Archive for gennaio 2nd, 2010

Riflessione di un anno passato !?

SE POTESSI …TIREREI IL FRENO Mi ritornano alle mente, alcuni passi di una vecchia poesia:-  L’anno vecchio se n’è andato e mai più ritornerà, io gli ho dato una valigia di ricordi, di capricci e…- 5520406Si è chiuso alle mie spalle , come a tutti del resto , un anno che va ad aggiungersi a quel fardello che incomincia a gravare sulle mie spalle .Dodici mesi, trecentosessantacinque giorni passati salendo e scendendo la non sempre facile via della vita . I ricordi s’intrecciano, sbiadiscono,rimangono impressi nella memoria i più belli, o i più brutti . Due poli, due estremità che pur trovandosi opposti uno all’altro , a volte si uniscono spazzando le lacrime per lasciare il posto al sorriso. Le stagioni si sono rincorse mutando progressivamente l’aspetto della terra, ceccano_online_news53incidendo anche dentro di noi cambiamenti e stati d’animo diversi.Però troppo spesso abbiamo l’inverno nel cuore ; sono rari i momenti che ci fermiamo , per esempio, ad osservare le bellezze della natura: il cielo, il mare, i monti , i fiori… la Gente. Il tempo è prezioso , abbiamo tutti fretta :un vivere frenetico, il passo accelerato, l’occhio cade inesorabile sulle lancette dell’orologio con l’intento di fermarle. Il rosso del semaforo c’infastidisce pronti a schiacciare il classon se il veicolo che ci precede non scatta all’apparire del verde. Frazioni di secondo , anche i decimi contano. notizie_AntenneLe antenne di radio e televisione ci bersagliano di consigli per gli acquisti. Lungo le strade cartelloni pubblicitari confondono la nostra psiche, la mente che rimbalza dalla boutique   ai campi da sci, dal mare al polo nord.Siamo macchine che si muovono non per volontà propria , ma incanalati nell’alveo di quella società che con orribile bestemmia definiamo…Un vivere civile. Se potessi vorrei tirare il freno e gridare: -Fermiamoci un attimo, perché tanta fretta ? Cos’è la vita se siamo sordi al grido della fame , ciechi alle sofferenze? Viviamo in un inferno ! Vogliamoci  bene , così faremo della terra il paradiso- Non mi ascolta nessuno.Tutti camminano. Tutti cammineremo più veloci , come sempre. Giulio . lu        .Sempre e comunque :-Il Maledetto Toscano