro task force italiana morto uno dei due militari feriti

Questa volta si tratta del tenente Alessandro Romani, in forza al nono reggimento Col Moschin inquadrato nella task force 45. Si tratta dell'unità di forze speciali italiana su base nono reggimento di cui fanno parte elementi di tutte le forze armate. Sono in tutto circa 200 commandos, che effettuano turni di tre mesi in missione e altrettanti di riposo. È un comando nazionale interforze land oriented (operazioni speciali terrestri) di cui fanno parte gli operatori delle forze speciali di tute le forze armate e al quale contribuiscono anche unità di supporto provenienti dal quarto reggimento alpini paracadutisti Monte Cervino (ranger, ndr.) e da assetti specialistici, a seconda delle esigenze. La Task force 45, dipende direttamente dalla Nato ed è divisa in due task unit. La prima si trova a Herat e la seconda a Farah.

L’operatore era intervenuto insieme a un suo collega nell’area di Bakwa a seguito della segnalazione di elementi ostili kabul92nell’area, rilevati da un drone Predator. Il distaccamento era decollato dalla base di Farah a bordo di un elicottero Chinook del Reos (Raggruppamento elicotteri per operazioni speciali), scortato da due A-129 Mangusta, per neutralizzare la minaccia. Una volta giunti sul posto, però, i militari sono stati attaccati e feriti entrambi. E lo stesso Chinhook li ha evacuati presso l’ospedale role 2 di Farah. Da subito le condizioni dell’incursore sono apparse gravi, ma non sembrava che fosse in pericolo di vita, in quanto era stato colpito alla spalla. Poi, purtroppo, il quadro clinico si è aggravato in quanto erano stati raggiunti organi vitali e l’operatore è deceduto.

Nel frattempo, a Herat, un ordigno collocato a distanza in un mercato nei pressi della cittadella è esploso provocando tre feriti tra la popolazione locale. La bomba, comandata a distanza, era collocata in una borsa su una bicicletta abbandonata.

61984_159919994020137_127741783904625_510285_1817758_n

Nembo